Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

NetEye User Group per condividere esperienze e confrontarsi sul futuro

pittogramma Zerouno

NetEye User Group per condividere esperienze e confrontarsi sul futuro

25 Nov 2014

di Redazione

Si è conclusa la V edizione dello User Group della piattaforma di It System Management di Würth Phoenix: un momento di relazione per migliorare la collaborazione tra azienda e clienti

Foto ricordo dalla V edizione dello NetEye User Group

Organizzata da Würth Phoenix presso Came Group, produttore di cancelli automatici e cliente dell’azienda bolzanina, si è tenuta nei giorni scorsi la quinta edizione del NetEye User Group con l’obiettivo di condividere casi di adozione e discutere degli ultimi sviluppi tecnologici sulle soluzioni di monitoraggio per gli ambienti Ict. Piattaforma di IT System Management centralizzata, basata su tecnologie open source, NetEye conta oltre 500 installazioni, tra cui Aeroporto di Venezia e Verona, Diesel, Università di Bologna e Università La Sapienza di Roma. Come per tutti gli User Group, la maggioranza delle sessioni alla manifestazione era riservata alle aziende utenti, con interventi, tra gli altri, dell`Università di Udine o dell´azienda energetica emiliana Iren.

“Lo User Group ci permette di condividere le nostre esperienze e confrontarci con altre aziende che hanno affrontato o stanno per affrontare sfide simili alle nostre”, ha affermato Fabrizio Corda, Responsabile Area Sviluppo Applicativi di Iren.

“A nostro avviso lo User Group è sicuramente  il miglior strumento per lo sviluppo, miglioramento e perfezionamento dei servizi IT, soprattutto se arricchito delle preziose esperienze dirette degli utenti che lo utilizzano e lo gestiscono,” ha aggiunto Massimiliano Tesser, Group Cio di Came Group che ha ospitato la manifestazione.

NetEye, per la grande maggioranza delle aziende è stata scelta soprattutto per la flessibilità nella progettazione e nell´utilizzo, la scalabilità tecnologica e la rapidità di adozione. Non da dimenticare l´aspetto open source, che consente di controllare i propri costi e adattarsi più velocemente alle nuove necessità di mercato, seguendo un approccio pragmatico e dinamico.

In combinazione con l´offerta di Service Management EriZone, ultimante presentata da Würth Phoenix in una nuova versione, i partecipanti hanno trovato anche una leva per lo sviluppo strategico sui mercati internazionali, grazie a uno strumento centralizzato in grado di aumentare la qualità dei servizi It e di allinearli con i bisogni correnti e futuri delle attività aziendali. “Solamente nove mesi dopo la messa in servizio di EriZone abbiamo gestito 21.000 richieste e aumentato in modo significativo il servizio del nostro service desk. Il grado di soddisfazione è stato talmente alto che abbiamo subito avuto richieste da altre aree di business di gestire anche i loro processi tramite EriZone”, ha spiegato Fabrizio Corda, durante il suo intervento.

Soddisfatto del vivo interesse percepito alla manifestazione si è mostrato anche Andrea di Lernia, Department Manager presso Würth Phoenix: “Il concetto dello User Group nasce dagli utenti per gli utenti. Questo spirito di gruppo fra fornitore e cliente caratterizza tutte le nostre attività e rappresenta un elemento chiave della strategia di prodotto, intesa per ottimizzare la relazione con gli utenti, consolidare il posizionamento del marchio NetEye ed EriZone e migliorare la collaborazione lungo tutta la filiera con le aziende”.

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti. Lo scopo di questa evoluzione va ricercato nell’esigenza di creare molteplici opportunità di trasmissione di informazioni e di confronti con operatori e aziende sul mercato per monitorare nel concreto le criticità le aspettative, i progetti Ict realizzati per supportare lo sviluppo del business d’impresa. Target: CIO (Chief Information Officer), responsabili di sistemi informativi, manager IT e manager business di funzione, consulenti.

Articolo 1 di 5