Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Siemens Plm, i gemelli virtuali per un nuovo approccio al product engineering

pittogramma Zerouno

Siemens Plm, i gemelli virtuali per un nuovo approccio al product engineering

08 Set 2016

di Cristina Mazzani

La nuova suite di prodotti dell’azienda, denominata Simcenter, offre una visione integrata e multidisciplinare per ingegnerizzare prodotti e sistemi sofisticati. Tra le novità, la possibilità di utilizzare i digital twins, ossia prodotti virtuali identici a quelli fisici, per ottenere previsioni realistiche delle prestazioni future.

L'analisi predittiva rappresenta ormai un elemento imprescindibile nell'ambito della progettazione industriale in ambienti di sviluppo complessi, in realtà (sempre più diffuse) cioè dove si studiano  prodotti intelligenti che integrano funzioni meccaniche abbinate a elettronica e software, utilizzando nuovi materiali e innovativi metodi di produzione e così via.

“Vogliamo essere a fianco dei nostri clienti – ha dichiarato Franco Megali, Managing Director Italy and Mea di Siemens Industry Software – proponendo una innovativa vision del product engineering che promuova nuovi business model che consentano loro di continuare a essere competitivi. In tale ottica, con Simcenter non ci limitiamo a offrire un prodotto per l'analisi e i test”.

Franco Megali, Managing Director Italy and Mea di Siemens Industry Software

Questa suite lanciata dalla divisione Plm (Product Lifecycle Management) di Siemens integra simulazione e test con funzionalità intelligenti di reportistica e analisi per sviluppare 'digital twins' (gemelli virtuali dei prodotti che si stanno realizzando, vere e proprie copie di quelli fisici, ndr) in grado di anticipare in modo preciso le prestazioni dei prodotti in tutte le fasi del processo di sviluppo.

 “Abbiamo compiuto un grande passo verso il Predictive Engineering Analytics – ha continuato Megali – offrendo al nostro utente finale una visione integrata dei dati, che implica anche lo sfruttamento dei big data, ossia di tutte quelle informazioni che possono essere rese disponibili dall'Industrial Internet of Things. In questo modo i ‘gemelli virtuali’, vere e proprie copie dei prodotti fisici, saranno ancora più realistici e potranno adattarsi, per esempio, anche a condizioni di impiego mutevoli. Il tutto per ottenere previsioni sempre più utili e realistiche delle prestazioni dei prodotti stessi”.

Pavel Goncharov, 3D Cae Portfolio and Business Development Manager, Emea di Siemens Plm Software

“Simcenter – ha continuato Pavel Goncharov, 3D Cae Portfolio and Business Development Manager, Emea di Siemens Plm Software – è un portafoglio di soluzioni che consente un approccio nuovo all'ingegnerizzazione di prodotto. Tra i punti di forza della soluzione vi è la capacità di analisi combinata di più aspetti che agevola la collaborazione tra team; inoltre possiamo vantare una grande expertise che ci permette di proporre verticalizzazioni. Abbiamo anche lavorato, oltre che sulla user experience, sull'apertura e sulla scalabilità del prodotto per garantire la massima flessibilità possibile ai nostri clienti”.

Simcenter integra diverse tecnologie di simulazione e collaudo – anche frutto di recenti acquisizioni strategiche quali Lms e Cd-adapco – nello specifico: meccanica computazionale dei solidi (Csm) e analisi a elementi finiti (Fea), fluidodinamica computazionale (Cfd), dinamica dei sistemi multicorpo, controlli, test, visualizzazione, esplorazione di progetti multidisciplinari e data analytics. Inoltre, all'interno dell'offerta, vi è Simcenter 3D (basata sulla piattaforma software Nx di Siemens) che mette a disposizione un ambiente unificato ed estensibile per il Cae (Computer-aided engineering) 3D legato a progettazione, simulazione 1D, test e gestione dei dati.

Cristina Mazzani
Giornalista

Giornalista dal 1996, si è sempre occupata di tematiche tecnologiche, scrivendo per riviste dedicate al mondo B2B e al canale di distribuzione Ict. In alcuni periodi ha affiancato a questa attività collaborazioni per quotidiani e testate attivi in altri settori. Dal 2013 lavora con ZeroUno.

Siemens Plm, i gemelli virtuali per un nuovo approccio al product engineering

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4