Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Digital360 Awards 2019: torna l’Agorà dell’innovazione

pittogramma Zerouno

Digital360 Awards

Digital360 Awards 2019: torna l’Agorà dell’innovazione

Ideata per promuovere la cultura dell’innovazione e dell’imprenditorialità in ambito digitale in Italia, l’iniziativa di Digital360 è giunta alla quarta edizione. Una Giuria composta da oltre 100 CIO e Top Manager IT delle più importanti realtà presenti in Italia, private e pubbliche, premierà i migliori progetti nell’ambito dei due contest, Globale e Settoriale, previsti per l’edizione 2019.

15 Mar 2019

di Patrizia Fabbri

È ai nastri di partenza l’edizione 2019 dei Digital360 Awards. La maratona che porterà i progetti più innovativi tra quelli candidati, ma con la concretezza della loro effettiva applicazione, alla tappa finale di luglio in realtà è già iniziata dai primi di gennaio con l’apertura del contest e la possibilità di presentare la propria candidatura. È però da oggi che l’iniziativa di Digital360, ideata per promuovere la cultura dell’innovazione e dell’imprenditorialità in ambito digitale in Italia e giunta alla quarta edizione, entra nel vivo.

Caratteristica da sempre peculiare dell’iniziativa è che sono i CIO a valutare i progetti e a premiare quelli in grado di distinguersi per originalità delle idee, benefici concreti e replicabilità del modello. La Giuria del Premio è infatti composta da oltre 100 CIO e Top Manager IT delle più importanti realtà, private e pubbliche, presenti in Italia.

Senza entrare nei dettagli del Premio, le cui modalità di partecipazione sono illustrate nel sito dei Digital360 Awards, ricordiamo che è possibile candidare il proprio progetto fino al 14 aprile nell’ambito del Contest Globale dell’edizione 2019, nel quale i candidati competeranno sulla base della categoria tecnologica di riferimento (Big Data Analytics, Cloud Computing, CRM/Soluzioni per Marketing e Vendite, Internet of Things, Machine Learning e Intelligenza Artificiale, Mobile Business, Smart Working e Collaboration, Soluzioni B2b e di eSupply Chain, Soluzioni Infrastrutturali). Sono inoltre previsti Contest Settoriali e Workshop, dove verranno premiati i migliori progetti di innovazione digitale, suddivisi per settore merceologico (manufacturing & process, finance, utility & energy, Pa & Sanità, retail e altri ancora);

L’iniziativa culminerà a luglio in un evento di 2 giorni a Lazise sul lago di Garda dove, tramite veloci e mirati pitch, i membri della Giuria potranno avere un contatto diretto con i finalisti per giungere alla premiazione finale dei progetti più meritevoli. Durante i due giorni di outdoor sono programmati diversi momenti di confronto, approfondimento e networking con i numerosi CIO presenti, con diverse startup italiane, con i rappresentanti dei più innovativi centri di ricerca sul territorio e con alcuni dei principali vendor tecnologici attivi nel nostro mercato come Cisco, NetApp, Oracle, già presenti nell’edizione 2018, e Schneider Electric.

Condividere le esperienze per alimentare la trasformazione digitale

I Digital360 Awards, con le tre edizioni precedenti (dove sono state coinvolte complessivamente oltre 400 realtà, con 47 progetti premiati), mettono in luce la vera trasformazione digitale in atto nel Paese, generando un meccanismo virtuoso: “Il digitale sta trasformando profondamente il sistema imprenditoriale del nostro paese. Servono nuove idee, nuovi modelli di business e nuove competenze per cogliere le opportunità offerte dalle nuove tecnologie – ha dichiarato Andrea Rangone, Amministratore Delegato del Gruppo. I Digital360 Awards rappresentano un momento di confronto, coinvolgimento e contaminazione tra top manager e principali vendor ICT, start up, centri di ricerca, incubatori e investitori, riuscendo a dare voce con successo all’innovazione proveniente da fonti molto diverse”.

Foto di Andrea Rangone
Andrea Rangone, CEO di Digital 360

Sono tanti gli attori messi in campo per raggiungere gli obiettivi di questa iniziativa, attori che, nel corso degli anni, hanno manifestato il proprio interesse e la propria soddisfazione, come dimostrano i numerosi articoli raccolti nell’area del portale di ZeroUno dedicata ai Digital360 Awards.

La voce dei CIO

Sul versante dei CIO viene riconosciuta la possibilità di poter avere visione di un innovativo panorama applicativo e progettuale con un’Agenda, durante l’evento finale, ricca di spunti, approfondimenti, confronto e momenti di networking.

“Ritengo importante la partecipazione a iniziative come i Digital360 Awards – ha per esempio dichiarato Alessandro Campanini, Group CIO di Mediobanca – che mi mettono in contatto con gli innovatori nell’ambito finanziario e tecnologico. La valutazione dei progetti ci permette di entrare nei dettagli, ricavare idee, conoscere meglio altre rilevanti realtà aziendali nazionali. Penso sia anche un modo per dare un contributo all’innovazione dell’ecosistema aziendale italiano”.

Alessandro Campanini, Group CIO di Mediobanca

Luciano Guglielmi, CIO del Gruppo Mondadori ha sottolineato la specificità di questa iniziativa rispetto ad altre: “I Digital360 Awards hanno offerto interessanti possibilità di networking, e dalla scorsa edizione mi sono portato a casa una conoscenza sulla rivisitazione di processi in una modalità nuova. Questi incontri sono più utili dei convegni generalisti, interessanti ma con la proposta di scenari molto alti, mentre abbiamo bisogno soprattutto di pragmatismo”.

Luciano Guglielmi, CIO del Gruppo Mondadori

Il tema del networking è stato evidenziato da Massimo Pernigotti, CIO di Edison che ha ricordato come, per attuare una reale trasformazione, serva “uno scouting continuo e la partecipazione a iniziative che consentano di prendere visione di progetti o idee innovative. Una di queste sono i Digital 360 Awards, che avvicinano le startup alle grandi aziende, che hanno sempre bisogno di nuove idee per svilupparsi, innovarsi, evolversi e spesso queste nuove idee nascono nei ‘garage’ da giovani menti geniali che, con pochi fondi, hanno invece il problema di ‘scaricare a terra’ la loro idea innovativa di business. Insomma, i Digital360 Awards, come una sorta di ‘agenzia matrimoniale’, mettono in contatto realtà con esigenze diverse e complementari”.

Massimo Pernigotti, CIO di Edison

Vantaggi che vengono colti non solo dalle aziende private, ma anche dalle realtà della Pubblica Amministrazione come attesta Fabrizio Rauso, Responsabile Direzione People, Organization e Digital Transformation di Sogei: “Sono membro della giuria fin dalla prima edizione. Mi dà l’opportunità di raccogliere idee, trend, confrontarmi con le realtà startup, ingaggiarle e quindi dimostrare come anche una azienda pubblica sappia fare innovazione. Sapere cosa accade sul mercato nei diversi ecosistemi d’impresa è fondamentale per permetterci di realizzare progetti innovativi per servizi PA che siano d’aiuto per lo sviluppo della nostra economia”.

foto di fabrizio rauso
Fabrizio Rauso, Responsabile Direzione People, Organization e Digital Transformation di Sogei

La voce dei premiati

Numerose anche le attestazioni di soddisfazione giunte dai premiati delle edizioni precedenti; ne riportiamo solo una piccola parte. Riccardo Canetta, Regional Sales Director Italy, Turkey & Greece, MobileIron, per esempio, ha sottolineato l’importanza di riuscire a illustrare una soluzione innovativa, difficilmente inseribile in categorie tradizionali: “L’evento è un ottimo contesto per spiegare le caratteristiche e il valore di una soluzione innovativa; quando si propone un prodotto nuovo, diverso, che nel caso della sicurezza non ricade in categorie note quali ‘antivirus’ o ‘firewall’, il problema principale è spiegare ai clienti cosa quel prodotto è in grado di fare e quali problemi può risolvere all’interno della loro realtà aziendale. Spesso all’origine del fallimento di molte startup c’è questa difficoltà. I Digital360 Awards da questo punto di vista sono una buona occasione per riuscire in questa sfida comunicativa”.

foto di riccardo canetta durante l'executive cocktail mobile iron
Riccardo Canetta, Regional Sales Director Italy, Turkey & Greece, MobileIron

E non manca chi evidenzia, come l’iniziativa, oltre ad aprire opportunità sul versante business, rappresenti anche un importante momento di evoluzione per la soluzione presentata: “Ci ha dato molta visibilità; in Italia i Digital360 Awards iniziano a essere riconosciuti. Lato sales ci hanno permesso di trovare degli entry point, entrare in contatto con nuovi brand e attivare un dialogo con queste realtà, mentre sul piano dello sviluppo della soluzione il confronto con gli altri partecipanti e i CIO presenti ci ha fornito input interessanti per riflettere sull’ottimizzazione della soluzione, possibili sviluppi della piattaforma, linguaggi utili a trasmetterne il valore”, ha infatti dichiarato Elena Briola, VP Marketing, Cloud4Wi.

Elena Briola, VP Marketing, Cloud4Wi

Martina Casani, Direttore marketing di Entando ha manifestato il suo apprezzamento sia per le opportunità di networking sia per la qualità dei contenuti: “È stata un’esperienza fantastica, prima di tutto per la qualità delle persone che c’erano; è un format che ha davvero premiato la qualità dei partecipanti. L’atmosfera che si è creata nei due giorni di outdoor è stata un altro elemento distintivo perché tutti volevano collaborare, incontrarsi, scambiarsi opinioni; infine abbiamo molto apprezzato la scelta e la varietà dei temi trattati perché la digital transformation ha tante sfaccettature, dalle tematiche relative alle infrastrutture a quelle sullo sviluppo e di tipo organizzativo”.

Martina Casani, Direttore marketing di Entando

Ma il panorama imprenditoriale italiano non è certo fatto solo di startup innovative, ci sembra quindi significativo concludere con la dichiarazione di una consolidata realtà del mondo industriale: “È stata un’esperienza molto interessante, per un’azienda come la nostra che appartiene alla old economy – ha infatti dichiarato Manuel Boccolini, Amministratore Delegato Manini Prefabbricati – un banco di prova nuovo e molto stimolante perché di fronte ai CIO di tante aziende che sono anche nostri clienti abbiamo dimostrato di saper cavalcare la digital transformation. È stata un’occasione veramente felice per noi per condividere e contaminarci con tante altre esperienze e idee che possono aiutarci a continuare nel nostro processo di investimento e innovazione”.

Manuel Boccolini, Amministratore Delegato Manini Prefabbricati

loghi sponsor awards 2019 vero

Patrizia Fabbri

Vicedirettore di ZeroUno

Patrizia Fabbri è giornalista professionista dal 1993 e si occupa di tematiche connesse alla trasformazione digitale della società e delle imprese, approfondendone gli aspetti tecnologici. Dopo avere ricoperto la carica di caporedattore di varie testate, consumer e B2B, nell’ambito Information Technology e avere svolto l’attività di free lance per alcuni anni, dal 2004 è giornalista di ZeroUno.

Digital360 Awards 2019: torna l’Agorà dell’innovazione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4