VMware ecco le novità di vSphere 7 e vSAN 7 | ZeroUno

VMware ecco le novità di vSphere 7 e vSAN 7

pittogramma Zerouno

News

VMware ecco le novità di vSphere 7 e vSAN 7

Tra gli ultimi annunci del vendor la certificazione NVIDIA dell’ultima release di VMware vSphere 7 per la Suite Nvidia AI Enterprise Software

24 Mar 2021

di Redazione

Le nuove versioni di vSphere 7 e vSAN 7 sono state aggiornate con l’obiettivo di aiutare i team IT a supportare le applicazioni nuove ed esistenti con un’infrastruttura che sia developer e AI-ready, che sia scalabile senza compromessi, che aumenti la sicurezza delle infrastrutture e dei dati e che semplifichi le operations.

Nello specifico, VMware ha annunciato un’evoluzione della collaborazione con Nvidia per fornire una piattaforma Enterprise AI-Ready che combina il software di virtualizzazione delle risorse di calcolo leader del settore di VMware vSphere con l’innovazione della suite Nvidia AI Enterprise. Qui di seguito gli aggiornamenti alla piattaforma AI-Ready Enterprise.

Nvidia ha certificato in esclusiva la nuova release VMware vSphere 7 Update 2 per la Nvidia AI Enterprise suite, una raccolta di applicazioni cloud-native e framework AI ottimizzati, per una soluzione AI end-to-end. Inoltre, vSphere 7 Update 2 introduce il supporto delle GPU Nvidia A100 Tensor Core nei sistemi certificati Nvidia . Questo, con Nvidia AI Enterprise, permette ai clienti di incorporare una soluzione AI end-to-end nella piattaforma di virtualizzazione esistente, invece di eseguire progetti AI in silos IT separati e ingestibili.

I clienti sono anche in grado di aggiungere l’ultima generazione della GPU Nvidia nel proprio ambiente virtuale e di trarre vantaggio da funzionalità quali Multi-Instance GPU (MIG) che consente la condivisione di cicli di GPU tra più utenti; di introdurre vSphere vMotion che fornisce una migrazione in tempo reale per operations non-disruptive e vSphere Distributed Resource Scheduler (DRS) per il posizionamento automatico del carico di lavoro iniziale per evitare colli di bottiglia nelle prestazioni.

vSAN 7 e vSphere 7 Update 2

Nel settembre 2020, VMware ha introdotto vSphere with Tanzu per portare Kubernetes a milioni di admin IT in tutto il mondo. L’aggiornamento recentemente presentato vuoel offrire un’esperienza applicativa più veloce, scalabile e sicura includendo VMware NSX Advanced Load Balancer Essentials come parte di vSphere with Tanzu.

WHITEPAPER
Come modernizzare l'infrastruttura nell’era dei dati grazie al cloud computing?
Big Data
Business Analytics

Questo fornisce ai clienti il bilanciamento del carico L4 supportato da VMware per i cluster Kubernetes con automazione nativa di Kubernetes e un percorso di aggiornamento senza soluzione di continuità alle funzionalità complete di NSX Advanced Load Balancer Enterprise Edition. Per aiutare i clienti a rimanere aggiornati con Kubernetes, vSphere with Tanzu include un supervisore aggiornato con la release 1.19 di Kubernetes che presenta miglioramenti critici per semplificare gli aggiornamenti e porta a maggiori prevedibilità e stabilità complessive. I clienti possono acquistare qualsiasi VMware Tanzu editions come add-on a vSphere che dà loro il diritto di eseguire Kubernetes come parte del loro ambiente vSphere.

Lo scorso febbraio, VMware ha annunciato la disponibilità generale di Cloudian HyperStore e MinIO Object Storage sulla piattaforma vSAN Data Persistence. Questo permette ai clienti di distribuire e utilizzare in modo efficiente gli object store compatibili con S3 per le loro applicazioni AI/ML e cloud native direttamente dalla piattaforma cloud ibrida di VMware Cloud Foundation with Tanzu.

vSAN 7 Update 2 offre HCI Mesh migliorata, che si basa sull’approccio unico basato sul software per la disaggregazione delle risorse di calcolo e di storage, inizialmente rilasciato in vSAN 7 Update 1. Questa nuova release si rivolge a una serie più ampia di casi d’uso dei clienti, in particolare per quei clienti che cercano di aumentare l’efficienza delle risorse oltre il proprio ambiente vSAN esistente. Consente ai cluster di calcolo, o ai cluster non HCI, di utilizzare in remoto lo storage da un cluster vSAN all’interno del data center, permettendo ai clienti di scalare il calcolo e lo storage in modo indipendente per soddisfare le esigenze dinamiche delle applicazioni, pur beneficiando della semplicità operativa di VMware HCI.

La versione iniziale di HCI Mesh ha permesso a più cluster vSAN indipendenti di condividere la capacità all’interno del data center, il che consente l’utilizzo delle risorse in eccesso, fornisce la semplicità di gestione di HCI su scala, e permette una scalabilità flessibile dello storage vSAN.

vSAN 7 Update 2 introduce anche nuove capacità per supportare meglio varie topologie fisiche. Questo include la consapevolezza DRS integrata delle configurazioni di cluster allungati per prestazioni più coerenti nel failback, nonché il supporto dei servizi di file vSAN per i cluster allungati e i cluster a 2 nodi.Inoltre, VMware continua a fornire capacità che portano a migliori prestazioni di vSAN, tra cui vSAN su Remote Direct Memory Access (RDMA) e il miglioramento della codifica di cancellazione RAID 5/6 che migliora l’utilizzo della CPU e le prestazioni delle app per determinati carichi di lavoro.

Per contribuire a migliorare la sicurezza complessiva per le applicazioni basate su container, vSphere 7 Update 2 introduce Confidential Container per vSphere Pods su server basati su processori AMD EPYC che utilizzano Secure Encrypted Virtualization-Encrypted State (SEV-ES). Per gli ambienti VM tradizionali, vSphere 7 Update 2 ora include vSphere Native Key Provider, che fornisce capacità di base del Key Management Server (KMS) rendendo molto più facile per i clienti abilitare la crittografia e le funzioni di sicurezza avanzate out of the box. Inoltre, vSphere 7 Update 2 include la convalida FIPS dei servizi VMware vCenter Server e l’aggiornamento delle

vSphere Product Audit Guides per rendere più facile ai clienti soddisfare i requisiti normativi e completare gli audit. Inoltre, vSAN 7 Update 2 include la convalida FIPS 140-2 del modulo crittografico per la crittografia dei dati in transito per soddisfare i requisiti normativi.

Le nuove funzionalità e i miglioramenti di VMware vSphere 7 Update 2 e VMware vSAN 7 Update 2 permettono ai clienti di semplificare le operations. L’ultimo vSphere Lifecycle Manager ora supporta il seeding dell’immagine desiderata e la gestione del ciclo di vita dei cluster vSphere with Tanzu. Questo include l’aggiornamento di vSphere with Tanzu (compresi i livelli di networking NSX-T e Kubernetes) in modo non-disruptive. Il lifecycle manager introduce anche il supporto per alcuni server Hitachi Vantara UCP. Quest’ultima release di vSphere introduce anche la sospensione di ESXi in memoria, per ridurre i tempi di aggiornamento e le finestre di manutenzione. Inoltre, vSphere High Availability è ora persistent memory-aware (PMEM), migliorando ulteriormente la disponibilità per i carichi di lavoro basati su PMEM come SAP HANA.

Inoltre, vSAN 7 Update 2 ora supporta vSphere Proactive High Availability, dove lo stato dell’applicazione e qualsiasi dato potenziale memorizzato possono essere migrati in modo proattivo su un altro host, aiutando a evitare la perdita di dati su hardware degradato e offrendo una migliore disponibilità per i carichi di lavoro.

La nuova release include ora una maggiore durabilità dei dati che si traduce in minori tempi di inattività e perdite di dati per interruzioni non pianificate come guasti multipli del disco. vSAN 7 Update 2 fornisce inoltre ai clienti strumenti più potenti per identificare rapidamente le cause dei problemi e i modi per porvi rimedio.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

VMware ecco le novità di vSphere 7 e vSAN 7

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 2