Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

OpenScape Cloud: voce e collaboration passano dal cloud

pittogramma Zerouno

Publiredazionale

OpenScape Cloud: voce e collaboration passano dal cloud

La piattaforma di Unify è studiata per unire le esigenze in ambito voce delle imprese con strumenti di collaborazione innovativi

17 Dic 2018

di Unify

Da alcuni anni a questa parte il modo in cui lavoriamo è radicalmente cambiato rispetto al recente passato: i professionisti ricercano strumenti di collaborazione immersiva che consentano interazioni più aperte e produttive, rendano possibile il lavoro in mobilità e facilitino l’accesso ai dati critici. Questa esigenza si incrocia con un’altra avvertita da tutte le aziende, quella cioè di poter godere dei vantaggi, in termini di flessibilità e di costi, di una tecnologia come quella del cloud.

Questa doppia necessità è stata raccolta in ambito UCC da Unify, con OpenScape Cloud, che si presenta come un’unica piattaforma capace di unire le esigenze in ambito voce delle imprese con strumenti di collaborazione innovativi, erogata tramite cloud pubblico o privato.

Più precisamente, OpenScape Cloud di Unify riunisce due soluzioni già adottate da alcuni anni a questa parte e che ora sono state strettamente integrate:

  • Circuit, la piattaforma di Unify per la collaborazione in team,
  • OpenScape Voice, che si occupa di comunicazioni voce a livello enterprise.

Numerosi sono i vantaggi che possono arrivare dall’adozione di Openscape Cloud: innanzitutto, in linea con l’approccio cloud, la piattaforma rende possibile una riduzione dei costi e la semplificazione del funzionamento dell’infrastruttura di comunicazione, aumentando al contempo l’adozione e la soddisfazione degli utenti.

Un altro punto cruciale è che con l’adozione di OpenScape Cloud gli investimenti effettuati in precedenza non vanno perduti, dal momento che la soluzione è integrabile con qualsiasi tipo di infrastruttura hardware o software preesistente.

Unify, ad esempio, caldeggia l’adozione dei telefoni della famiglia OpenScape Desk Phone, ma in realtà qualsiasi tipo di terminale SIP prodotto negli ultimi anni – anche della concorrenza – può essere integrato nella piattaforma. Da un punto di vista tecnico, il traffico in cloud è erogato da una lista (in continua evoluzione) di provider certificati dalla stessa Unify, fattore che assicura la qualità complessiva del traffico dati.

Le componenti della piattaforma nel dettaglio

Ma andiamo a vedere più nel dettaglio le due componenti principali di cui si compone la piattaforma, ovvero OpenScape Voice e Circuit.

OpenScape Voice è una soluzione di comunicazione voce basata su SIP, progettata tenendo conto delle implementazioni nei data center e per l’uso all’interno di un’architettura virtualizzata. L’obiettivo è rendere possibile la gestione di comunicazioni multimediali per diverse tipologie di utenza, con prestazioni telefoniche tipiche dei sistemi enterprise, articolate funzioni di gestione degli utenti, interfacce per servizi avanzati di instant messaging, gestione della presenza, routing delle chiamate e tariffazione; di particolare rilievo è che con OpenScape Voice è possibile integrare componenti di altri fornitori, inclusi telefoni, gateway di connettività e media server. La sicurezza delle comunicazioni è resa possibile dalla crittografia end-to-end e dall’uso di VPN, mentre la scalabilità con cui è progettata la soluzione consente di arrivare da un minimo di cinque utenti sino a 100.000. L’affidabilità dei servizi di comunicazione è garantita dalla ridondanza a livello di processi di sistema, middleware di resilienza, componenti hardware e sistemi che supportano l’elaborazione.

Affiancata e integrata a OpenScape Voice c’è Circuit, una soluzione di collaborazione costruita intorno alla tecnologia WebRTC, che consente di utilizzare molteplici funzionalità utili per la collaborazione attraverso un’unica interfaccia. Tra queste, ad esempio, c’è la condivisione che permette di condividere desktop, applicazioni e file con altri membri di un team in occasione di una specifica conversazione, tramite PC o un qualsiasi dispositivo mobile. Per chi avesse perso una riunione e volesse essere aggiornato è possibile anche guardare e ascoltare la registrazione, nonché scaricare i documenti e leggere i commenti dei partecipanti. Ed eventualmente commentare gli stessi e continuare nell’interazione. Una delle caratteristiche che contraddistinguono Circuit è la semplicità che, ad esempio, caratterizza la formazione delle riunioni virtuali: per invitare partecipanti esterni all’azienda non occorre installare alcun plugin, ma è sufficiente mandare un link con l’invito come guest. Altro principio cardine di Circuit è la possibilità di utilizzare le stesse funzionalità da qualsiasi dispositivo: è infatti possibile avviare conversazioni e ottenere documenti da Chrome, Internet Explorer o Firefox via browser, iPhone, iPad o Android.

La combinazione di OpenScape Voice e Circuit ha dato vita a OpenScape Cloud, che è anche caratterizzata da una notevole semplicità di installazione e gestione, tramite un completo sistema di ticketing a disposizione dei reparti IT o dei system integrator. Il target ideale della soluzione, in definitiva, è costituito da aziende di diversa taglia e settore che sempre più hanno al centro del proprio business il mondo degli applicativi e che desiderano aumentare la produttività dei propri dipendenti.

Unify

Argomenti trattati

Aziende

Unify

Approfondimenti

C
Collaboration
OpenScape Cloud: voce e collaboration passano dal cloud

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 3