Pride 2021: ecco le iniziative Microsoft per Milano Pride | ZeroUno

Pride 2021: ecco le iniziative Microsoft per Milano Pride

pittogramma Zerouno

News

Pride 2021: ecco le iniziative Microsoft per Milano Pride

L’azienda ha annunciato la partecipazione all’edizione del Milano PRIDE, manifestazione dell’orgoglio LGBTQIA+, che quest’anno alternerà eventi in presenza e appuntamenti digitali fino al 26 Giugno

16 Giu 2021

di Redazione

Anche quest’anno Microsoft Italia ha aderito al Pride Month, il mese che celebra la diversità, l’inclusione sociale e la libertà come fattore propulsore della nostra società con l’obiettivo di combattere ogni forma di discriminazione. In occasione del mese di giugno, l’azienda annuncia infatti tutta una serie di progetti speciali e iniziative volte a sensibilizzare le persone sull’importanza di poter esprimere la propria identità liberamente e vivere in una società in grado di garantire pari diritti e opportunità.

In Italia, quest’anno la manifestazione dell’orgoglio LGBTQIA+ alternerà eventi in presenza e appuntamenti digitali fino al 26 Giugno, per promuovere una società aperta dove tutti gli individui sono tutelati e dove l’evoluzione dei diritti civili e la promozione dei diritti sociali, in favore anche delle cosiddette minoranze, è parte integrante per la ricostruzione del tessuto sociale e civile logorato dalla pandemia e per la costruzione della società futura.

Con il claim Together, we can, Microsoft lancia una campagna globale per incoraggiare la discussione e la comprensione delle principali tematiche LGBTQIA+, per promuovere attività di supporto e aiutare le persone ad esprimere pienamente ciò che sentono di essere all’interno di una comunità davvero inclusiva. Focus della campagna il concetto di Intersezionalità, ovvero l’unione (e intersezione) di diverse identità sociali, che vanno oltre l’identità di genere e l’orientamento sessuale e che includono per esempio anche l’etnia, che possono essere oggetto di discriminazione e disuguaglianza.

Inclusione e rispetto, tutela e valorizzazione della diversità, e quindi anche della comunità LGBTQIA+, rappresentano un elemento imprescindibile e fondante della visione di Microsoft, a livello globale e locale. L’azienda infatti, impegnata da sempre a proteggere e valorizzare i diritti di tutte le persone senza distinzione di genere, etnia, condizione fisica e orientamento sessuale è stata la prima al mondo per esempio (già nel 1993) a dare alle coppie dello stesso sesso i medesimi benefici garantiti alle coppie eterosessuali.

Negli oltre 120 Paesi in cui opera Microsoft incoraggia inoltre l’adesione alle attività di GLEAM (The Global LGBTQIA+ Employees and Allies at Microsoft) una community di dipendenti che si fa portavoce dei diritti LGBTQIA+ e che ne promuove la zazione sia all’interno sia all’esterno dell’azienda. GLEAM offre supporto ai lavoratori, opportunità di networking, un aiuto alle organizzazioni no-profit presenti nelle diverse comunità locali e porta avanti programmi di education e sensibilizzazione.

Durante l’emergenza sanitaria, momento storico che ha aggravato in tutto il mondo le disuguaglianze sociali soprattutto per le minoranze, Microsoft ha ulteriormente rafforzato il suo supporto a livello globale e locale attraverso donazioni del valore di 2 milioni di dollari a organizzazioni non profit attive nel supporto e nel sostegno delle comunità LGBTQIA+ messi in difficoltà dalla diffusione del Covid-19.

In occasione del mese del Pride, l’azienda ha donato un’ulteriore somma di 150.000 dollari. In Italia, inoltre, nell’ambito dell’iniziativa Dona con Bing è possibile accumulare punti attraverso l’utilizzo del motore di ricerca a cui corrisponde una cifra che Microsoft donerà al Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli, una delle più antiche associazioni LGBTQIA+ italiane che si occupa della tutela dei diritti civili e della lotta a ogni forma di discriminazione, promuovendo attività culturali e di socializzazione.

“L’attualità ci mostra in modo sempre più evidente la necessità di una profonda educazione al rispetto e alla valorizzazione delle differenze. Occorre sradicare il pregiudizio, affinché ognuno possa vivere la propria identità liberamente. C’è ancora molto lavoro da fare, è una sfida complessa che deve coinvolgere la collettività – istituzioni, aziende, scuole e società civile – ognuno di noi può fare la propria parte e Together, we can!” ha commentato Luca Callegari, Direttore Divisione Specialist Team Unit e Lead Community D&I Microsoft Italia.

Per esprimere il proprio supporto virtuale durante il Pride Month e in tutti i momenti dell’anno, Microsoft mette a disposizione gratuitamente degli utenti una ricca selezione di freebies per celebrare l’orgoglio LGBTQIA+ online, un piccolo grande gesto per partecipare a una sfilata virtuale di colori.

Qui è possibile scaricare una selezione di desktop wallpapers firmati Microsoft, gli esclusivi sfondi per Microsoft Teams, e personalizzare a tema Pride le apps di Microsoft 365. Anche il gaming gioca un ruolo importante all’interno della comunità LGBTQIA+.

Infatti, secondo uno studio condotto da Nielsen nel 2020, il 10% di tutti i giocatori di età superiore ai 18 anni si identifica come LGBTQIA+. In questo contesto, Xbox ha organizzato una serie di attivazioni e iniziative, tra cui la possibilità di accedere gratuitamente a Tell Me Why, la pluripremiata avventura narrativa con protagonista un personaggio transgender disponibile su console Xbox, Microsoft Store e Steam per il mese di giugno 2021.

Infine, il canale Xbox Twitch ospiterà per tutto il mese dei talk a tema con creatori e sviluppatori di giochi della comunità LGBTQIA+.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Articolo 1 di 5