Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Bolletta ‘leggera’ per la Provincia di Bologna

pittogramma Zerouno

Bolletta ‘leggera’ per la Provincia di Bologna

20 Giu 2011

di Giampiero Carli Ballola

Con circa mille dipendenti e un bilancio (in attivo) vicino ai 170 milioni di euro, la gestione della Provincia di Bologna si può considerare alla stregua di quella di una media impresa. Due anni fa l’Ente ha varato un piano di rinnovo dell’infrastruttura It che, dopo aver portato a virtualizzare il Data center, sta interessando il parco client, formato da oltre un migliaio di Pc dislocati in varie sedi. Il progetto, partito quest’anno, prevede la progressiva sostituzione entro tre anni del 70% dei personal computer attuali con dei display front-end ‘intelligenti’ totalmente virtualizzati. La soluzione prescelta, fornita da Fujitsu Technology Solutions, si basa su dispositivi Zero Client D602 gestiti da un server Primergy RX300S6 in ambiente VMware V-Sphere 4 ed è stata realizzata con l’aiuto di Sisge Informatica, partner sia Fujitsu sia VMware. Oltre ai vantaggi d’efficienza, uniformità nell’aggiornamento software e sicurezza insiti in un sistema gestito e controllato in modo centralizzato, le stime fatte in base ai primi client sostituiti mostrano drastici risparmi economici. Si prevede infatti una riduzione del 50% dei costi di manutenzione (oggi attorno ai 200 mila euro l’anno, voce principale del Tco di un Pc) e, soprattutto, un abbattimento dei consumi energetici del 90%. Risparmi che fanno di un progetto ‘green’ (anche la manutenzione, se effettuata da persone che si spostano fisicamente, impatta sull’ambiente) un investimento che si ripaga già a partire dal terzo anno.

Giampiero Carli Ballola
Giornalista

Giampiero Carli-Ballola, nato nel 1942 e giornalista specialista in tecnologia, collabora con ZeroUno dal 1988. Segue i processi di digitalizzazione del business con particolare attenzione ai data center e alle architetture infrastrutturali, alle applicazioni big data e analitiche, alle soluzioni per l’automazione delle industrie e ai sistemi di sicurezza.

Articolo 1 di 5