Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Oracle: il social può diventare discriminante

pittogramma Zerouno

Oracle: il social può diventare discriminante

26 Ott 2012

di Daniele Lazzarin

Oracle punta sulla strategia Social-Enabled Enterprise, basata su Oracle Social Relationship Management Suite, Oracle Social Network e Oracle Webcenter Suite – ci spiega Claudio Bastia (nella foto), Country Leader Oracle Applications di Oracle Italia -. Con la prima suite si può monitorare il comportamento dei clienti e fare azioni su social network e sul proprio sito web. Social Network permette agli utenti di interagire all’interno e all’esterno dell’azienda usando i dati nei sistemi Hr e nei social network personali, ricevendo feed in tempo reale. WebCenter Suite combina funzioni per sviluppare nuovi siti e comunità e distribuire contenuti e applicativi con servizi social e collaboration”.

Il Social, continua Bastia, è centrale per le Oracle Applications in ambito Crm, Hcm (Human Capital Management) ed Erp. “L’interesse delle aziende è crescente: nel tempo gli aspetti social possono diventare discriminanti nella scelta della soluzione. Gli utenti, specie i giovani e i talenti chiave, sono abituati a usare gli strumenti social nella vita privata: se li hanno anche in azienda, la loro produttività può crescere senza dover investire in formazione”.

Daniele Lazzarin

Giornalista

Ingegnere gestionale (Politecnico di Milano) e giornalista professionista dal 1999. Scrivo di progetti di digitalizzazione nelle aziende e business application su Digital4, sia per la rivista di carta sia per il sito web, prevalentemente sui canali Digital4Executive, Digital4SupplyChain, Digital4PMI, Digital4Finance, Digital4Manufacturing.

Articolo 1 di 7