Big Data: analisi più efficaci con la Emc Greenplum Unified Analytics Platform | ZeroUno

Big Data: analisi più efficaci con la Emc Greenplum Unified Analytics Platform

pittogramma Zerouno

Big Data: analisi più efficaci con la Emc Greenplum Unified Analytics Platform

Nuove regole per l’analisi dei Big Data. Emc abbina un database relazionale, la potenza di elaborazione di Hadoop e un social network che consente la collaborazione tra i team di data science

18 Gen 2012

di Nicoletta Boldrini

Si chiama Emc Greenplum Unified Analytics Platform (Uap) ed è l’appliance recentemente annunciata dalla società americana sviluppata per supportare l’analisi dei Big Data. La piattaforma combina l’elaborazione di dati strutturati e non strutturati con un motore di produttività ed un social network, superando le attuali barriere e consentendo la collaborazione tra i team di data science.
In dettaglio, la nuova piattaforma unisce tre prodotti Greenplum in un unica offerta integrata: Emc Greenplum, database per i dati strutturati; Emc Greenplum Hd, offerta enterprise Hadoop per l’analisi e l’elaborazione dei dati non strutturati; Emc Greenplum Chorus, che funge da motore di produttività e da social network per i team di data science.
Si fa riferimento ai data scientist perché la piattaforma offre, in particolare a questi team, un nuovo modo di collaborare su grandi mole di dati, ovunque essi si trovino.
Attraverso l’interfaccia di Chorus, gli utenti dispongono di strumenti di accesso, dati e risorse di supporto pronte all’uso che permettono di sfruttare al meglio i Big Data ad ogni livello dell’impresa.

Nicoletta Boldrini

giornalista

Segue da molti anni le novità e gli impatti dell'Information Technology e, più recentemente, delle tecnologie esponenziali sulle aziende e sul loro modo di "fare business", nonché sulle persone e la società. Il suo motto: sempre in marcia a caccia di innovazione #Hunting4Innovation

Big Data: analisi più efficaci con la Emc Greenplum Unified Analytics Platform

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 2