Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

La lista di cose da fare per difendersi dal malware

pittogramma Zerouno

News

La lista di cose da fare per difendersi dal malware

10 Gen 2018

di Redazione

I 6 consigli di G Data che garantiscono agli internauti la possibilità di essere più protetti rispetto al cybercrime

Il ransomware e i troyan bancari sono solo due tipi di malware che i cybercriminali continueranno ad utilizzare per attaccare gli utenti Internet nel 2018.

“I buoni propositi per gli utenti Internet nel 2018 dovrebbero includere un controllo dello stato della sicurezza dei propri computer e l’apporto di eventuali miglioramenti. Senza dimenticare i propri dispositivi mobili, altrimenti sarà comunque facile per i criminali carpire contatti, fotografie o dati personali” ha sottolineato Tim Berghoff, G Data Security Evangelist. Ma ecco i buoni propositi da segnare in agenda per cercare di affrontare in sicurezza informatica questo nuovo anno.

I 6 buoni propositi da attuare per difendersi dal cybercrime

Ecco le cose fondamentali che gli internauti dovrebbero fare per iniziare a occuparsi della propria sicurezza IT:

  • installare una suite di sicurezza: su ogni PC e dispositivo mobile dovrebbero essere installati software di sicurezza avanzati. Questi proteggono con efficacia da malware e da altre minacce online e devono essere regolarmente aggiornati. Nel caso di scadenza della licenza, questa dovrebbe essere estesa o rinnovata immediatamente;
  • installare tutti gli aggiornamenti: gli aggiornamenti disponibili per ogni sistema operativo e qualsiasi applicazione in uso su PC e dispositivi mobili dovrebbero essere installati. I programmi datati che non vengono più aggiornati dai produttori dovrebbero essere cancellati ed eventualmente sostituiti da nuovi software;
  • eliminare account online che non sono più necessari: gli utenti internet possiedono un numero elevato di account sulla rete, che siano piattaforme di pagamento online, social network, negozi online o servizi e-mail. Per riuscire a minimizzare il rischio di furto dei dati personali, è utile fare chiarezza di tanto in tanto cancellando account che non sono più necessari;
  • cambiare password: gli utenti dovrebbero periodicamente cambiare le password dei propri account online e utilizzarne una differente per ogni servizio. Una password valida è composta da una sequenza casuale di caratteri maiuscoli e minuscoli e da cifre. Quando si devono gestire diverse password, un Password Manager può risultare utile;
  • fare il backup di dati importanti: un backup assicura di essere in possesso di una copia di tutti i dati, come per esempio foto o video di famiglia o documenti aziendali. Anche creare un’immagine di sistema può essere un metodo per eseguire un backup del disco rigido con tutti i programmi installati. Le soluzioni di sicurezza avanzate, come G Data Internet Security o Total Security per i consumatori e piccoli professionisti, includono un modulo di backup, eliminando la necessità di acquistare un software aggiuntivo;
  • applicazioni solo da fonti sicure: le applicazioni per smartphone dovrebbero essere scaricate unicamente da fonti fidate, quali Google Play per Android, App Store per Apple, o da fornitori e produttori di dispositivi. In particolare, bisognerebbe analizzare con cura le autorizzazioni richieste dalle applicazioni.

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
Backup
R
Ransomware

Una replica a “La lista di cose da fare per difendersi dal malware”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 4