Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

I 30 anni di SAP in Italia, le pietre miliari della sua storia

pittogramma Zerouno

News

I 30 anni di SAP in Italia, le pietre miliari della sua storia

01 Feb 2018

di Redazione

700 dipendenti, oltre 7mila clienti e un ecosistema di più di 200 partner tecnologici, è SAP Italia oggi, a 30 anni dal proprio arrivo nel nostro Paese

Esattamente 30 anni fa una società tedesca portava in Italia un approccio innovativo alla gestione del business, un modello che già stava riscuotendo successo in Germania all’insegna dell’acronimo SAP “System, Anwendungen, Produkte in der Datenverarbeitung” ossia Sistemi, Applicazioni e Prodotti nell’elaborazione dati.

In occasione del trentesimo anno di attività in Italia, SAP (fondata nel 1972 da cinque ex dipendenti IBM) ha ricordato gli importanti step della propria crescita, dal lancio del primo sistema di contabilità -RF (che poi sarebbe diventato SAP R/1), alla quotazione in Borsa (Francoforte e Stoccarda) passando per una importante espansione internazionale.

Nel nostro Paese, in questi 30 anni, un totale di oltre 7.000 aziende italiane di diverse dimensioni e appartenenti a molteplici settori tra cui Servizi e Settore Pubblico (19%), Energia e Risorse naturali (18%), Retail & Beni di Consumo (15%), Manufacturing (14%) ha scelto SAP come partner per il proprio sviluppo, tra queste, l’80% sono Pmi.

I primi clienti di SAP Italia furono, inizialmente, filiali italiane di multinazionali tedesche (come BASF, Bayer, Bosch, Hoechst e Solvay) che già nella madrepatria utilizzavano con successo le soluzioni SAP. Presto però anche le imprese italiane cominciarono a comprendere il potenziale dei prodotti SAP.

Nel 1995 venne lanciata a Milano la prima edizione di SAP Forum, l’evento dedicato all’ecosistema di partner e clienti, destinato a diventare uno degli appuntamenti di maggiore spicco all’interno della business community italiana. Il successo di SAP Italia in questi anni si misura anche in termini di dimensioni: alla fine degli anni 90 la filiale tricolore arriva a superare quota 250 dipendenti, occupando un intero edificio (il Palazzo Cassiopea) del centro direzionale Colleoni (ad Agrate Brianza), con oltre 2.500 clienti all’attivo e un fatturato nel 2000 di oltre 135 milioni di euro.

Nel 2003, il ruolo di SAP si rafforza: i dipendenti arrivano a 420, si avviano le prime iniziative di CSR (Responsabilità sociale d’impresa), come la collaborazione con AVIS, che dura ancora oggi, e aumentano i clienti che trovano in SAP un partner sempre più strategico per l’innovazione del loro business.

Nel 2005 si inaugura la prima edizione di SAP Executive Summit a Cernobbio, l’evento esclusivo che SAP Italia realizza come momento di confronto tra i rappresentanti delle Istituzioni e i business leader delle più importanti aziende italiane.

La seconda metà del primo decennio del millennio vede il lancio di mySAP.com, una nuova strategia che mirava a combinare le nascenti soluzioni per l’e-commerce con le applicazioni ERP esistenti e le nuove tecnologie web.

Che cosa è diventata Sap oggi?

Gli ultimi 10 anni di SAP sono stati probabilmente quelli di maggiore cambiamento per l’azienda. La propria strategia, tesa a preservare la propria posizione sul mercato, ha implicato, a partire dal 2010, un profondo percorso di cambiamento che ha visto adattare l’offerta del vendor alle esigenze dell’emergente economia digitale. Questa trasformazione è avvenuta sia per crescita organica che attraverso l’acquisizione di società leader nei rispettivi mercati. Le principali sono: Business Objects (2008), Sybase (2010), SuccessFactors (2012), Ariba (2012), Hybris (2013), Fieldglass (2014), Concur (2014), PLAT.ONE (2016), startup italiana e prima acquisizione di SAP nel nostro Paese, e Gigya (2017).

Dal punto di vista dell’innovazione sviluppata internamente, è stata lanciata SAP HANA, il database in memory che ha rivoluzionato il modo di raccogliere, gestire e analizzare i dati aziendali. I due principali vantaggi di questa piattaforma sono stati la velocità di elaborazione e la riduzione dello spazio di archiviazione.

Sempre nel 2010, SAP Italia ha trasferito la propria sede principale all’Energy Park di Vimercate a conferma del forte impegno a favore della sostenibilità e della tutela ambientale. La sede di SAP Italia è stata infatti uno dei primi edifici certificati Platinum Leed nel nostro Paese. L’anno successivo viene inaugurata la nuova sede di Roma. I dipendenti di SAP Italia sono ora 550 e i clienti sono più di 3.500, con un fatturato che supera i 306 milioni di euro.

Un altro passo importante nella recente offerta di SAP è costituito dallo sviluppo di soluzioni cloud. SAP ha sempre promosso la possibilità per il cliente di poter scegliere la modalità attraverso cui accedere al software: cloud, on-premise o ibrido. Ecco perché dal 2010 in poi ha puntato con decisione su un’offerta disponibile in cloud.

Nel 2012, Luisa Arienti è nominata Amministratore Delegato di SAP Italia. Sono gli anni della digital transformation e SAP può vantare SAP HANA con tutta la potenza del real time.

Secondo Luisa Arienti: “Siamo nell’era dell’economia digitale e le aziende italiane vogliono farsi trovare pronte, ne va della loro competitività a livello globale. È un aspetto che non riguarda solo le grandi aziende, c’è grande fermento anche tra le piccole e medie imprese. Stiamo percependo che il lavoro di specializzazione e diversificazione che abbiamo svolto negli ultimi anni sta ottenendo il giusto riconoscimento dai nostri clienti, che ci considerano un partner strategico con cui affrontare il viaggio verso l’economia digitale. Senza dubbio, stiamo vivendo uno dei migliori momenti della nostra storia, a 30 anni di distanza, con una crescita costante e sostenuta, e siamo nella posizione di poter continuare nella nostra leadership per i prossimi decenni. SAP ha già la tecnologia pronta per accompagnare le aziende nell’adozione di nuovi scenari come l’Artifical Intelligence, la Blockchain, il Machine Learning, che già da quest’anno arriveranno a un livello di maturità tale che ci permetterà di raccontare nuovi casi di applicazione”.

Nel 2015 arriva SAP S/4HANA, la business suite di ultima generazione, adottata da aziende di diverse dimensioni e settori.

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti.

I 30 anni di SAP in Italia, le pietre miliari della sua storia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4