Mobile malware: attenzione, ActiveSync non basta a proteggere dati e applicazioni aziendali

pittogramma Zerouno

Briefing Document

Mobile malware: attenzione, ActiveSync non basta a proteggere dati e applicazioni aziendali

Le aziende che utilizzano soltanto ActiveSync per gestire le e-mail sono particolarmente vulnerabili. Il protocollo, infatti, offre una gamma limitata di funzioni di Mobile Device Management. I consigli per rafforzare la sicurezza mobile e tutelare i dati aziendali

22 Feb 2016

di Francesca Carli da Digital4

Sebbene smartphone e tablet risultino ancora più sicuri rispetto ai pc gli hacker sono alla continua ricerca di nuovi modi per ottenere l’accesso ai preziosi dati in essi contenuti, sia iOs che Android.

Il protocollo ActiveSync utilizzato da molte aziende per gestire le mail, se usato da solo, aumenta la possibilità di subire attacchi. Inoltre, molte delle sue funzioni, inoltre, sono efficaci solo su versioni più datate di Windows e non sono compatibili con iOs e Android.

WHITEPAPER
Quali sono i mobile malware più diffusi?
Mobility
Cybersecurity

Questo white paper, fornito da MobileIron, spiega quali sono le vulnerabilità dei dispositivi mobili che minacciano la sicurezza aziendale e in che modo proteggere tutti i dispositivi mobili con un sistema di Enterprise Mobility Management. Leggendolo scoprirete:

  • quali sono i 4 principali mobile malware da cui difendersi
  • in che modo i virus mobili impattano sulla sicurezza aziendale
  • perché occorre proteggere il traffico dati che passa su ActiveSync
  • come tutelare gli utenti che utilizzano i dispositivi mobili
  • in che modo potenziare il presidio dei dati aziendali
  • come migliorare la Mobile Device Security
C

Francesca Carli da Digital4

Argomenti trattati

Approfondimenti

H
hacker
Mobile malware: attenzione, ActiveSync non basta a proteggere dati e applicazioni aziendali

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4