Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Così Cap virtualizza i server di Comestero

pittogramma Zerouno

Così Cap virtualizza i server di Comestero

19 Gen 2010

di

Comestero, società specializzata nella produzione di sistemi di pagamento e apparecchi per la gestione self-service, si è affidata a Cap effettuare un test di virtualizzazione su server fisici, sui quali sono stati trasferiti i server ‘dipartimentali’. Questo ha permesso di spegnere i server Intel ormai obsoleti, che causavano un ampio dispendio energetico. In primavera il progetto segnerà un’importante fase di avanzamento, sfruttando il processo di virtualizzazione per sviluppare servizi in ‘alta affidabilità’ e un processo di ‘Disaster Recovery’. Il progetto prevede l’implementazione di Blade Hp con una San modulare, sulla quale opereranno i server virtuali di Comestero Group. In questo modo Cap garantisce la disponibilità di tutti i servizi aziendali, come il software Erp, il database SQL Server, MS Exchange, il File Server, il controllo presenze/accessi e il Crm di prossimo sviluppo
“Comestero Group – ha dichiarato Fabio Carminati, Responsabile Cap del progetto – potrà avvalersi di applicazioni altamente affidabili. Inoltre, l’abbinamento di un server Blade e del processo di virtualizzazione consentirà di ridurre il consumo energetico e di ottimizzare lo spazio lasciato libero dai vecchi server”.

Così Cap virtualizza i server di Comestero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 5