HPC: as a service le soluzioni HPE per i workload più impegnativi | ZeroUno

HPC: as a service le soluzioni HPE per i workload più impegnativi

pittogramma Zerouno

News

HPC: as a service le soluzioni HPE per i workload più impegnativi

HPE offrirà inizialmente un servizio HPC basato sui sistemi HPE Apollo, combinato con le tecnologie di storage e di rete, costruite appositamente per l’esecuzione di workload di modellazione e simulazione, in futuro prevede di rendere disponibile il resto del suo portafoglio HPC con offerte di servizi as-a-service

23 Dic 2020

di Redazione

HPE ha lanciato nuovi servizi GreenLake per HPC progettati per consentire a qualsiasi impresa di eseguire i workload più impegnativi in termini di calcolo e di dati, per alimentare le attività di intelligenza artificiale e machine learning, velocizzare l’estrazione di informazioni e creare nuovi prodotti ed esperienze attraverso una piattaforma as-a-service flessibile, che i clienti potranno gestire in sede o in una struttura di colocation. In particolare, tali servizi sono stati pensati per combinare la potenza di un’esperienza cloud agile, elastica e pay-per-use con i sistemi HPC di HPE più collaudati. Gli utenti potranno ordinarli autonomamente attraverso un portale dedicato, grazie al quale, con semplici funzioni point-and-click, potranno scegliere la configurazione giusta per le loro esigenze di workload, e ricevere i servizi in soli 14 giorni.

Il mercato HPC e il ruolo HPE

Secondo Intersect360 Research, il mercato HPC crescerà di oltre il 40%, raggiungendo quasi 55 miliardi di dollari di fatturato entro il 2024, per sostenere la crescita continua dei dati, compresi quelli provenienti da applicazioni e endpoint emergenti, come i modelli di apprendimento automatico AI e i dispositivi edge, per elaborare e analizzare i dati in modo efficiente.

WHITEPAPER
Transizione 4.0 e PNRR: incentivi e agevolazioni, tutto quello che c'è da sapere

Tuttavia, l’implementazione e la gestione tradizionale dei sistemi HPC è costosa, complessa e richiede molte risorse. Secondo Hyperion Research i principali ostacoli riguardano i costi di sistema, i costi operativi relativi all’alimentazione e al raffreddamento e la mancanza di personale tecnico HPC qualificato.

HPE vuole semplificare drasticamente questa esperienza accelerando l’implementazione dei progetti HPC del 75% e riducendo le spese in conto capitale fino al 40%, offrendo il suo portafoglio HPC attraverso i servizi cloud HPE GreenLake. Le aziende possono implementare questi servizi in qualsiasi ambiente di data center, sia on-premises nella propria azienda che in una struttura di colocation, e ottenere servizi completamente gestiti che consentono di pagare solo ciò che utilizzano, permettendo loro di concentrarsi sulla gestione dei propri progetti e accelerando l’innovazione.

“La massiccia crescita dei dati, insieme all’Intelligenza Artificiale e agli high performance analytics – ha dichiarato Peter Ungaro, senior vice president e general manager, HPC e Mission Critical Solutions (MCS), di HPE – sta portando ad un aumento del bisogno di HPC in aziende di tutte le dimensioni, dalle Fortune 500 alle startup. Stiamo trasformando il mercato fornendo soluzioni HPC leader di settore sotto forma di servizi semplificati e preconfigurati che riducono i costi e migliorano la governance, la scalabilità e l’agilità attraverso HPE GreenLake. Questi servizi cloud HPC consentono a qualsiasi impresa di accedere alle più potenti capacità HPC e AI e di ottenere maggiori informazioni, grazie alle quali potenzierà la sua capacità di far progredire la ricerca e di ottenere risultati significativi per i clienti”.

HPE GreenLake Cloud Services per HPC

HPE offrirà inizialmente un servizio HPC basato sui sistemi HPE Apollo, combinato con le tecnologie di storage e di rete, costruite appositamente per l’esecuzione di workload di modellazione e simulazione. Il servizio sfrutta anche un software HPC dedicato alla gestione dei workload HPC, il supporto per container e orchestration specifici per piattaforme HPC e, infine, la gestione e il monitoraggio dei cluster HPC. In futuro, HPE prevede di rendere disponibile il resto del suo portafoglio HPC con offerte di servizi as-a-service.

I clienti possono scegliere questi pacchetti tra configurazioni piccole, medie o grandi e beneficiare di un servizio completamente gestito da HPE.

Come parte dell’offerta, i clienti otterranno le seguenti funzionalità per gestire, distribuire e controllare facilmente i costi dei loro servizi HPC: HPE GreenLake Central (che offre ai clienti una piattaforma software avanzata per gestire e ottimizzare i loro servizi HPC); HPE Self-service dashboard (consente agli utenti di eseguire e gestire i cluster HPC da soli, senza interrompere i workload); HPE Consumption Analytics fornisce un’analisi riepilogativa dell’utilizzo e dei costi basata sulla misurazione tramite HPE GreenLake; infine, HPC, AI & App Services standardizza e confeziona i workload HPC in container, facilitando la modernizzazione, il trasferimento e l’accesso ai dati. Il processo di fabbrica è sfruttato da esperti per spostare rapidamente le applicazioni in una piattaforma di container secondo necessità.

HPC esempi di casi d’uso

Zenseact, sviluppatore di software per soluzioni di guida autonoma con sede in Svezia e in Cina, utilizza le soluzioni HPC di HPE as-a-service attraverso HPE GreenLake per la modellazione e la simulazione volta ad analizzare le centinaia di petabyte di dati che viene generata a livello globale dalla sua rete di veicoli di prova e dai suoi centri dedicati allo sviluppo software. Queste soluzioni aiutano a perseguire la missione di Zenseact nel modellare e simulare esperienze di guida autonoma, con il fine di sviluppare software evoluti a supporto della sicurezza dei conducenti.

“In Zenseact, la nostra missione – ha dichiarato Robert Tapper, CIO di Zenseact – è quella di migliorare i sistemi avanzati di assistenza alla guida e di guida automatica per creare soluzioni affidabili e flessibili che spingano l’innovazione tecnologica e trasformino l’esperienza di guida. Implementando le soluzioni as-a-service di high-performance computing di HPE con HPE GreenLake, stiamo perseguendo la nostra missione eseguendo 10.000 simulazioni al secondo, basate sui dati di guida delle nostre test car, per migliorare le informazioni estratte da essi, per lo sviluppo dei software e per consentire la sicurezza dei veicoli autonomi”.

Altri esempi di casi d’uso aziendale includono: la possibilità di costruire automobili più sicure, le case automobilistiche possono modellare e testare le funzioni dei veicoli per migliorare i progetti, dalla simulazione dell’efficacia dei tipi di gomma negli pneumatici all’esecuzione di simulazioni di incidenti per testare l’impatto in merito a potenziali lesioni di conducenti e passeggeri. Inoltre è possibile migliorare la produzione con materiali sostenibili in quanto la simulazione viene utilizzata per scoprire nuovi materiali sostenibili per sostituire i packaging in alluminio e plastica, al fine di aumentare l’efficienza e ridurre i costi; prendere decisioni critiche immediate nel mercato finanziario poiché gli analisti finanziari possono prevedere tendenze e scambi di titoli critici, e persino migliorare la gestione del rischio, in millisecondi, in un ambiente di servizi finanziari in rapida evoluzione, dove è fondamentale una visione rapida e accurata; far progredire la ricerca farmacologica dato che gli scienziati dei laboratori di ricerca e delle aziende farmaceutiche possono eseguire complesse simulazioni per capire le interazioni biologiche e chimiche che possono portare a nuove terapie farmacologiche per la cura delle malattie; infine, l’esecuzione di simulazioni, in combinazione con analisi sismiche dedicate, può aumentare la scoperta e l’accuratezza dei giacimenti petroliferi, riducendo al contempo i rischi e i costi complessivi per la sicurezza dell’esplorazione, identificando quando e dove trivellare per il petrolio.

L’ecosistema di partner

HPE ha un robusto ecosistema di partner HPC per aiutare le imprese a implementare facilmente soluzioni per qualsiasi esigenza di lavoro, in qualsiasi ambiente di data center. I partner includono in primo luogo colocation Facilities in modo che i clienti possano liberare i propri immobili scegliendo di installare i propri sistemi HPC e le proprie attrezzature in una struttura di co-locazione e utilizzare i propri servizi a distanza attraverso HPE GreenLake. I partner di co-locazione HPE per le implementazioni HPC, che forniscono data center scalabili ed efficienti dal punto di vista energetico, comprendono atNorth (precedentemente Advania Data Center), CyrusOne e ScaleMatrix.

L’ecosistema di partner HPE comprende poi Independent Software Vendors (ISV): HPE collabora con partner come Activeeon, Ansys, Core Scientific e TheUberCloud per fornire soluzioni al fine di ottimizzare una serie di esigenze di applicazioni software, automazione, intelligenza artificiale, analisi e blockchain verso computer-aided engineering (CAE) e computer-aided design (CAD), che sono fondamentali per migliorare il time-to-market per la produzione, l’ingegnerizzazione e la progettazione dei prodotti.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

HPC: as a service le soluzioni HPE per i workload più impegnativi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4