Dedagroup ha annunciato l'adesione a Gaia X | ZeroUno

Dedagroup ha annunciato l’adesione a Gaia X

pittogramma Zerouno

News

Dedagroup ha annunciato l’adesione a Gaia X

Obiettivo della adesione a Gaia X da parte di Dedagroup è trasferire a tutti i clienti il valore dell’attività che le sue risorse più esperte porteranno avanti con i gruppi di lavoro della federazione per la definizione degli standard di condivisione dei dati

23 Nov 2020

di Redazione

In occasione del Gaia X Summit, Dedagroup ha annunciato la propria adesione in qualità di Day 1 Member all’iniziativa europea nata dall’impegno di rappresentanti della politica, del business e delle scienze. Dedagroup ha riconosciuto in Gaia X il valore economico e sociale che persegue, sposandone gli obiettivi ultimi nella convinzione che potrà generare valore per i propri clienti.

Gaia X è infatti un’infrastruttura di nuova generazione per la creazione di Data Space sovrani e sicuri, in coerenza con la Data strategy europea. Frutto dello sforzo congiunto dei pionieri europei dell’informatica per sostenere i propri partner e clienti nella crescita sul mercato internazionale, è un ecosistema che si fonda sui valori e le regole europee, affinché gli utenti e gli Stati possano crescere e competere in sicurezza su scala globale. Gaia X è un game changer per le imprese che operano nel settore dei dati: un sistema sicuro, federato e decentralizzato che intende soddisfare i più alti standard di sovranità digitale, promuovendo al contempo l’innovazione.

Dedagroup, che attraverso la trasformazione digitale accompagna il mondo delle imprese, della finanza e della Pubblica Amministrazione verso nuovi modelli di business e servizio basati su Software as a Service, ha aderito con il preciso obiettivo di trasferire a tutti i clienti il valore dell’attività che le sue risorse più esperte porteranno avanti con i gruppi di lavoro della federazione Gaia X per la definizione degli standard di condivisione dei dati.

WHITEPAPER
Rete SD-WAN come strumento essenziale. Scopri perchè.
Cloud
Networking

Marco Podini, Presidente Esecutivo di Dedagroup, ha dichiarato: “Avendo lavorato da pionieri sui temi legati al dato, abbiamo seguito sin dalla sua genesi con grande attenzione l’evoluzione di Gaia X, riconoscendovi l’essenziale obiettivo di tutela dei dati e una visione lungimirante per rispondere ai numerosi fronti che si aprono in un’economia di ecosistemi, collaborazioni e scambi, verso cui i modelli di business e la tecnologia di oggi stanno orientando il mercato. La costante crescita del nostro Gruppo è la dimostrazione che il software italiano ha la capacità di competere anche a livello internazionale e negli standard di protezione del dato che Gaia X mette in campo vediamo un elemento di tutela del software made in Italy e di tutto il know how che esso racchiude unitamente ad una protezione del dato dei nostri clienti che potranno così spingere su modelli di business basati sulla condivisione delle informazioni con maggior serenità e sicurezza. Ritengo che l’importante adesione degli operatori italiani al progetto sia un’ottima notizia, il segno evidente che l’Italia è pronta a contribuire nella scrittura del prossimo capitolo della Data strategy Europea”.

Roberto Loro, CTO di Dedagroup, ha proseguito: “Già da molti anni il nostro Gruppo è fortemente impegnato nello sviluppo di piattaforme, anche open source, per l’interoperabilità di dati e servizi. Grazie al Co-Innovation Lab, creato nel 2016 con la Fondazione Bruno Kessler, abbiamo lavorato insieme al mondo della ricerca per realizzare i primi ecosistemi data-driven multi-settore che sono al centro delle strategie di innovazione del Gruppo. Da qui deriva oggi la nostra convinta partecipazione all’iniziativa Gaia X che porta questi temi, queste esperienze e competenze su scala europea. Dedagroup metterà a disposizione le proprie competenze ed esperienze tecnologiche cloud, di interoperabilità dei dati e dei servizi, contribuendo inoltre allo sviluppo di nuovi use-case che beneficeranno delle nostre profonde conoscenze dei processi in settori quali la Finanza, la Pubblica Amministrazione e la Moda. Penso che Gaia X sia un primo e importante passo verso l’affermazione di una “via europea” alla trasformazione digitale in cui le infrastrutture tecnologiche e cloud interoperabili unite ad una piattaforma cross-sector di interscambio dei dati e dei servizi saranno la chiave per l’innovazione digitale e per portare benefici concreti ai nostri clienti, siano essi aziende, enti o cittadini”.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Articolo 1 di 5