Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Proteggere e gestire i dati in cloud, quale il ruolo di Rubrik

pittogramma Zerouno

News

Proteggere e gestire i dati in cloud, quale il ruolo di Rubrik

10 Mag 2017

di Redazione

Rubrik estende la propria piattaforma per offrire protezione di dati e applicazioni cloud-native su Amazon Web Services e su Microsoft Azure, garantendo la possibilità di orchestrare le funzionalità per la gestione dei dati critici

Rubrik Cloud Data Management è una soluzione che permette alle aziende di ripristinare, gestire e proteggere i dati su cloud pubblici e privati, recentemente resa disponibile su Amazon Web Services e Microsoft Azure.

Secondo Idc, oltre l’80% delle organizzazioni IT sarà impegnata nello sviluppo di architetture hybrid cloud entro la fine di quest’anno. A mano a mano che le aziende migrano le loro applicazioni sul cloud, l’esigenza di disporre di una piattaforma cloud-scale di data management diventa allora cruciale per poter proteggere e gestire i relativi dati.

Per le applicazioni cloud-native, Rubrik orchestra tutte le funzionalità per la gestione dei dati critici, comprese: backup e recovery, replica, D/R, archiviazione, ricerca e analisi. Estendendo l’uso della propria piattaforma software-defined ai cloud provider pubblici, le aziende possono: implementare Rubrik in pochi minuti come istanza software su Aws e su Azure, proteggere le applicazioni cloud, fornire replica “inter-cloud” e “intra-cloud” (da Azure a AWS o viceversa, tra regioni AWS, tra regioni Azure), replica bi-direzionale tra cloud e on-premise, archiviazione di dati cloud e molto altro; evitare il cloud vendor lock-in migrando facilmente i dati tra public cloud differenti per ottimizzare la qualità dei servizi applicativi; godere di massima semplicità di gestione avvalendosi della stessa interfaccia Html5 consumer-grade per gestire applicazioni on-premise, in sedi remote e nel cloud; partire in piccolo e scalare facilmente il cluster Rubrik di pari passo con la crescita dei dati nel cloud (tutti i dati sono indicizzati e archiviati in modo efficiente in un unico repository scale-out, assicurando al contempo massima resilienza); identificare e fornire immediati ripristini application-consistent per i dati nati nel cloud, compresi file, cartelle, macchine virtuali e database; fornire informazioni utili con sofisticati report grafici; Rubrik Envision permette alle imprese di creare, personalizzare e condividere analisi su consumi, compliance, e molto altro, in ambienti multi-cloud.

“Per operare con successo in un mondo multi-cloud – ha dichiarato Bipul Sinha, co-founder e Ceo, di Rubrik – le aziende necessitano di una soluzione di backup e data management che liberi i dati dall’infrastruttura sottostante. Rubrik incapsula questi dati tramite opportuni servizi – policy, sicurezza, automazione, controllo degli accessi, compliance e ricerca – per ottenere massima portabilità e prestazioni in qualunque ambiente. Con questa release, le aziende possono accedere istantaneamente ai propri dati all’interno di un ambiente hybrid cloud, per fornire la migliore esperienza utente possibile, semplificare le operation e prepararsi a innovazioni future”.

“L’incredibile successo riscosso dalla piattaforma Rubrik Cloud Data Management –ha aggiunto Jason Buffington, Data Protection Analyst in ESG – riflette l’esigenza di disporre di soluzioni di backup e recovery semplici che offrano servizi anche per i dati nel cloud, ma non solo per la protezione ma anche per altri scopi quali test/dev, analisi, reporting, ecc. Questo nuovo supporto cloud-native completa realmente il quadro per quelle aziende che desiderano migrare al cloud”.

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti.

Articolo 1 di 3