Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Workspace as a service, il virtual desktop secondo Colt

pittogramma Zerouno

Workspace as a service, il virtual desktop secondo Colt

14 Mar 2014

di Redazione

Un nuovo servizio permette ai dipendenti di accedere sempre, ovunque e da qualsiasi dispositivo ad applicazioni e dati aziendali, con la garanzia di una sicurezza enterprise.

Permettere ai dipendenti di accedere sempre e ovunque ad applicazioni e dati aziendali da più dispositivi: è questo l’obiettivo del nuovo servizio di Colt. Progettato per i clienti aziendali, oltre che per essere erogato dagli integratori di sistemi, il servizio offre all’utente un’esperienza uniforme su smartphone, tablet e Pc.

Da uno studio pubblicato di recente da Forrester è emerso che quasi un terzo (29%) dei dipendenti attualmente utilizza tre o più dispositivi, lavora da più luoghi e opera su molte applicazioni, mentre Gartner afferma che il 38% delle società prevede di non fornire più device mobili ai dipendenti entro il 2016 (in quanto questi dipongono dei propri device personali che utilizzano anche per lavoro). Mentre solo la metà delle aziende rivela di disporre di una policy per il Byod e il 94% sostiene che una violazione della sicurezza della rete è la loro maggiore preoccupazione. I dipartimenti It sono gravati dalla necessità di trovare un equilibrio tra il bisogno dei dipendenti di accedere alle applicazioni per svolgere il loro lavoro utilizzando una gamma sempre più ampia di dispositivi e l’imperativo di proteggere i dati e tenere i costi sotto controllo. Hugo Harber, VP Portfolio & Strategy presso Colt ha dichiarato che: “Le modalità con cui i dipartimenti It erogano l’End user computing sono cambiate. Fino a dieci anni fa avevamo tutti Pc desktop standard che venivano sostituiti ogni tre anni e la cui manutenzione era svolta da personale esperto. Adesso i dipendenti devono essere in grado di accedere ai sistemi aziendali da più dispositivi, anche personali, ma il dipartimento It conserva la responsabilità della conformità dei dati e dell’accesso 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ai sistemi business critical da cui tutti noi dipendiamo. Tutto ciò cercando di tenere i costi sotto controllo e di rimanere in linea con gli obiettivi strategici aziendali”.

La soluzione di Colt offre ai dipendenti un workspace facile da usare attraverso qualsiasi dispositivo e aiuta i dipartimenti It a mediare tra le richieste dei dipendenti e i requisiti aziendali, con la possibilità di implementare facilmente gli aggiornamenti dei sistemi in più paesi senza ripercussioni sull’esperienza dell’utente finale e riducendo i costi amministrativi, di gestione e implementazione degli helpdesk.

Inoltre, il servizio fornisce sistemi e audit trail per sostenere la policy Byod e permette la realizzazione di proof of concept sia da parte della comunità aziendale che del dipartimento It, allo scopo di effettuare test e verificare il miglioramento dell’esperienza utente.

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti. Lo scopo di questa evoluzione va ricercato nell’esigenza di creare molteplici opportunità di trasmissione di informazioni e di confronti con operatori e aziende sul mercato per monitorare nel concreto le criticità le aspettative, i progetti Ict realizzati per supportare lo sviluppo del business d’impresa. Target: CIO (Chief Information Officer), responsabili di sistemi informativi, manager IT e manager business di funzione, consulenti.

Articolo 1 di 5