Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

PowaTag: tutto il processo di shopping in uno smartphone o un tablet

pittogramma Zerouno

PowaTag: tutto il processo di shopping in uno smartphone o un tablet

30 Mar 2015

di Riccardo Cervelli

Una tecnologia basata su un’app da installare sul device mobile del consumatore, il cloud del vendor e l’interoperabilità con le piattaforme di accettazione dei pagamenti digitali prescelte da un retailer o un produttore. Fra i possibili utilizzi, l’instant shopping, il remote ordering e il couponing

“Non un semplice servizio di mobile payment, ma un vero e proprio canale di vendita che include altri canali, dal retail tradizionale all’ecommerce”. Così Germano Marano, General Manager per l’Italia, descrive PowaTag, una soluzione per il Mobile Payment & Commerce sviluppata da Powa, una delle più emergenti startup inglesi in questo settore, operativa in Italia da circa un anno.

Germano Marano, General Manager Powa per l’Italia

“Tra il centinaio di attuali clienti – sottolinea Marano – alcuni hanno già lanciato iniziative di una certa risonanza”. Il riferimento è alla catena di instant fashion Motivi, che ha trasformato un proprio negozio di Milano in uno “smart store” abilitato all’”instant Shopping”, e al brand alberghiero Best Western, che consente di acquistare, tramite PowaTag, cofanetti regalo di soggiorni di una o due notti in Italia o in Europa. “Ci ha fatto piacere – aggiunge Marano – scoprire che i due marchi hanno iniziato a sviluppare iniziative congiunte abilitate dalla nostra soluzione”.
Ma cos’è e come funziona PowaTag? Come un Mobile Wallet, l’utente scarica da Apple Store o Google Play l’app e vi memorizza il proprio indirizzo e i dati delle carte di pagamento. L’app sfrutta i vari sensori del device per interagire con Qr code o audio tag generati dalle aziende con software fornito da Powa. “Una volta che ha identificato il prodotto di proprio interesse all’interno di un negozio, su un cartellone, su un sito web o in una pubblicità radio-tv in cui è presente l’audio tag, il consumatore può iniziare il processo di acquisto e di pagamento”. Questo prevede che il device del cliente si colleghi via Internet al cloud di Powa e quest’ultimo si connetta alle piattaforme di e-commerce e abilitazione all’accettazione di pagamenti elettronici utilizzate dal produttore o dall’esercente”. Nel caso di pagamenti cosiddetti in Proximity, ovvero nel punto vendita, PowaTag supporta tecnologie come Nfc e beacon Bluetooth.
Tra i possibili utilizzi di PowaTag si segnalano anche il Couponing, i programmi fedeltà e il Mobile Ordering. Nel primo caso, all’app possono essere inviate informazioni su offerte speciali riservate sia prima sia dopo un acquisto. Con una modalità simile, possono essere accreditati punti sulle carte fedeltà registrate sull’app PowaTag. Per Mobile Ordering si intende, per esempio, la possibilità di prenotare e pagare una consumazione e andare a ritirarla direttamente a un banco senza fare la fila a una cassa.
Powa Italia ha già siglato un accordo con Setefi, specializzata nei pagamenti con moneta elettronica per tutte le banche del Gruppo Intesa Sanpaolo, che offre la possibilità di implementare la soluzione Powa negli esercizi convenzionati.

Riccardo Cervelli
Giornalista

57 anni, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Argomenti trattati

Approfondimenti

M
Mobile Payment
R
Retail
S
Smartphone
T
Tablet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 2