Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Servizi personalizzati e innovativi, la ricetta di Data Management Hrm

pittogramma Zerouno

Servizi personalizzati e innovativi, la ricetta di Data Management Hrm

Professionisti in grado di analizzare le problematiche dei clienti e di proporre le soluzioni tecnologiche più adatte alle loro esigenze. Diverse modalità di fruizione disponibili. Servizi sempre più diversificati. Così la società It aiuta le aziende ad affrontare uno scenario economico e competitivo sempre più complesso.

09 Lug 2012

di Riccardo Cervelli

Aziende di medie e grandi dimensioni, operanti in diversi settori. È a queste tipologie di clienti che Data Management Hrm propone soluzioni personalizzabili, avanzate, integrate e fruibili via web in modo nativo. Si va dalla gestione e  sviluppo risorse umane al payroll, dal budget dei costi del personale alla gestione presenze/assenze e trasferte, per arrivare agli adempimenti fiscali, previdenziali e contributivi (Libro Unico del Lavoro, F24, 730, 770, ecc.). I clienti possono scegliere soluzioni gestite in-house o optare per la gestione in outsourcing del processo amministrativo, fino al Bpo-Business Process Outsourcing completo.

Quali sono i principali punti di forza della società? “I 40 anni di esperienza alle spalle  – risponde Luca Maria Scanu, direttore generale – valorizzati dalla professionalità e competenza dei nostri 500 specialisti, capaci di analizzare le diverse aziende e proporre opportunità tecnologiche personalizzate per aumentare l’efficacia e l’efficienza della direzione Hr, di garantire la massima affidabilità normativa delle nostre soluzioni e la capacità di risposta alle linee di business”.

Di fronte ad uno scenario complesso, dove accanto alla crisi economica si devono considerare anche i trend di globalizzazione, di fusioni ed acquisizioni, l’emergere di nuove professioni e il bisogno di identificare e trattenere talenti, secondo Scanu, una prima leva per la Direzione Hr è l’outsourcing. “Gestire il capitale umano affidandosi a professionisti esterni consente di liberare le energie delle persone chiave e accedere a competenze e risorse non disponibili internamente. I risultati di una ricerca svolta in collaborazione con Gidp (Gruppo Intersettoriale dei Direttori del Personale) indicano un aumento della domanda di outsourcing nell’area del Personale e un ampliamento del perimetro dei servizi forniti: non più solo payroll e presenze, ma anche trasferte, budget, BI, formazione e percorsi di carriera. Altro dato interessante emerso dall’indagine è che le aziende che danno maggior rilevanza alla personalizzazione risultano anche le più soddisfatte del servizio”.

Considerate le tematiche trattate, è naturale attendersi un’attenzione particolare alla sicurezza. “Lavoriamo con clienti che operano in settori quali la Difesa e la Finanza per i quali la sicurezza è un tema di massima importanza”, sottolinea Scanu. “Abbiamo effettuato investimenti significativi e oggi disponiamo di tre Internet Data Center, propri e di partner riconosciuti, dotati di una vasta gamma di sicurezze logiche e fisiche e di servizi di disaster recovery. Inoltre Data Management possiede la certificazione internazionale Iso/Iec 27001:2005 che si aggiunge alla Iso 9001 già da tempo presente”.

Parliamo di innovazione. La dematerializzazione è un’area su cui le aziende possono fare ancora molto per ridurre costi e recuperare efficienza. “Penso al portale dei dipendenti che stiamo sviluppando per una delle più grande aziende di telefonia in Europa attraverso il quale verrà gestita digitalmente in outsourcing tutta la documentazione inerente l’intero processo Hr del loro personale”, dice Scanu. Tra le altre novità che Data Management Hrm ha in serbo per il prossimo futuro, infine – conclude il direttore generale – “figurano soluzioni innovative per la gestione delle risorse umane in un’ottica social network e soluzioni sempre più estese per accedere ai nostri servizi applicativi tramite dispositivi mobili”.

Riccardo Cervelli

Giornalista

Nato nel 1960, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Servizi personalizzati e innovativi, la ricetta di Data Management Hrm

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4