Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

SAP in cloud: vantaggi e opzioni possibili secondo Techedge

pittogramma Zerouno

Vendor View

SAP in cloud: vantaggi e opzioni possibili secondo Techedge

14 Nov 2018

di V.V.

Ermanno Gallo, Practice Manager di Techedge e AWS Alliance Manager, e Antonio D’Ortenzio Senior Solutions Architect per Amazon Web Services ci spiegano come sia possibile tracciare percorsi di successo nella Digital transformation potenziando grazie al Cloud le applicazioni Enterprise già esistenti. È il segreto per renderle più agili e farne il supporto alle più moderne capacità analisi dei dati, nonché alle applicazioni abilitanti dei nuovi business.

Dopo anni di sperimentazione e maturazione, oggi le aziende sono pronte ad adottare soluzioni cloud per qualsiasi applicazione aziendale, anche per quelle critiche su cui si basa l’operatività d’impresa.

Se da una parte, l’impiego del Cloud non è in discussione nelle startup e nel supporto di iniziative end-user dov’è impossibile prevedere i carichi di lavoro, dall’altra ci sono buoni motivi per impiegarlo anche nel potenziamento di ambienti applicativi più tradizionali: “I servizi oggi offerti dai grandi provider garantiscono livelli di flessibilità e di sicurezza che non sono eguagliabili dai data center aziendali – spiega Ermanno Gallo, practice manager di Techedge, system integrator tra i pionieri (nel 2010) nel portare applicazioni su AWS e partner SAP di lungo corso. – Gli ambienti cloud sono quindi il modo più vantaggioso per dotare le applicazioni gestionali aziendali di maggiore scalabilità, tutela dei dati, disaster recovery e capacità nell’accesso geografico distribuito”.

“SAP ha già validamente tracciato con S/4Hana il passaggio al Cloud e alle interfacce web-oriented delle nuove funzionalità gestionali d’impresa – spiega Gallo –. Un approccio che riusciamo a replicare, sia pure con limitazioni derivanti dalla non natività delle applicazioni, con versioni precedenti e customizzate dell’ERP”.

C’è insomma modo per accelerare e graduare il percorso d’innovazione, “sfruttando la produttiva partnership fra AWS e SAP che, fin dal 2011, certificano insieme le infrastrutture del Cloud AWS per l’esecuzione ottimale dei workload SAP” spiega Antonio D’Ortenzio Senior Solutions Architect per Amazon Web Services. In attesa che l’intero parco software diventi cloud-native e venga ridisegnato con architetture a microservizi, il porting in cloud del software offre molte opportunità: “A cominciare dalla semplificazione delle operation – precisa Gallo -, che consente di dedicare lo staff ad attività più stimolanti e a maggior valore aggiunto. Techedge ha all’attivo diversi progetti di porting di ambienti gestionali SAP su AWS, con competenze maturate presso multinazionali in ambito fashion, retail e manufacturing”.

“Progetti che non partono dall’esigenza di ridurre il TCO, bensì da quella di accelerare la digitalizzazione del business – conclude Gallo -. L’esposizione delle applicazioni aziendali in Cloud è il passo che ci consente di supportare i nostri clienti nell’effettuare elaborazioni analitiche avanzate sui dati operativi e big data per conoscere meglio i gusti dei consumatori e i trend del mercato e creare infine correlazione tra SAP e le nuove applicazioni cloud-native che abilitano i business digitali”

V.V.
Vendor View

Articolo 1 di 3