Dati e servizio XaaS al centro della strategia di Hitachi Vantara

pittogramma Zerouno

Attualità

Dati e servizio XaaS al centro della strategia di Hitachi Vantara

Negli ultimi 12 mesi Hitachi Vantara ha “rinfrescato” tutte le soluzioni puntando sulla modernizzazione delle imprese attraverso un approccio data driven e la definizione di un modello XaaS pronto per essere replicato anche sul mercato italiano.

06 Giu 2022

di Roberta Fiorucci

La trasformazione digitale corre in modo diverso in Europa, delineando percorsi che non coincidono ovunque. Nel Sud, Francia compresa, si punta a digitalizzare attraverso la migrazione al cloud. Nel Nord Europa, dove il numero di aziende che hanno già effettuato il passaggio su ambienti pubblici e ibridi è maggiore, si assiste invece a un ritorno verso soluzioni on premise. In termini di costi, il modello cloud non ha soddisfatto pienamente. Al contrario, ha mostrato una sua sostanziale fragilità, soluzioni non sempre vantaggiose e in alcuni casi, anche poco trasparenti. Un gap di modello più che di tecnologia, che non è determinato dalla scelta di migrare al cloud oppure rimanere nell’on premise.

Il modello XaaS (Everything-as-a-Service) cambia l’ottica in cui leggere la trasformazione. “Tutto sta nel partire dalla prospettiva dei dati piuttosto che dall’infrastruttura” spiega Marco Tesini, Vicepresidente e General Manager Western Europe di Hitachi Vantara. L’obiettivo, spiega il manager, è puntare sulla modernizzazione delle imprese, valorizzare i dati e ridurre ostacoli come il gap di skill o competenze, i sistemi obsoleti e la complessità dell’IT, ma senza spingere su una particolare infrastruttura o sulla necessaria adozione del software.

Preferire i dati all’infrastruttura

“Cerchiamo di capire qual è la migliore soluzione per valorizzare i dati” conclude Marco Tesini durante l’incontro con la stampa voluto per riconnettersi dopo la lunga pausa che ha visto venir meno ogni possibilità di incontrarsi di persona.

WHITEPAPER
MIGRAZIONE IN CLOUD? migliora e velocizza i processi con l'offerta RISE WITH SAP
Cloud
Digital Transformation
Marco Tesini, Vicepresidente e General Manager Western Europe di Hitachi Vantara

Il punto da cui partire è modernizzare l’infrastruttura sia che ci si avvicini al cloud per la prima volta, sia che si desideri rimodellare l’offerta o adottare una strategia di implementazione con livelli di servizio (SLA) in linea con le esigenze della propria azienda. Analizzando il costo e la criticità delle applicazioni, le organizzazioni possono determinare meglio quali workload hanno senso dal punto di vista finanziario e operativo per rimanere on premise o spostarsi nel cloud, e quali applicazioni dovrebbero essere ritirate o reingegnerizzate per accelerare il processo di innovazione.

L’ecosistema Hitachi

Hitachi Vantara, che all’interno di un ecosistema molto complesso rappresentato da un board quasi tutto giapponese e con un’unica donna europea si muove in maniera sinergica e indipendente, è la divisione più strettamente digital. Tanti i progetti, molti legati alla sostenibilità, nei settori dell’energia, dei trasporti, dei servizi finanziari, sanità e manifatturiero.

Oggi l’attenzione è rivolta anche alle iniziative per le imprese, al Next Generation EU e per rafforzare la sovranità digitale insieme a Gaia-X. Una varietà di percorsi, spiegano dalle parti dell’azienda, che permette di sviluppare e poi testare sulle proprie infrastrutture ogni nuova soluzione prima ancora di presentarsi sul mercato.

Perché un servizio XaaS

Il modello XaaS (Everything-as-a-Service) è il connubio tra capacità finanziaria e tecnologica, tra stabilità on premise e convenienza del pay per use. Un vantaggio non solo operativo: “Noi lo definiamo un framework finanziario” spiega Salvatore Turchetti, Country Manager e General Manager per l’Italia.

L’offerta rappresentata da EverFlex, spiega il manager, è un insieme di soluzioni on demand in abbonamento e di servizi gestiti. Un portafoglio che si incrementa sulla flessibilità del consumo non solo verso l’alto, ma anche verso il basso, perché promette un risparmio anche nel caso in cui i tassi di utilizzo risultino minori o inferiori al consumo. Permette di allineare la spesa IT in base all’utilizzo effettivo, di ridurre i costi in maniera efficace, evitare sprechi ed eliminare le interruzioni.

Salvatore Turchetti, Country Manager e General Manager per l’Italia

La proposta tecnologica di Hitachi Vantara non è nuova, ma rinnovata come piattaforma unificata per gestire dati e applicazioni, un sistema operativo per l’hardware storage e una modalità as a service. Soluzioni per un approccio agile di edge-to-cloud con applicativi per la data operations e data analytics e per gestire la convergenza IT/OT.

XaaS per accelerare verso il cloud ibrido: un modello replicabile

Il modello XaaS, secondo Turchetti, è più efficace per spingere la trasformazione digitale e la data economy proprio grazie alla combinazione di cloud pubblico e privato e dei servizi erogati. E può rappresentare un modello da replicare anche in Italia.

La flessibilità e la scalabilità del XaaS ha accompagnato BMW verso il cloud ibrido attraverso l’adozione delle soluzioni storage e data service in modalità as a service. Questa flessibilità aiuterà il gruppo BMW a ridurre le emissioni di CO2 e risparmiare sui costi energetici. Per il mercato automobilistico seguire la linea della sostenibilità anche per la propria infrastruttura IT è di grande importanza. Aumentare e diminuire le esigenze in materia di gestione dei dati significa minor impatto ambientale e riduzione del consumo energetico.

I dati di analisi predittiva per il territorio italiano

Ed è proprio il tema della sostenibilità quello in cui l’uso dei dati e della tecnologia sono elementi fondamentali sia per le aziende, sia per le amministrazioni pubbliche. Un esempio è rappresentato da Rainforest Connection, un’organizzazione che ha come obiettivo quello di prevenire la deforestazione illegale all’interno delle foreste pluviali.

Gli strumenti sviluppati da Hitachi, in questo caso, impiegano l’analisi predittiva, utilizzando dati eco acustici raccolti dal sistema Guardian. Hitachi Vantara ha sviluppato un database di suoni della foresta e ha costruito algoritmi predittivi per rilevare anomalie come voci o uccelli che fuggono volando verso l’alto: suoni che spesso precedono il disboscamento.

Un ecosistema che, come anticipano i manager dell’azienda, verrà replicato sull’Appennino Meridionale con l’utilizzo di sensoristica IoT per rilevare anomalie sul territorio.

Roberta Fiorucci

Giornalista

Roberta Fiorucci scrive di tecnologia, innovazione digitale e digital transformation per le imprese, prima come copywriter e technical writer poi collaborando con case editrici e riviste di settore. Nel 2008 ha creato una sua agenzia di comunicazione specializzata in brand management nel settore IT e sviluppo di progetti innovativi. Nel 2020 ha iniziato la sua collaborazione con ZeroUno

Articolo 1 di 4