Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Inail 4.0, più efficienza e velocità grazie ai sistemi cognitivi

pittogramma Zerouno

Digital360 Awards 2018

Inail 4.0, più efficienza e velocità grazie ai sistemi cognitivi

La soluzione MP Advisor realizzata per l’Istituto da Dedagroup, grazie all’applicazione di una serie di tecnologie tra cui IBM Watson, semplifica l’erogazione delle prestazioni legate alle Malattie professionali e, mediante l’analisi dei trend di insorgenza dei diversi tipi di malattia, consente di elaborare efficaci strategie di prevenzione

17 Set 2018

di Redazione

Il sistema cognitivo IBM Watson è uno dei protagonisti principali del progetto MP Advisor implementato da Inail con il supporto del software vendor e system integrator Dedagroup.

L’Istituto Nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro aveva infatti bisogno di:

  • digitalizzare, semplificare e velocizzare il processo di valutazione dell’esposizione ad agenti di rischio e trattazione di pareri tecnici relativi al riconoscimento delle Malattie professionali;
  • supportare il disegno di strategie di prevenzione più efficaci, con l’analisi di trend di insorgenza di tali malattie;
  • abilitare la nascita di un Fascicolo Sanitario Inail (nazionale) in grado, grazie alle convenzioni con le ASL, di integrare i fascicoli a livello regionale mediante la centralizzazione del dato e la sua indicizzazione semantica.

La soluzione proposta, arrivata tra i finalisti ai Digital360 Awards 2018 per la Categoria tecnologica Machine learning e intelligenza artificiale, è quindi MP Advisor che si integra con i principali sistemi Inail (Anagrafica Unica, Generazione Documenti, Profilazione, Single Sign-on, Protocollo, Firma Digitale, Conservazione Sostitutiva). Tale soluzione è composta da:

  • motore di workflow (basato su architettura SOA e tecnologia Java Enterprise): gestisce il ciclo di vita della richiesta del parere sulle Malattie professionali non tabellate e mette in comunicazione la Cartella Clinica Medico-Legale in uso ai medici Inail, il Sistema di Gestione Rapporto Assicurativo Infortunati utilizzati dagli amministrativi Inail e il Sistema dei professionisti Contarp (Consulenza Tecnica Accertamento Rischi e Prevenzione);
  • servizio di Gestione del pool di professionisti e redazione del parere sulle Malattie professionali (tecnologia Java Enterprise): integrato con il workflow, fornisce editor di testo web avanzati;
  • sistema cognitivo sui pareri emessi e pregressi (che sfrutta la tecnologia IBM Watson Explorer), che è alimentato centralizzando e indicizzando il dato Inail distribuito su sistemi eterogenei.
inail 4.0
La strategia di Dedagroup per INAIL

Grazie a tutte queste tecnologie, MP Advisor semplifica l’erogazione delle prestazioni legate alle Malattie professionali e, grazie all’analisi dei trend di insorgenza dei diversi tipi di malattia, consente di elaborare efficaci strategie di prevenzione. Inoltre, l’ottimizzazione dei processi e l’automatizzazione della reperibilità delle informazioni migliora l’efficienza di medici e consulenti. La soluzione abilita il dialogo interno e la condivisione del patrimonio multidisciplinare di conoscenze e professionalità, consentendo a Inail di fornire all’ecosistema Sanità informazioni utili per migliorare le prestazioni agli assistiti.

In pratica, in seguito all’implementazione di questa soluzione sono stati ottenuti diversi benefici da vari punti di vista:

  • per l’assicurato, che oggi può contare su pareri e prestazioni che attingono al patrimonio conoscitivo e informativo nazionale oltre che su pratiche di indennizzo più veloci;
  • per il Sistema sanitario nazionale che ha una vista informativa integrativa sulla vita lavorativa degli assistiti;
  • perl’Inail stessa, ovviamente, che grazie a questo progetto può compiere prevenzione attraverso l’analisi dei trend di insorgenza delle Malattie professionali e offrire così al sistema sanitario nazionale un patrimonio informativo per migliorare i servizi ai cittadini.

Inoltre, la strutturazione e centralizzazione del dato, assicurano la possibilità di far evolvere il sistema. La tecnologia cognitiva velocizza il recupero di pareri pregressi ed elimina la ridondanza dei dati. Infine, la standardizzazione delle fasi del processo con l’introduzione di variabili di audit e log di sistema, consentendo il monitoraggio e l’individuazione di metriche utili alla verifica, garantisce il miglioramento del processo stesso e una maggiore trasparenza verso il cittadino.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Inail 4.0, più efficienza e velocità grazie ai sistemi cognitivi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4