Migrazione a SAP S 4/HANA: perché adottare la tecnologia SUSE | ZeroUno

Migrazione a SAP S 4/HANA: perché adottare la tecnologia SUSE

pittogramma Zerouno

Attualità

Migrazione a SAP S 4/HANA: perché adottare la tecnologia SUSE

SUSE Linux Enterprise Server (SLES) for SAP Applications è una piattaforma specializzata per la gestione delle implementazioni SAP S/4HANA, poiché integra una serie di funzionalità e strumenti per automatizzare l’amministrazione dell’ERP e, soprattutto, per ridurre al minimo i tempi di fermo e i relativi costi

26 Mar 2021

di Redazione

Oggi, imprese e organizzazioni scommettono sulla trasformazione digitale per innovare in maniera decisiva la propria attività. Analizzando con più intelligenza i dati di business è possibile migliorare l’efficienza dei processi, la qualità delle decisioni prese; aumentare la competitività e identificare nuove opportunità imprenditoriali. Tuttavia, per trasformarsi realmente in un’impresa ‘insight-driven’, capace di reagire in tempo reale alle dinamiche di mercato, non si può tralasciare l’innovazione del sistema ERP, che costituisce la spina dorsale di un’organizzazione, perché connette processi operativi chiave, come gestione magazzino, ordini, vendite, clienti, approvvigionamento, risorse umane, funzioni finanziarie.

Migrazione del sistema ERP: serve una base solida

La migrazione dei sistemi ERP legacy preesistenti nelle varie organizzazioni verso una soluzione SAP S/4HANA ospitata su cloud è indicata da SAP alle aziende come la strada maestra per trasformarsi rapidamente in “imprese intelligenti”, in quanto SAP S/4HANA integra intelligenza artificiale (AI), machine learning (ML), e tecnologie evolute di analisi dei dati.

Secondo alcune indagini di mercato, le ragioni principali per cui le organizzazioni implementano SAP S/4HANA nel cloud sono consentire allo staff di focalizzarsi sull’innovazione, distribuire più rapidamente le applicazioni, e ridurre le attività di manutenzione; un’82% delle organizzazioni, però, ritiene anche che il requisito più importante per una migrazione di successo sia poter fare affidamento su un’infrastruttura e un sistema operativo sicuri e ad elevate prestazioni.

Per rispondere a questa esigenza fondamentale delle imprese, SUSE propone di eseguire la migrazione dell’ERP verso SAP S/4HANA utilizzando la piattaforma SUSE Linux Enterprise Server (SLES) for SAP Applications. La piattaforma SUSE ha recentemente ottenuto la certificazione Premium da SAP ed è quindi disponibile su SAP App Center come soluzione SAP Endorsed; questo significa che la piattaforma è stata sottoposta a test rigorosi per garantire il massimo valore ai clienti che utilizzano le applicazioni SAP. Vediamo di seguito le caratteristiche principali di questa piattaforma.

Minimizzare i tempi di fermo con SLES for SAP Applications

Come accennato, il software ERP SAP S/4HANA può fornire potenti funzionalità di business, ma va installato su fondamenta robuste, su un’infrastruttura solida, in grado di soddisfare elevati requisiti di stabilità e disponibilità, per ridurre al minimo i dowtime. I tempi di fermo rappresentano infatti il maggior punto critico in fase di migrazione, aggiornamento, manutenzione del sistema ERP, e quando l’applicazione funziona in produzione. Durante i downtime, sia programmati, sia imprevisti, l’applicazione risulta inattiva e inaccessibile a tutte le altre applicazioni aziendali, provocando disservizi. Più complessi da gestire, rispetto ai tempi di fermo pianificati, sono soprattutto i downtime improvvisi, come guasti dell’hardware o interruzioni dell’alimentazione, che possono portare a perdite di dati e causare danni economici e d’immagine a un’azienda, deteriorando la sua reputazione sul mercato. Sotto questo profilo, il punto di partenza per costruire una solida base su cui far migrare SAP S/4HANA è, innanzitutto, la piattaforma Linux. In particolare, SUSE Linux Enterprise Server (SLES) for SAP Applications è in grado di ridurre il rischio di interruzioni dei servizi critici, in quanto integra nativamente funzionalità di sicurezza e continuità del business studiate per migliorare la disponibilità e l’affidabilità del sistema per gli ambienti SAP, ma anche per ridurre i tempi di manutenzione, ed eseguire più rapidamente il deployment dei servizi, sia on-premise, sia nel cloud. In aggiunta, la soluzione Linux di SUSE viene eseguita su hardware e server certificati dai produttori di punta, e funziona su tutte le piattaforme hyperscaler.

Failover automatico nelle situazioni di guasto

In caso di un’avaria del sistema primario, SLES for SAP Applications, attraverso due specifici agenti di risorse (SAPHanaSR, SAPHanaTopology) ha la capacità di migliorare e automatizzare il meccanismo di avvio del failover di SAP HANA su un sistema di backup secondario.

Un’altra funzionalità indirizzata a minimizzare la possibilità di downtime imprevisti è la SUSE High Availability Extension, che consente di gestire cluster di server nel cloud, o in data center distribuiti a livello geografico, in modo da automatizzare il ripristino dell’applicazione e dei dati. Le funzionalità di clustering, usando l’infrastruttura IT esistente e disponibile, aiutano in sostanza a ridurre al minimo le perdite di dati che possono verificarsi in seguito a guasti e corruzione del sistema.

Applicazione delle patch in modalità ‘live’

Sempre focalizzata sul miglioramento della continuità del business è la tecnologia SUSE Linux Enterprise Live Patching. Quest’ultima, ancora una volta, aiuta a ridurre i tempi di fermo e risparmiare costi, permettendo di applicare al kernel Linux patch e aggiornamenti critici per la stabilità e sicurezza del sistema, senza necessità di riavviare il sistema stesso, e senza interferire con il funzionamento delle applicazioni business-critical (database, tool analitici, AI).

In caso di errori operativi, SLES for SAP Applications è anche dotato di funzionalità automatiche di rollback, che permettono di eseguire ‘istantanee’ del sistema, per riportarlo con facilità a uno stato preesistente di corretto funzionamento. Il framework e gli strumenti di gestione disponibili con SLES for SAP Applications sono finalizzati ad automatizzare il provisioning, la gestione delle patch, della conformità, e il monitoraggio dello stato del sistema.

Nell’offerta tecnologica di SUSE, SUSE Manager è poi un altro strumento chiave, incentrato sull’obiettivo di ridurre la complessità di gestione degli ambienti SAP HANA, attraverso l’amministrazione dei sistemi e degli aggiornamenti da un’unica postazione centralizzata. SUSE Manager è progettato per monitorare, controllare, gestire i sistemi Linux su una varietà di architetture hardware, hypervisor, container, piattaforme IoT e cloud. Ad esempio, è in grado di automatizzare le operazioni di provisioning, patching, configurazione dei server Linux e dei dispositivi IoT, in modo da consentire un deployment dei server più rapido, coerente, ripetibile, ottimizzando al contempo le attività e riducendo i costi.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
Backup

Articolo 1 di 5