Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

La sicurezza informatica si fa in tre per aiutare le aziende a passare dal “si dice” al “si fa”

pittogramma Zerouno

WHITE PAPER

La sicurezza informatica si fa in tre per aiutare le aziende a passare dal “si dice” al “si fa”

08 Ott 2015

di Laura Zanotti da Digital4

Servono vision, governance e nuove strategie per capire gli orizzonti infiniti della sicurezza. Quali tecniche, tattiche, strategie potrete scoprirlo in TOPSelection, un documento che, attraverso una trilogia di contenuti, inaugura una nuova collana di approfondimenti firmata Digital4

Scenari, tecnologie e approcci cambiano i paradigmi della sicurezza. Il problema, delle aziende, infatti, non è più quello di rimanere aggiornate sugli attacchi o sulle ultime soluzioni che i vendor propongono periodicamente per supportare le aziende nel contrastare perdite di dati, minacce e interruzioni dei servizi.

I 3 teoremi della sicurezza fanno convergere direttive fondamentali a partire dalle giuste vision che, ampliando la capacità di comprensione di tutti quei fattori che concorrono a proteggere il business e la continuità operativa delle persone, aiutano a governare macchine e sistemi. Questo, però, non è sufficiente: la sicurezza deve avere un’evoluzione ancora più veloce della tecnologia stessa, perchè deve giocare di anticipo. Bisogna restare costantemente aggiornati anche sulle strategie più adatte a cogliere gli orizzonti dello sviluppo. 

Troverete tutto questo e molto altro ancora in TOPSelection: un white paper che, attraverso una trilogia di contenuti, inaugura una nuova collana di approfondimenti firmata Digital4. In questo primo documento troverete:

  • come  e perché oggi la sicurezza non è più un add on, ovvero un’insieme di strumenti diversificati
  • in che modo definire una vera e propria architettura di sicurezza, dinamica e ad alta integrazione
  • quali sono le linee temporali sui cui ragionare quando si parla di protezione e di security
  • che cosa sono gli Advanced Persistent Threat (APT) e come funzionano
  • quanto conta il coinvolgimento delle LOB e la collaboration nel potenziamento del perimetro aziendale
  • quando la sicurezza dipende dalle vision e quando invece dai prodotti

Laura Zanotti da Digital4
Giornalista

Ha iniziato a lavorare come technical writer e giornalista negli anni '80, collaborando con tutte le nascenti riviste di informatica e Telco. In oltre 30 anni di attività ha intervistato centinaia di Cio, Ceo e manager, raccontando le innovazioni, i problemi e le strategie vincenti delle imprese nazionali e multinazionali alle prese con la progressiva convergenza tra mondo analogico e digitale. E ancora oggi continua a farlo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link