Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Digital Network Architecture, la risposta di Cisco all’esigenza di far evolvere le reti

pittogramma Zerouno

Digital Network Architecture, la risposta di Cisco all’esigenza di far evolvere le reti

28 Feb 2017

di Redazione

Tassi di crescita del fatturato e dei profitti raddoppiati o addirittura triplicati, abbandonando le reti tradizionali e implementando nuove tecnologie di virtualizzazioni e sicurezza: è quanto afferma Idc in una ricerca commissionata da Cisco. Il vendor ha presentato una nuova piattaforma hardware e servizi di rete virtuali che estendono la virtualizzazione verso le filiali

Cisco ha commissionato una ricerca a Idc per indagare lo stato di maturità delle reti delle aziende internazionali, ne emerge una situazione in rapida evoluzione. Tra i primi risultati infatti si legge che le aziende riconoscono la necessità di compiere investimenti sul fronte dell’evoluzione al digitale delle proprie reti (45% del campione) rendendosi conto che quanti hanno già intrapreso tale percorso hanno ottenuto un tasso di crescita di 2 o 3 volte maggiore in termini di fatturato, profitti e fidelizzazione del cliente, potendo intraprendere il doppio delle iniziative di trasformazione digitale di quando utilizzava reti tradizionali (progettate solo per fornire connettività che però faticano a contrastare le complesse minacce informatiche e non rispondono per esempio alle esigenze che nascono dall’IoT, dall’uso di applicazioni cloud eccetera). E questo vale per tutte le realtà, siano essere grandi o piccole. È interessante notare invece che le differenze vi sono ma dal punto di vista geografico: il Nord America attualmente ha il più elevato livello di maturità della rete, mentre l'Asia Pacifico e l’America Latina il più basso. I paesi più maturi sono il Regno Unito, gli Stati Uniti e l’Australia. Tuttavia, le previsioni indicano che il balzo più significativo potrà verificarsi nelle economie emergenti, come India, Cina e Messico.

Cisco Digital Network Architecture risponde alla crescente necessità delle aziende di innovare le proprie reti offrendo due elementi fondamentali: virtualizzazione della rete e sicurezza integrata. Cisco ha infatti presentato una nuova piattaforma hardware e servizi di rete virtuali che estendono la virtualizzazione verso le filiali, oltre a una nuova soluzione che consente ai clienti di virtualizzare il proprio perimetro di rete e di estenderlo ai centri di colocation, permettendo la segmentazione definita dal software lungo tutta la rete -dalla rete all’endpoint fino al cloud – con piena visibilità delle applicazioni.

Nello specifico, Cisco ha presentato: Enterprise Network Functions Virtualization (Nfv), una tecnologia emergente che permette di incrementare la flessibilità e l'agilità delle postazioni remote, virtualizzando le reti delle filiali. E per permettere ai clienti di accelerare l’adozione di Enterprise Nfv, Cisco ha introdotto una nuova piattaforma appositamente studiata per le filiali, Cisco Enterprise Network Compute System (Encs 5400 Series). Encs consente alle filiali diversi servizi di rete tra cui il routing, la sicurezza e l’ottimizzazione Wan.

Per quanto riguarda la virtualizzazione del perimetro di rete, è stata presentata la soluzione Cisco Secure Agile Exchange  che permette alle aziende di connettere, in modo dinamico, clienti, dipendenti e partner che utilizzano i servizi di rete virtuali on demand.

Le nuove funzioni di sicurezza invece sono: Cisco Identity Services Engine (Ise) – che fornisce visibilità e controllo degli utenti e dei dispositivi connessi in rete; Ise 2.2 offre una visibilità molto più approfondita delle applicazioni sugli endpoint, incluso il rilevamento del comportamento anomalo; offre inoltre un controllo più granulare con la possibilità di definire gruppi di impostazioni "Defcon" che permettono ai clienti di predisporre opportunamente la loro risposta alle minacce più gravi – e Cisco TrustSec che offre segmentazione definita dal software per isolare gli attacchi e limitare la diffusione delle minacce nella rete. Questa segmentazione consente di aggiornare il cambiamento delle policy di security il 98% più velocemente rispetto ai metodi tradizionali, con una riduzione dell'80% dell’impegno operativo necessario. TrustSec 6.1 è attualmente disponibile per tutte le soluzioni networking enterprise di Cisco e si integra con Cisco Aci. Con queste innovazioni, TrustSec consente la segmentazione dinamica di qualsiasi punto della rete, dal perimetro al data center fino al cloud.

Per accompagnare i clienti nel complesso cammino verso una rete digitale-ready, Cisco ha messo a punto una serie di nuovi strumenti e servizi. Gli strumenti di assessment della rete aiuteranno i clienti a comprendere a che punto del percorso si trovano, a tracciare una tabella di marcia e a comprendere i benefici di business che possono ottenere proseguendo nel loro percorso verso una piena maturità della rete. Cisco ha anche introdotto nuovi servizi di consulenza dedicati all’architettura Dna (Dna Advisory Services) per offrire alle aziende consigli preziosi che consentano loro di formulare una strategia unica per mappare direttamente le loro aspirazioni digitali.

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti. Lo scopo di questa evoluzione va ricercato nell’esigenza di creare molteplici opportunità di trasmissione di informazioni e di confronti con operatori e aziende sul mercato per monitorare nel concreto le criticità le aspettative, i progetti Ict realizzati per supportare lo sviluppo del business d’impresa. Target: CIO (Chief Information Officer), responsabili di sistemi informativi, manager IT e manager business di funzione, consulenti.

Articolo 1 di 5