Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Telecom Italia: la Nuvola Italiana cresce

pittogramma Zerouno

Telecom Italia: la Nuvola Italiana cresce

13 Dic 2011

di Rinaldo Marcandalli

Nuovi servizi offerti da Nuvola Italiana, il cloud Telecom, che a un anno dal lancio dichiara più di mille contratti e clienti come Monte dei Paschi, Comune di Milano, Banca Carige e Ospedale Le Molinette

Telecom Italia fa un nuovo passo avanti nel proporsi come azienda di riferimento nel settore dei servizi oltre che delle infrastrutture: “Offrendo alle imprese soluzioni tecnologiche avanzate a costi contenuti e favorendo innovazione, efficienza e competitività nel Paese”, dice Simone Battiferri, direttore Top Clients di Telecom Italia.
La Nuvola italiana di Telecom ha già un backlog di mille e più contratti, case history come Monte dei Paschi, Comune di Milano, Banca Carige, Ospedale Le Molinette, un sito con oltre 184.000 utenti. E si posiziona come “un mix di tecnologie informatiche e di rete a supporto della virtualizzazione dei servizi che servono all’applicazione”, precisa Battiferri; pensiamo a un puzzle a tre componenti, in cui l’applicazione si innesta su una piattaforma mista tecnologie It e Tlc.
A distanza di un anno dal lancio, Nuvola Italiana annuncia nuovi servizi e applicazioni: Nuvola It Virtual Desktop, Nuvola It Mobile Apps e Nuvola It Data Space, arricchendo ulteriormente il suo portafoglio di offerta nell’ambito cloud. Con Nuvola It Virtual Desktop è la soluzione infrastrutturale che consente alle aziende di implementare la virtualizzazione dei desktop all’interno del proprio ambiente, facendo risiedere l’intero parco desktop sui server situati presso i data center di Telecom Italia. Nuvola It Mobile Apps è una soluzione completa che combina: device mobili adeguati alle esigenze aziendali; il profilo di traffico dati mobile stimato in relazione alle Mobile AppS che l’azienda sceglie di implementare; le componenti applicative nella nuvola italiana per la componente server; i servizi a supporto (per esempio assistenza personalizzabile, gestione integrata degli apparati e delle applicazioni ecc.). Nuvola It Data Space offre lo spazio necessario per archiviare e conservare i propri dati pagando solo quanto effettivamente utilizzato (pay as you go), con la possibilità di variarne la quantità automaticamente; basato sulla piattaforma Atmos di Emc, il servizio offre la massima garanzia di sicurezza nella conservazione dei dati.
Pur in uno scenario economico che non cresce, Battiferri individua oasi di crescita proprio in servizi cloud, sicurezza e banda larga: il business “stramaturo” dei dispositivi Tlc ha ormai fatturato decrescente e risicata marginalità; le infrastrutture mantengono una marginalità pur con fatturati (meno) decrescenti. È sui servizi cloud e la sicurezza che si vedono i due digit di crescita, oltre il 20% per i servizi cloud. Nel software le crescite restano interessanti ma si spostano dalle licenze all’uso a pagamento, il trend va verso il “powered by” offerto dai vendor a Telco e cloud provider. Area di investimento per cloud provider come Telecom è anche la gestione dei virtual desktop.
Telecom lancia infine anche la community Cloud people.it per diffondere la cultura del cloud: uno spazio ove reperire notizie sempre aggiornate e condividere informazioni.

Rinaldo Marcandalli
Giornalista

Consulente aziendale e giornalista. 40+ anni di esperienza nello sviluppo software, laboratorio IBM e field, nelle telecomunicazioni prima e poi nelle applicazioni e nel governo del Dipartimento It. Esperienze sul campo in settori bancario, in particolare interbancario, assicurativo e pubblica amministrazione. Da 20+ anni segue prima da consulente e poi come giornalista l’evoluzione dei processi nei settori e da 10+ anni la loro trasformazione progressiva al digitale, specializzandosi nello studio della riorganizzazione agile, digitale e smart delle Aziende.

Articolo 1 di 4