Hp, quando la sicurezza è intelligente e proattiva | ZeroUno

Hp, quando la sicurezza è intelligente e proattiva

pittogramma Zerouno

Hp, quando la sicurezza è intelligente e proattiva

Proteggere proattivamente i propri asset e il proprio business. È questo il suggerimento di Hp che ha recentemente presentato nuove soluzioni della piattaforma di ‘Intelligent Security’: cloud, big data e mobilità i focus prioritari.

12 Dic 2012

di Nicoletta Boldrini

Cloud, mobilità e big data aiutano le organizzazioni a risolvere sfide in questo momento molto stringenti per il business, quali la necessità di una maggior agilità nella capacità di riposta reattiva alle dinamiche dei mercati, indirizzando al tempo stesso anche la necessità di accelerare l’innovazione e perfezionare la gestione finanziaria nell’ottica di una razionalizzazione dei costi. Allo stesso tempo, però, queste tendenze, possono generare preoccupazioni significative in termini di sicurezza. Come anticipato da Pierpaolo Alì, Regional Sales Manager di Hp, in una recente intervista (vedi nelle correlate a destra), “Le aziende hanno bisogno di soluzioni di sicurezza intelligenti e proattive, che comprendono modelli di delivery tradizionali e ibridi capaci di risolvere le sfide portate da queste nuove evoluzioni dell’It”. E vanno proprio in questa direzione i recenti annunci della società relativi ai rilasci di alcune soluzioni che vanno ad arricchire la piattaforma Hp Intelligent Security.

Pierpaolo Alì, Regionale Sales Manager di Hp

I servizi Hp Data Center Protection, per esempio, valutano i processi di sicurezza esistenti e forniscono all’azienda raccomandazioni immediatamente implementabili, che la aiutano nell’ottimizzazione dell’infrastruttura e nel miglioramento del programma di gestione nel data center. Hp ArcSight Enterprise Security Manager 6.0c, invece, è una soluzione scalabile pensata per il monitoraggio e l’identificazione delle minacce in grado di supportare le aziende nei processi di conformità normativa (dal monitoraggio emergono in tempo reale le problematiche e le aree su cui intervenire non solo per evitare falle nella sicurezza ma anche per essere compliant a policy e regolamentazioni).

È stata poi rilasciata la soluzione Hp TippingPoint NX Platform Next Generation Intrusion Prevention Systems (Ngips) per la protezione di dispositivi in rete, macchine virtuali, sistemi operativi e applicazioni business-critical.

E poiché il cloud è ormai una realtà all’interno di molte aziende, Hp punta ad espandere la sua offerta di servizi di sicurezza specifica per questi ambienti. Cloud Connections Partner Program, per esempio, è un programma grazie al quale i partner possono offrire, via cloud, servizi di sicurezza alle aziende, partendo dalla possibilità di monitoraggio dell’attività degli utenti negli ambienti SaaS. Compliance Stack, invece, è uno strumento che supporta i clienti che vogliono essere certi che i loro ambienti fisici, virtuali e cloud siano conformi ai requisiti di compliance. Infine, la società mette a disposizione anche una serie di servizi, inglobati nell’offerta chiamata Hp Cloud Security Services, per aiutare le aziende a valutare e superare i rischi nel passaggio ad ambienti di tipo cloud.

Nicoletta Boldrini

giornalista

Segue da molti anni le novità e gli impatti dell'Information Technology e, più recentemente, delle tecnologie esponenziali sulle aziende e sul loro modo di "fare business", nonché sulle persone e la società. Il suo motto: sempre in marcia a caccia di innovazione #Hunting4Innovation

Hp, quando la sicurezza è intelligente e proattiva

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4