Dynamics Nav 2013 scommette su integrazione e usabilità. Cloud in vista | ZeroUno

Dynamics Nav 2013 scommette su integrazione e usabilità. Cloud in vista

pittogramma Zerouno

Dynamics Nav 2013 scommette su integrazione e usabilità. Cloud in vista

Presentata anche in Italia la nuova major release del pacchetto gestionale, mirata a facilitare l’interoperabilità con Excel e SharePoint, l’accessibilità da web e il systems management. Il caso dell’early adopter italiano Alpewa.

05 Dic 2012

di Daniele Lazzarin

Poche settimane dopo il lancio internazionale, Microsoft ha presentato anche in Italia Dynamics Nav 2013, nuova major release del suo sistema Erp per piccole e medie aziende, con nuove funzionalità di business e miglioramenti in chiave di systems management e usabilità.

Giovanni Stifano, direttore partner e Dynamics di Microsoft Italia

“Nel mondo, Nav ha 92mila aziende utenti e un ecosistema di 3500 partner: in Italia i partner sono un centinaio, ma quelli principali, che hanno un rapporto diretto e continuativo con Microsoft, sono circa 30 e sviluppano l’80% del business nel nostro Paese – spiega Giovanni Stifano, direttore partner e Dynamics di Microsoft Italia -. Date le particolarità del tessuto industriale italiano, qui Nav va considerata una soluzione per medie aziende, ideale in particolare come ‘second tier’, cioè come sistema Erp per divisioni o filiali di grandi aziende che hanno già un Erp su scala enterprise”.

Tornando alle migliorie della nuova release, quelle funzionali riguardano soprattutto le aree produttività individuale, financial management, warehouse management e supply chain management. Nel primo campo si evidenzia l’interfaccia ancora più simile a Office, con ridisegno automatico in funzione del ruolo e dell’operazione in svolgimento, e una più stretta integrazione con Excel per facilitare il reporting; nel secondo la gestione più snella della pianificazione di cash flow e delle transizioni al variare delle aliquote Iva; nel warehouse management le funzioni di visualizzazione grafica come Item Availability by Timeline and Event, e nell’Scm il modulo nativo di gestione dell’assemblaggio.

Passando al systems management, Nav 2013 ha due nuovi tipi di client oltre a quello classico Windows ‘on premise’: uno web, che permette di fruire di gran parte del sistema da browser, e uno basato su SharePoint per condividere report e funzioni grafiche. Vanno aggiunti all’elenco, End-User Charting (funzioni di configurazione di grafici role-based semplificate per l’utente finale), installazione semplificata, e nuovi tool di Server Administration e di sviluppo (Windows PowerShell, basato su .Net).

Infine il cloud: Nav 2013 è tecnicamente pronto, e infatti è già disponibile presso alcuni partner su Azure, per la piattaforma cloud di Microsoft. Nei prossimi mesi poi verrà annunciato Nav Azure, quindi Microsoft offrirà Nav in cloud anche direttamente.

Microsoft ha anche presentato il caso di un cliente italiano early adopter di Nav 2013: Alpewa, azienda di Bolzano che produce coperture per facciate metalliche e lattoneria, con 50 milioni di euro di fatturato e 70 dipendenti di cui 35 utenti di Nav. Una realtà in rapida crescita, senza responsabile It interno e con server farm esternalizzata; già utente di Nav dal 2005 è interessata alle nuove funzioni di Nav 2013, e in particolare ai nuovi client web e SharePoint oltre che ai miglioramenti nell’integrazione con Excel, Outlook, e SharePoint per la gestione documentale, al modulo nativo di assemblaggio (in precedenza per coprire quest’area Alpewa usava un add-on sviluppato dal system integrator Eos Solutions), e alla migliore sintesi e visibilità dei dati abilitata dalle funzioni End-User Charting.

“Con il vecchio sistema avremmo avuto bisogno del 30% di risorse umane in più – dichiara in un comunicato Andreas Koler, amministratore delegato di Alpewa -. La nuova versione di Nav ci consente una navigazione completa e intuitiva che rende qualsiasi utente autonomo e rapido nel recuperare le informazioni; inoltre abbiamo ridotto i tempi dei processi di procurement da giorni a pochi minuti, e ottimizzato l’analisi e tracciamento dei resi”.

Daniele Lazzarin

Giornalista

Ingegnere gestionale (Politecnico di Milano) e giornalista professionista dal 1999. Scrivo di progetti di digitalizzazione nelle aziende e business application.

Dynamics Nav 2013 scommette su integrazione e usabilità. Cloud in vista

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 2