Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Un approccio data driven per Aviva, il ruolo della tecnologia Red Hat

pittogramma Zerouno

News

Un approccio data driven per Aviva, il ruolo della tecnologia Red Hat

13 Nov 2017

di Redazione

Il portale per i clienti MyAviva è stato rinnovato con le tecnologie Red Hat JBoss Fuse e Red Hat JBoss Data Virtualization e ha riscontrato vantaggi in termini di efficienza e velocità di risposta

Aviva Group, la filiale italiana della compagnia assicurativa europea, ha implementato Red Hat JBoss Fuse e Red Hat JBoss Data Virtualization come base del suo portale dedicato ai clienti MyAviva.

Grazie alla soluzione open source offerta da Red Hat, l’azienda è in grado di ottenere una panoramica completa e coerente di ogni cliente, oltre alla capacità di erogare servizi digitali innovativi, in modo più veloce ed economicamente efficiente. Aviva Italia usa infatti la tecnologia dell’azienda per raccogliere e integrare grandi quantità di dati da database e applicazioni differenti, con l’obiettivo di fornire ai clienti maggiore visibilità sulle loro polizze, migliorando di fatto la customer experience attraverso l’uso dei canali digitali.

Nello specifico, con il supporto di Gruppo Euris – implementato insieme a Red Hat JBoss Data Virtualization, una soluzione di data federation ed integration che si colloca davanti a fonti di dati differenti e permette di trattarle come se fossero un’entità unica – Red Hat JBoss Fuse eroga i dati richiesti (nel formato richiesto) nel momento in cui sono necessari per l’applicazione o l’utente.

Con la creazione di un portale unico, MyAviva offre un ambiente dinamico che può essere costantemente aggiornato con nuovi componenti, a supporto delle nuove richieste che possono arrivare dal business, come ad esempio fornire ai clienti accesso a nuove polizze o servizi aggiuntivi, consentendo in sostanza alla compagnia di reagire in modo più tempestivo alle sollecitazioni del mercato. Inoltre, ha anche eliminato la necessità di una costosa comunicazione cartacea.

I benefici ottenuti dal portale data driven

Aviva Italia stima un incremento dell’efficienza del 30 percento grazie al portale MyAviva, rispetto all’ambiente applicativo proprietario precedente, con una risposta più veloce alle richieste da parte dei clienti e un generale aumento dell’efficienza complessiva dei processi operativi della compagnia assicurativa. Inoltre, il modello di sottoscrizione offerto da Red Hat ha aiutato Aviva Italia a mantenere bassi i costi, consolidando e unificando l’esperienza dei clienti.

“Abbiamo adottato e combinato tra loro tecnologie Red Hat in modo esteso – ha commentato Antonio Perrotti, Cio di Aviva Italia – con risultati davvero eccellenti. Grazie a Red Hat JBoss Middleware, abbiamo potuto registrare un incremento dell’efficienza nell’erogazione di servizi ai nostri clienti. L’approccio agile con cui è stato costruito il portale MyAviva ci consente di essere più veloci nel gestire ogni nuova richiesta proveniente dal business.”

“Il nuovo portale di Aviva Italia, MyAviva – ha spiegato Gianni Anguilletti, Regional Director Italy, Turkey, Israel, Greece, Red Hat – mostra come un’organizzazione possa adottare metodologie agili e tecnologie moderne per ottenere valore di business e migliorare l’esperienza dei clienti. Siamo orgogliosi di supportare Aviva nel suo percorso di trasformazione digitale, e di questa collaborazione che permette di offrire ai clienti servizi in modo più veloce ed efficace, portando già oggi ad Aviva vantaggi concreti di business, oltre a un posizionamento favorevole per il futuro.”

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
Customer Experience

Articolo 1 di 4