Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

App 1000 Italy: fronte comune per promuovere l’Italia

pittogramma Zerouno

App 1000 Italy: fronte comune per promuovere l’Italia

22 Mag 2015

di Cristina Mazzani

Presentata la nuova release di 1000 Italy, che è stata scelta da Miia per essere integrata tra le applicazioni dei propri device.

I dispositivi tecnologici devono essere utili, pratici, capaci di supportare tutti gli utenti nella loro vita quotidiana. In più le persone diventano sempre più “mobili”. Basti pensare che il 45% dei tour operator stranieri ha previsto per il 2015 una crescita di viaggi e vacanze in Italia pari al +5,1%. Proprio osservando questi due fenomeni Miia, giovane azienda che commercializza prodotti di elettronica di consumo e hi-tech, ha siglato una partnership con 1000 Italy, startup nata per promuovere il nostro paese dal basso, grazie all'eccellenza di una community di Italy Lovers disseminati in tutta Italia e che ha sviluppato l'omonima applicazione mobile dedicata al turismo. Il nome del progetto fa riferimento alle mille anime che possono essere espresse dal nostro Paese.

“Come marchio italiano nel mondo delle Tv, tablet, smartphone e accessori – ha dichiarato Matteo Franchina, Responsabile BU tablet e smartphone di Miia – siamo orgogliosi della partnership con 1000 Italy. L'applicazione è un ambiente in continua evoluzione e dalle potenzialità infinite che qualificherà ulteriormente i nostri prodotti. Attrazioni, guide, sconti, tips a portata di click sono sicuramente il futuro di questo settore. E noi siamo orgogliosi di esserne testimoni”.

“1000 Italy – ha spiegato Karin Venneri, Fondatrice e Ceo di 1000 Italy – si occupa di turismo digitale; nata circa un anno fa, l’applicazione è scaricabile da device iOs e Android ed è disponibile in varie lingue tra cui, da oggi, anche il cinese. La nostra mission è fornire contenuti crowdbased certificati e controllati”.

La responsabile della autenticità e della qualità delle informazioni turistiche fornite dalla app è la comunità degli Ambassador, al momento un esercito di 688 persone, di cui 25 a Milano, che, per mezzo di funzionalità introdotte per loro nella app, possono controllare i contenuti pubblicati da altri e dalla stessa redazione di 1000 Italy, contribuendo attraverso le loro segnalazioni a tenere aggiornati i dati e a evitare eventuali abusi. Per questi Ambassador saranno messi a disposizione gli smartphone Miia attraverso contest organizzati nei prossimi mesi.

“1000 Italy è nata per promuovere l'Italia – ha continuato Karin Venneri – e vuole lavorare con l'Italia migliore; in questa logica abbiamo stretto la partnership con Miia. Secondo questa stessa filosofia ci affidiamo alle persone sul territorio per raccogliere le informazioni e promuovere le varie zone d'interesse”. A questo proposito, erano presenti a Milano in occasione della presentazione della nuova release dell'applicazione, Danilo Dagradi di Milano da Vedere, Claudio Nelli di UrbanFile e Isabella Musacchia di Onalim che contribuiscono a raccontare il capoluogo lombardo da diversi punti di vista, sia quello delle immagini, sia quello dei cantieri e lavori aperti, oppure suggerendo chiavi di lettura della città un po' diverse dal solito. Queste realtà, e tante altre sparse per l'Italia, collaboreranno con 1000 Italy in una sorta di rapporto di media partnership per sfruttare la reciproca visibilità al fine di offrire sempre maggiore ricchezza di contenuti.

Cristina Mazzani
Giornalista

Giornalista dal 1996, si è sempre occupata di tematiche tecnologiche, scrivendo per riviste dedicate al mondo B2B e al canale di distribuzione Ict. In alcuni periodi ha affiancato a questa attività collaborazioni per quotidiani e testate attivi in altri settori. Dal 2013 lavora con ZeroUno.

App 1000 Italy: fronte comune per promuovere l’Italia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 3