Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Trend Micro: per il Gdpr serve una sicurezza dato centrica

pittogramma Zerouno

Vendor View

Trend Micro: per il Gdpr serve una sicurezza dato centrica

20 Giu 2018

di Trend Micro

Per rispondere correttamente alle sfide del Gdpr serve un approccio alla sicurezza “by design” e azioni efficaci sul piano culturale, strategico, tecnologico.
Ecco la soluzione Trend Micro che pone al centro la protezione del dato.

La scadenza del 25 maggio è ormai alle spalle, ma quante aziende sono arrivate davvero pronte all’appuntamento con il Gdpr? Troppo poche, secondo le ricerche Trend Micro, che rivelano come le imprese spesso non sappiano quali siano i “dati sensibili” che il Gdpr mira a proteggere. Molte aziende, infatti, non considerano informazioni critiche la data di nascita di un cliente (nel 64% dei casi), l’indirizzo di domicilio (32%) e gli indirizzi e-mail (21%). Secondo Gastone Nencini, Country Manager, Trend Micro Italia, la preparazione sul fronte Gdpr e Sicurezza varia certamente rispetto alle dimensioni dell’azienda, ma non solo: “A parità di dimensione, le situazioni critiche appaiono maggiori nel sud Italia rispetto al nord, e nelle province rispetto ai centri urbani”.

Gastone Nencini

Country Manager Trend Micro Italia

Soprattutto le imprese di questi territori, le Pmi ma non solo, hanno dunque fortemente bisogno di un partner che le guidi in questo percorso e che le aiuti a maturare un approccio corretto alla sicurezza sul piano culturale, strategico e tecnologico. È un supporto che non può arrivare dalle tante realtà consulenziali, senza un’esperienza e un background adeguato, che si sono affacciate di recente nel panorama della security per puro interesse economico: “Il Gdpr non può essere affrontato, come in molti casi accade, in modo semplicistico – dice Nencini – quando si sente parlare di ‘software che può risolvere il problema Gdpr’ è segno di una mancata comprensione dei principi più complessi che promuovono la normativa”.

Con trent’anni di esperienza in ambito cybersecurity, Trend Micro, anche attraverso la collaborazione con partner sul territorio fidelizzati e impegnati in formazione e aggiornamenti costanti, supporta i suoi clienti promuovendo un approccio alla sicurezza dato centrico che mira a proteggere il dato aziendale qualunque esso sia, in qualsiasi forma si presenti e in tutti i processi che coinvolge. “Una filosofia che – sottolinea Nencini – è ben allineata al concetto, linea guida del Gdpr, di sicurezza By Design, secondo cui l’attenzione per la security dev’essere al primo posto di qualsiasi piano o progetto aziendale, un principio che in sostanza chiede proprio che i dati siano in ogni momento gestiti in modo corretto”. Una vision che trova concretezza in XGen Security, una tecnologia ottimizzata per ogni tipo di ambiente – fisico, virtuale, cloud – presente nelle soluzioni Trend Micro : “È un prodotto che grazie alle potenzialità di machine learning e AI rende più sofisticato il riconoscimento dei data breach – dice Nencini – e porta al cliente anche il valore aggiunto offerto da tutte le tecnologie che nel tempo hanno arricchito la nostra offerta”; un mix intergenerazionale di tecniche di difesa che mira a una protezione dalle minacce integrata, per difendere l’organizzazione da un cybercrime che non cessa di dimostrarsi abile ed efficace.

Trend Micro

Trend Micro: per il Gdpr serve una sicurezza dato centrica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4