Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Tutte le funzionalità della nuova versione Red Hat Ansible Tower

pittogramma Zerouno

News

Tutte le funzionalità della nuova versione Red Hat Ansible Tower

La nuova soluzione presenta miglioramenti a livello di workflow pensati per semplificare le problematiche legate alla gestione di complesse infrastrutture hybrid cloud

28 Gen 2019

di Redazione

Red Hat ha presentato la versione 3.4 di Red Hat Ansible Tower, il framework enterprise per l’automazione delle operations IT che comprende infrastruttura, reti, cloud e sicurezza. Tale versione della soluzione presenta miglioramenti a livello di workflow pensati per semplificare le problematiche legate alla gestione di complesse infrastrutture hybrid cloud.

Una situazione abbastanza comune alle aziende è che team IT separati si ritrovino a gestire servizi cloud e IT on-premise in modo differente, con set distinti di playbook Ansible. Per poter massimizzare i vantaggi dell’automazione in un’infrastruttura distribuita, queste organizzazioni possono andare oltre la semplice implementazione, creando un vero e proprio “centro di eccellenza” per l’automazione. Un centro che può aiutare a fornire automazione coerente per l’intera azienda, condividendo soluzioni comuni e strategie accettate, man mano che l’automazione viene introdotta su nuove aree IT interne. Con Red Hat Ansible Tower 3.4. gli utenti possono definire un workflow principale (master) che unisce differenti aree IT – con l’obiettivo di coprire l’intera infrastruttura ibrida senza doversi fermare di fronte a silo tecnologici specifici.

Grazie all’intero portfolio di management firmato Red Hat – come comprende Red Hat Satellite per la gestione di Red Hat Enterprise Linux e Red Hat CloudForms per bare metal, macchine virtuali e private cloud – integrato con Red Hat Ansible Tower, i team IT sono in grado di orchestrare in modo ancor più omogeneo i workflow attraverso al loro completa infrastruttura IT enterprise.

Le principali funzionalità di Red Hat Ansible Tower 3.4

Con i nuovi miglioramenti in tema di workflow, gli utenti possono riutilizzare workflow di automazione basati su ambienti e scenari differenti per gestire in modo migliore la loro infrastruttura hybrid cloud. Le nuove funzionalità di workflow presenti in Red Hat Ansible Tower 3.4 comprendono:

  • i Worflow nested consentono agli utenti di creare componenti modulari e riutilizzabili per automatizzare operazioni più complesse usando Red Hat Ansible Tower, con la semplicità di un semplice playbook.
  • La workflow convergence permette agli utenti di rendere singoli job dipendenti dalla conclusione di altri job a livello di workflow prima di continuare, creando un punto di coordinamento tra i passaggi differenti.
  • I workflow always job template consentono l’esecuzione in modo indipendente dal successo o fallimento di un job. Se un servizio dipendente deve funzionare indipendentemente dallo status finale di un workflow, un workflow always job template è pensato per mantenere operative le attività.
  • Un workflow level inventory aiuta a gli utenti ad applicare un workflow all’inventory a cui hanno accesso, consentendo il riutilizzo di workflow di implementazione all’interno di datacenter, ambienti e team.

Con la funzione job slicing, gli utenti possono prendere un singolo job esteso pensato per migliaia di macchine e dividerlo su un numero di job minori, per la loro distribuzione all’interno di un ambiente cluster di Tower. Questo consente uno svolgimento più affidabile dei job e un completamento più veloce, in modo che gli utenti possano far crescere la loro automazione in modo più efficace.

“Abbiamo visto – ha spiegato Joe Fitzgerald, vice president Management di Red Hat – aziende impegnate nella creazione di centri di eccellenza interni, per accelerare l’implementazione dell’automazione all’interno di un set di domini più esteso, che copre elaborazione, reti e storage. Con le nuove funzionalità di Red Hat Ansible Tower 3.4, le organizzazioni saranno in grado di estendere la scala e la portata delle loro iniziative di automazione con livelli superiori di controllo e visibilità.”

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Tutte le funzionalità della nuova versione Red Hat Ansible Tower

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4