Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Epson: strategie per crescere nel mondo delle aziende

pittogramma Zerouno

Epson: strategie per crescere nel mondo delle aziende

16 Giu 2010

di Riccardo Cervelli

Crescente attenzione al mondo delle imprese con un’ampia gamma di prodotti che comprende anche soluzioni specifiche per particolari nicchie di mercato. E su tutto, focalizzazione sull’eco-sostenibilità

MONTECARLO – Una strategia di business per crescere nel mercato aziendale e una forte focalizzazione sull’ecosostenibilità. Sono due dei temi su cui Epson si è maggiormente incentrata nel corso di un evento rivolto alla stampa tenutosi recentemente a Montecarlo e intitolato “The future unfolds”.
“Vogliamo consolidare la nostra posizione nel mercato consumer – ha spiegato Massimo Pizzocri, amministratore delegato di Epson Italia – e crescere di più in quello business in ottica sia orizzontale sia verticale”. Attualmente Epson è vissuta più come produttore di dispositivi consumer che di soluzioni aziendali, benché sia da sempre presente anche in questo mercato. Ed è in nome di questo  proposito di crescita che Epson nei lanci più recenti di prodotti ha mirato soprattutto al mondo imprenditoriale: tanto alla micro impresa quanto alla grande organizzazione, tanto agli uffici in generale quanto a specifiche nicchie di mercato che il vendor ritiene promettenti, come gli stampatori di etichette (stampa commerciale) e altri settori dove è richiesta la stampa su diversi tipi di materiali (tessile e abbigliamento, produttori di chip e così via). E attenzione anche ad altri mercati che richiedono dispositivi di printing più specializzati, come il retail e il finance, o di acquisizione (scanning), come tutte le realtà dove è strategico il document management. Senza dimenticare un altro mercato prioritario per Epson – la videoproiezione – a cui si è aggiunto, e sta crescendo, quello delle lavagne luminose per aziende e scuole. Caratteristiche comuni dei nuovi prodotti: sempre maggiore qualità, affidabilità e velocità dei dispositivi di stampa.
Tra le “chicche” presentate a Montecarlo, si segnalano delle stampanti che incarnano la strategia Epson di far crescere l’uso del getto d’inchiostro nelle aziende. Una tecnologia che garantisce consumi inferiori a quelli delle stampanti laser e che è diventata più affidabile che in passato. Il che non significa che Epson non continui a rinnovare l’offerta di laser printer. Ed ecco che tra le star di Montecarlo è apparsa, tra le altre, la Epson Stylus Office Bx625Fwd, il multifunzione inkjet più veloce del mondo: solo fronte, 16 pagine al minuto in mono e 7,1 a colori; in fronte retro 7,9 in mono e 4,7 a colori. Sarà disponibile da settembre.
Di grande interesse anche due nuovi videoproiettori dedicati, in particolare, all’insegnamento interattivo, una tematica su cui il Ministero dell’Istruzione sta investendo molto in questi anni. Caratterizzati da un’ottica ultracorta, sono in grado di trasformare in lavagna qualsiasi superficie, grazie all’interazione tra una penna e un sensore collocato nel videoproiettore. 
Per quanto riguarda l’ambiente, Epson ha ribadito l’impegno internazionale a ridurre del 90% le emissioni di CO2 entro il 2050. In Italia l’azienda, tra altre cose, ha siglato un accordo con Legambiente che prevede l’immissione sul mercato di una serie di nuovi prodotti ecosostenibili segnalati dall’etichetta con scritto “Per il clima”.

Riccardo Cervelli
Giornalista

57 anni, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Articolo 1 di 3