Hybrid cloud e multicloud: partnership strategica tra Red Hat e Nutanix | ZeroUno

Hybrid cloud e multicloud: partnership strategica tra Red Hat e Nutanix

pittogramma Zerouno

News

Hybrid cloud e multicloud: partnership strategica tra Red Hat e Nutanix

La collaborazione è stata pensata per permettere ai clienti di sviluppare, scalare e gestire più facilmente applicazioni cloud native containerizzate e virtualizzate

24 Set 2021

di Redazione

Siglata la collaborazione strategica tra Red Hat e Nutanix che prevede l’installazione, l’interoperabilità e la gestione di Red Hat OpenShift e Red Hat Enterprise Linux con Nutanix Cloud Platform, compresi Nutanix AOS e AHV.

Più nello specifico, qui di seguito gli elementi chiave della partnership.

Red Hat OpenShift rappresenterà opzione di riferimento per il full stack Kubernetes enterprise su Nutanix Cloud Platform. I clienti che desiderano eseguire Red Hat Enterprise Linux e Red Hat OpenShift su infrastruttura iperconvergente (HCI) saranno in grado di utilizzare una piattaforma cloud firmata Nutanix, che comprende sia Nutanix AOS che AHV.

Nutanix Cloud Platform è una delle scelte HCI preferite per Red Hat Enterprise Linux e Red Hat OpenShift, questo per permettere ai clienti di implementare carichi di lavoro virtualizzati e containerizzati su infrastruttura iperconvergente, sfruttando i vantaggi combinati delle tecnologie open hybrid cloud di Red Hat e delle offerte iperconvergenti di Nutanix.

Nutanix AHV è ora un hypervisor certificato da Red Hat, cosa che comporta il pieno supporto di Red Hat Enterprise Linux e OpenShift su Nutanix Cloud Platform. La certificazione dell’hypervisor integrato di Nutanix, AHV, per Red Hat Enterprise Linux e OpenShift offre ai clienti enterprise una soluzione full stack semplificata per le loro applicazioni containerizzate e virtualizzate cloud native. Questa certificazione offre ai clienti Red Hat un’ulteriore scelta nelle implementazioni dell’hypervisor, soprattutto nel momento in cui molte organizzazioni esplorano tecnologie di virtualizzazione innovative e moderne.

Una roadmap congiunta fornisce garanzie di interoperabilità. Red Hat e Nutanix si concentreranno sulla realizzazione di test continui tra Red Hat Enterprise Linux e Red Hat OpenShift con Nu-tanix AHV per fornire una solida interoperabilità. Le aziende collaboreranno anche per fornire un supporto più tempestivo allineando le roadmap dei prodotti.

Un supporto maggiormente integrato fornisce tempi di risoluzione più rapidi per i clienti comuni. In caso di necessità di supporto, i clienti saranno in grado di contattare entrambe le aziende, che stanno collaborando per offrire una delle migliori esperienze di supporto del settore per l’interoperabilità dei prodotti certificati.

Grazie alla sua architettura distribuita, Nutanix Cloud Platform offre un ambiente IT altamente scalabile e resiliente, particolarmente adatto per le implementazioni enterprise di Red Hat OpenShift. La piattaforma include anche uno storage unificato completamente integrato, rispondendo con successo a molte delle complesse sfide che gli operatori affrontano abitualmente nel configurare e gestire lo storage per i container stateful.

“Questa partnership – ha dichiarato Rajiv Ramaswami, presidente e CEO di Nutanix – combina le soluzioni cloud native leader del settore di Red Hat con la semplicità, la flessibilità e la resilienza di Nutanix Cloud Platform. Insieme, le nostre soluzioni forniscono ai clienti una piattaforma full stack per costruire, scalare e gestire applicazioni cloud native containerizzate e virtualizzate in un ambiente ibrido multicloud”.

“Abbiamo – ha affermato Paul Cormier, presidente e CEO di Red Hat – una visione per abilitare i cloud ibridi aperti, dove i clienti hanno scelta e flessibilità. La nostra partnership con Nutanix porta un’offerta hyperconverged leader nel cloud ibrido aperto, consentendo una maggiore scelta ai nostri clienti congiunti su come distribuire i loro carichi di lavoro containerizzati mentre sperimentano un’esperienza di supporto congiunta”.

“In tutto il mondo le aziende stanno implementando un mix sempre più diversificato di workload moderni e cloud-native. Questa partnership tra Red Hat e Nutanix, e in particolare l’accordo di supporto collaborativo tra le due aziende, aiuta a portare le applicazioni virtualizzate e i carichi di lavoro containerizzati basati su OpenShift di Red Hat ad essere eseguibili insieme sulla Cloud Platform di Nutanix, in un modo che andrà a beneficio proprio di questi tipi di organizzazioni e contribuirà a introdurre maggiore semplicità, agilità e scalabilità all’interno del complesso mondo hybrid cloud di oggi” ha commentato Eric Sheppard, research vice president di IDC.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Articolo 1 di 4