Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ricerca europea sul cloud. 90 pagine per sapere tutto

pittogramma Zerouno

Ricerca europea sul cloud. 90 pagine per sapere tutto

06 Feb 2011

di ZeroUno

Secondo una ricerca di Cebr ed Emc condotta nei principali cinque paesi europei la ricchezza che verrà prodotta entro il 2015 grazie al cloud in Italia è di 35 miliardi di euro.

L’adozione del cloud computing genererà in Italia il valore di ben 35 miliardi di Euro entro il 2015. Lo rivela una ricerca condotta dall’istituto di ricerca Cebr (Centre for Economics and Business Research) su incarico di Emc nei principali cinque Paesi europei: Italia, Francia, Germania, Regno Unito e Spagna.
Secondo la ricerca, la ricchezza complessiva che verrà generata in queste cinque economie entro il 2015 ammonta a 177,3 miliardi di Euro, se aziende ed organizzazioni di questi cinque paesi proseguiranno nell’adozione di tecnologie cloud con i ritmi e le modalità che sono attualmente prevedibili.
“La ricerca mostra nei fatti come il cloud sia davvero una rivoluzione che andrà ad interessare l’intera economia, non solamente i settori più tecnologici”, spiega Riccardo Di Blasio, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Emc Italia. “La possibilità di accedere alle risorse necessarie al proprio business in modo flessibile e scalabile, senza dover immobilizzare risorse, ma avendo sempre a disposizione spazio di crescita, contribuirà concretamente alla crescita dell’economia, ben oltre i singoli casi aziendali.”
Nello specifico, i dati Cebr affermano che i benefici economici portati dall’adozione del cloud ad ogni singola nazione entro il 2015 saranno i seguenti:
• Italia – 35,1 miliardi di Euro
• Francia – 37,4 miliardi di Euro
• Germania – 49,6 miliardi di Euro
• Spagna – 25,2 miliardi di Euro
• Regno Unito – 30,0 miliardi di Euro
Il cloud computing rappresenta un approccio completamente nuovo ed innovativo all’IT in cui la tecnologia viene resa disponibile alle organizzazioni in modalità scalabile e sotto forma di servizio, quando e come è necessaria. Questo consente alle aziende di velocizzare il time-to-market, di eliminare le barriere tradizionali all’accesso e di esplorare nuove opportunità di mercato. Secondo il Cebr, la generazione di nuove opportunità di business, come risultato diretto dell’adozione del cloud computing, avrà un impatto significativo in diversi settori, man mano che la concorrenza aumenta, e di conseguenza sugli indicatori macroeconomici.

ZeroUno

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
Business

Articolo 1 di 5