Cripto: cinque modi in cui la DeFi cambierà la nostra vita

pittogramma Zerouno

Attualità

Cripto: cinque modi in cui la DeFi cambierà la nostra vita

Da fenomeno di nicchia, le cripto stanno penetrando sempre più nel quotidiano: dai buoni acquisto online all’accredito della busta paga su wallet, scopri che cosa sta per succedere ad alcune nostre abitudini.

22 Mar 2022

di Pablo Cerini

Da fenomeno di nicchia le criptovalute sono entrate, se non nell’utilizzo, almeno nell’immaginario quotidiano. Oggi tutti hanno sentito parlare di Bitcoin o blockchain, e il pubblico mainstream è sempre più esposto a comunicazioni provenienti dal mondo delle criptovalute: si pensi alle numerose pubblicità che hanno accompagnato eventi sportivi di rilievo sia nel calcio sia nel football americano.

Utilizzi noti e meno noti delle criptovalute

Quando si parla di criptovaluta, il non addetto ai lavori immagina immediatamente un modo per trasferire o conservare valori in formato digitale, ma gli impieghi offerti dall’applicazione della tecnologia blockchain al mondo fintech si sono evoluti nel corso degli anni, introducendo utilizzi innovativi e semplificando quelli consolidati.

WHITEPAPER
Le fasi del mining: stabilire un obiettivo e la criptovaluta. Scopri di più
Blockchain
Criptovalute

Invio di denaro

Le criptovalute semplificano e rendono più conveniente l’invio di denaro. L’invio di denaro impiegando una criptovaluta può avvenire in diversi modi: appoggiandosi a un Exchange, operando da wallet a wallet in modalità P2P (Peer 2 Peer, ossia da utente finale a utente finale, senza intermediari), oppure utilizzando una APP che opera in modalità P2P ma eliminandone le complicazioni tecniche.

Impiegare un Exchange è la route più simile all’operatività del nostro conto corrente, ma offre i vantaggi di una maggiore velocità di transazione e commissioni inferiori, soprattutto in caso di trasferimenti a parenti o amici residenti all’estero.

Utilizzare il wallet, o portafoglio digitale, offre una maggiore privacy della transazione, anche se richiede più dimestichezza con gli aspetti tecnici del mondo delle criptovalute: prima di utilizzare un wallet è infatti necessario installarlo, configurare la rete e la chiave di ripristino; operazioni non complesse ma che possono intimorire il novizio.

Infine, l’impiego di una APP permette di avere, oltre agli stessi vantaggi del wallet, anche quello di poter creare una rubrica di beneficiari mappando lo scomodo indirizzo esadecimale del wallet su un più familiare numero di telefono.

Prestiti

Acquistando criptovalute e mantenendole nel proprio portafoglio digitale per un certo periodo di tempo, è possibile accedere tramite Exhcange o siti specializzati a prestiti a tassi competitivi. Il collaterale del prestito è, al contrario dei lending ottenuti attraverso circuiti tradizionali, fornito solo dal proprio investimento iniziale in criptovalute, e non sono richieste garanzie più strutturate. Proprio in quanto legato a un asset volatile, occorre prestare attenzione che il collaterale fornito andrà ribilanciato in caso di svalutazione dovuta a oscillazioni del valore di mercato. Per ovviare a questo inconveniente, numerosi Exchange o siti di DeFi (Decentralized Finance, ossia finanza decentralizzata) permettono anche di fornire come collaterale per un prestito delle Stable Coin, cioè criptovalute legate al dollaro, che mantengono costante il loro valore evitando la volatilità tipica degli altri token.

Investimenti immobiliari

Recentemente, negli Stati Uniti, in coda al fenomeno del cripto lending, si è assistito alla nascita di progetti rivolti specificatamente al mondo immobiliare. Lo scopo di questi nuovi token è di estendere i vantaggi della tecnologia blockchain al comparto dei REIT, ossia dei fondi specializzati in immobili. Utilizzando le criptovalute è infatti possibile applicare anche agli asset immobiliari il concetto di “tokenizzazione”, ossia suddividere il valore di un immobile in unità più piccole acquistabili più facilmente anche da un ampio pubblico. Questa innovazione impatta sul concetto di multi proprietà, per cui, invece di acquistare porzioni o periodi di utilizzo di un immobile, si acquista un certo numero di token che danno diritto al possesso di millesimi dell’asset.

Acquisto di azioni e obbligazioni

Sempre basandosi sul sistema della “tokenizzazione”, le criptovalute hanno introdotto un metodo innovativo per fare investimento in asset mobiliari. Su alcuni Exchange è possibile acquistare azioni o obbligazioni “tokenizzate”, ossia suddivise in porzioni percentuali del loro valore reale. In questo modo anche investitori che non dispongono di grosse cifre possono mettere in portafoglio asset interessanti a cui altrimenti non potrebbero avere accesso. La validità della “tokenizzazione” di azioni al momento non è riconosciuta da tutti gli organi di vigilanza, e in alcuni paesi non è ancora approvata.

Accredito dello stipendio

Con questa funzione è possibile ricevere il controvalore della propria busta paga in alcune criptovalute. Questo sistema, per via degli impatti fiscali, è ancora estremamente sperimentale, e non è ancora stato validato in molti stati.

Gift card

Molto più diffuso, invece, è l’utilizzo di criptovalute nei siti di shopping online, particolarmente attraverso l’impiego di Gift Card. Esistono, infatti, dei portali specializzati nella conversione di criptovalute in Gift Card spendibili su portali e-commerce mainstream.

Questo meccanismo permette di utilizzare le proprie criptovalute senza passare dalla conversione in FIAT, ossia le valute tradizionali come l’Euro e il Dollaro, e quindi evitando l’interfacciamento del proprio wallet con l’establishment del mondo bancario.

Carte di credito

Alcuni Exchange offrono, infine, carte di credito accettate dai circuiti tradizionali presenti negli store fisici e online. Si possono caricare le proprie criptovalute sulle carte di credito e indicare quali di esse si desideri impiegare per pagare i propri acquisti. Il sistema provvederà, al momento del saldo, alla conversione automatica della cifra spesa in FIAT nell’equivalente controvalore in criptovalute, che sarà scalato dal proprio portafoglio digitale.

Pablo Cerini

Giornalista

Sviluppatore software, cresciuto nel mondo ERP, ma appassionato del mondo DEV a 360°. Affascinato dalla statistica e dal machine learning, con un chiodo fisso per le candele giapponesi

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
Bitcoin
Settore Finance

Articolo 1 di 4