Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Al via i servizi VMware vCloud Datacenter offerti da Colt, BlueLock e Verizon

pittogramma Zerouno

Al via i servizi VMware vCloud Datacenter offerti da Colt, BlueLock e Verizon

09 Mar 2011

di Nicoletta Boldrini

Nuovo passo avanti di VMware nella realizzazione degli ambienti cloud ibridi enterprise: la società mette a disposizione i servizi VMware vCloud Datacenter e vCloud Connector, un plug-in gratuito che consente a tutti gli amministratori VMware vSphere di creare e gestire immediatamente virtual machine (VM), attraverso i propri partner Colt, BlueLock, e, in versione beta, anche Verizon.
I servizi VMware vCloud Datacenter combinano l’agilità del cloud pubblico con la sicurezza, le prestazioni e la portabilità applicativa. Realizzati sulla base dell’infrastruttura cloud di VMware e attingendo da VMware vSphere, VMware vCloud Director e VMware vShield, i nuovi servizi sono architettati e certificati da VMware e permettono alle aziende di spostare i workload dalle infrastrutture virtualizzate interne a qualunque servizio VMware vCloud Datacenter e viceversa.
Tra le nuove proposte di VMware, c’è anche VMware vCloud Connector, un plug-in per gestire i cloud ibridi che fornisce agli amministratori VMware vSphere la possibilità di visualizzare centralmente tutti i dati riguardanti l’infrastruttura vSphere e i cloud pubblici e privati. Gli utenti non devono far altro che inserire le loro credenziali per poter iniziare a visualizzare e trasferire macchine virtuali, applicazioni virtualizzate e template fra i tre ambiti.
L’approccio di VMware all’infrastruttura cloud e alla sua gestione è un modello evolutivo dell’infrastruttura It basata sulla virtualizzazione e che unifica le risorse cloud pubbliche e private con livelli omogenei di sicurezza, conformità, gestione e qualità del servizio. Facendo leva su VMware vSphere, i prodotti e i servizi per le infrastrutture cloud annunciati da VMware nell’agosto 2010 in occasione del VMworld come, ad esempio, VMware vCloud Director, la famiglia di prodotti VMware vShield e i servizi VMware vCloud Datacenter, introducono un modello di cloud ibrido che riunisce in modo trasparente cloud pubblici e privati.
Quanto ai solution provider, questi possono ampliare la loro gamma di proposte includendo servizi cloud ibridi coniugando anche sicurezza, prestazioni e portabilità applicativa.
Con oltre 3.600 partecipanti, il programma VMware dedicato ai service provider è cresciuto più del 145% negli ultimi dodici mesi.

Nicoletta Boldrini

Giornalista

Articolo 1 di 5