Cloud Ue, Bt si aggiudica nuovi contratti

pittogramma Zerouno

Cloud Ue, Bt si aggiudica nuovi contratti

Siglati due accordi quadro per la fornitura di servizi cloud pubblici e privati a 52 primarie istituzioni, agenzie e organismi europei.

20 Gen 2016

di Redazione

Bt ha sottoscritto due nuovi contratti con la Commissione Europea per la fornitura di servizi cloud pubblici e privati a 52 primarie istituzioni, agenzie e organismi europei, fra cui anche il Parlamento Europeo, il Consiglio Europeo e l’Agenzia Europea per la Difesa. Entrambi i contratti quadro, assegnati nel dicembre scorso, avranno durata quadriennale e un valore totale di oltre 24 milioni di euro. Con la loro entrata in vigore, Bt implementerà i servizi cloud privati concordati e diventerà uno dei cinque provider in lizza per progetti cloud pubblici.

Si tratta rispettivamente del terzo e quarto contratto quadro siglato dal brivider inglese con la Commissione Europea nel 2015, tutti aggiudicati mediante bandi di gara pubblici.

La piattaforma tecnologica personalizzata che sottende la soluzione Bt rispetta gli standard Ue in materia di conformità, sicurezza e privacy, coniugando la velocità e l’agilità dei cloud pubblici al controllo e alla sicurezza dei cloud privati.

WHITEPAPER
Storage: aumentare prestazioni, scalabilità ed efficienza a costi contenuti
Storage
Cloud storage

I servizi saranno ospitati in diversi data center sicuri dislocati sul territorio dell’Unione Europea. Questi servizi saranno integrati e gestiti attraverso Compute Management System (CMS) del provider, un portale unico federato in grado di erogare i servizi It richiesti dagli utenti in qualsiasi parte del mondo.

Lo scorso Agosto, Bt si è aggiudicata un altro accordo quadro da 15,2 milioni di euro con la Commissione Europea per la fornitura di servizi voce a 21 primarie istituzioni, agenzie a organismi comunitari per la durata di sette anni. L’accordo ha fatto seguito ad un importante contratto quadro quinquennale sottoscritto a Marzo del 2015 del valore massimo di 55,7 milioni di euro per la fornitura di accesso internet dedicato a tutte le principali istituzioni, agenzie e enti europei dei 28 Stati membri.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Argomenti trattati

Approfondimenti

I
It Service Management
P
Privacy
S
Servizi It
Cloud Ue, Bt si aggiudica nuovi contratti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 3