Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Protezione degli endpoint garantita e gestione semplificata

pittogramma Zerouno

Caso Utente

Protezione degli endpoint garantita e gestione semplificata

17 Dic 2011

di Riccardo Cervelli, Riccardo Cervelli

Semplicità e rapidità d’installazione. Efficacia nell’intercettare e debellare i virus. Gestione centralizzata da remoto dei device mobili e delle postazioni fisse. Sono le esigenze che hanno guidato Petronas Lubricants Italy nella scelta della suite di F-Secure.

Garantire un’adeguata protezione per tutti gli endpoint, ridurre lo sforzo di tempo e denaro per eseguire manualmente gli aggiornamenti e i ripristini delle macchine dopo un’infezione, assicurare al 100% la business continuity: erano le motivazioni che spinsero Petronas Lubricants Italy a modificare le proprie strategie di security e a scegliere, dopo una ricognizione delle offerte presenti sul mercato e il test su alcuni sistemi, di adottare la suite di F-Secure, storico produttore multinazionale di software antivirus e per la sicurezza aziendale con sede a Helsinki, in Finlandia. Era il 1997 e da allora l’importante cliente italiano ha continuamente riconfermato la propria fiducia al fornitore, facendosi supportare nelle successive fasi evolutive delle proprie strategie di sicurezza.
Petronas Lubricants Italy è un’azienda del gruppo Petronas, società petrolifera e del gas malese. La realtà italiana è oggi il frutto di investimenti e acquisizioni di società che rappresentano storie industriali che affondano le radici nei primordi del mercato automobilistico nel nostro Paese. Sono confluite in Petronas Lubricants Italy, per esempio, Selenia (nata come divisione lubrificanti di Fiat) e Arexon, mitica azienda italiana di prodotti per la protezione dei motori automobilistici e motociclistici e per altre applicazioni nell’ambito delle riparazioni professionali e consumer. La cultura aziendale e i processi di Petronas Lubricants Italy beneficiano degli effetti dell’appartenenza a una realtà mondiale che, dalla seconda metà degli anni Novanta, è massicciamente coinvolta nel mondo della Formula 1. Un impegno che non si ferma alla sponsorizzazione di team ma si dispiega anche nella collaborazione nella Ricerca e Sviluppo con importantissimi costruttori di auto e moto. Per citare solo alcuni dei prodotti Petronas Lubricants più noti al pubblico, basti citare gli olii Selenia e Syntium, per le auto e le moto, e Urania per i camion o il liquido antigelo Paraflu.

Tutti gli endpoint protetti senza compromessi
A capo della struttura che si occupa dei sistemi informativi di Petronas Lubricants Italy troviamo Eugenio Fassio (nella foto a sinistra). In Italia il gruppo ha sede e uno stabilimento di produzione a Villastellone, in provincia di Torino, cui si aggiungono altri due stabilimenti: uno a Napoli e uno a Milano, dove ha sede la divisione Arexons. “L’esigenza principale era quella di consentire a tutte le utenze informatizzate di svolgere il proprio lavoro nella massima sicurezza e senza problemi di continuità operativa. In tutto – spiega Fassio – con le soluzioni F-Secure proteggiamo circa 350 computer fissi, 150 portatili e alcuni server, dove sono installati i sistemi Office di rete e i database con i dati di tutti i clienti e dei loro ordini. L’Erp Sap, invece, è implementato all’esterno dell’azienda, dove dispone di propri sistemi di sicurezza”.
Semplicità e rapidità di installazione sono le due caratteristiche primarie della suite F-Secure Business – costituita dai moduli Policy Manager, Client Security e Antivirus for Windows Server – Sono state subito valutate positivamente dal team It dell’azienda: una volta implementata, spiegano da Petronas Lubricants Italy, la soluzione è stata in grado di individuare i software antivirus pre-esistenti e di disinstallarli automaticamente in modo da evitare conflitti con le applicazioni F-Secure Client Security. “Siamo rimasti anche molto soddisfatti della scelta – aggiunge il responsabile sistemi informativi della società – per l’efficacia nell’identificazione delle minacce e per l’impatto contenuto sulle prestazioni dei computer”. Un altro aspetto molto apprezzato è stata la possibilità di avere sempre tutti i sistemi protetti senza dover intervenire di persona per aggiornare le definizioni dei virus. La suite di F-Secure garantisce a tutti i pc e laptop collegati alla rete numerosi aggiornamenti quotidiani. “Grazie a un server proxy – sottolinea Fassio – le nuove definizioni sono distribuite ai singoli computer da remoto, eliminando così il rischio di congestionamento della rete per queste operazioni. Si tratta di una caratteristica molto utile per un’azienda dislocata su diverse sedi come la nostra”. Tramite Policy Manager Proxy è possibile aggiornare i database delle definizioni virus anche in uffici remoti con connessioni Wan a velocità limitata; gli aggiornamenti sono trasmessi solo al Policy Manager Proxy per poi essere distribuiti in locale alle workstation e ai server negli uffici remoti. In questo modo, il traffico generato dal download degli aggiornamenti giornalieri da Internet si riduce in modo significativo. La soluzione F-Secure, inoltre, permette di aggiornare la protezione anche a tutti i pc che si trovano al di fuori dei perimetri aziendali. Basta che si connettano a Internet affinché gli aggiornamenti siano eseguiti in modo completamente autonomo e automatico.

I benefici della gestione centralizzata
Altro aspetto importante è quello della centralizzazione della gestione, supportata da F-Secure Policy Manager. La console di Policy Manager consente il controllo integrato di diverse tecnologie a ogni livello del network, quali i moduli antivirus e antispyware, gli anti rootkit, il monitoraggio del comportamento, i firewall integrati nei desktop, la prevenzione delle intrusioni e il controllo delle applicazioni sulle workstation e i laptop. “Questo modulo – precisa Fassio – consente di gestire da un’unica postazione l’aggiornamento, il controllo e la configurazione delle soluzioni di security presenti su ogni client, e tutto questo nel giro di pochi minuti, in modo da assicurarne la conformità alle policy aziendali. La soluzione F-Secure supporta Microsoft Active Directory e Windows Installer. Grazie a queste feature è possibile importare la struttura organizzativa dell’azienda direttamente dall’Active Directory ed esportare i pacchetti Microsoft Windows Installer attraverso F-Secure Policy Manager Console. Gli amministratori It – conclude il manager di Petronas Lubricants Italy – possono così creare regole per aggiungere automaticamente nuovi host alla gerarchia del dominio di protezione, senza dover importare manualmente i nuovi computer”.

Riccardo Cervelli
Giornalista

57 anni, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Riccardo Cervelli
Giornalista

57 anni, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Articolo 1 di 4