Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Mossi e Ghisolfi

pittogramma Zerouno

Mossi e Ghisolfi

28 Giu 2011

di Redazione Digital4

Una soluzione Cloud per la gestione dei materiali sui vagoni ferroviari

Il Gruppo Mossi & Ghisolfi (M&G) è il più grande produttore al mondo di PET per applicazioni di imballaggio con una capacità produttiva di 1,7 milioni di tonnellate all’anno. Il Gruppo possiede assets manifatturieri in Brasile, Italia, Messico e USA e supporta tre servizi di Ricerca e Sviluppo in Italia, USA e Brasile.
Pur rimanendo prevalentemente di supporto ai processi, poiché l’azienda produce commodities, alla Direzione ICT è riconosciuto un ruolo importante all’interno dell’organizzazione aziendale: il suo Direttore fa parte dell’Executive Committee e a lui riporta anche la Direzione HR (Human Resources). La Direzione ICT è suddivisa internamente in due aree: una che si occupa di governance dei processi e l’altra che governa le tecnologie; entrambe le aree hanno tra le loro fondamentali attività la gestione dei fornitori.


Gran parte della conduzione operativa dell’ICT è affidata in outsourcing a diversi player, secondo un modello di portafoglio selettivo, mentre all’interno viene mantenuta la profonda conoscenza del Business, oltre alla direzione e al controllo dei processi, supportati da un sistema condiviso e centralizzato su SAP.
L’azienda sta adottando da tempo in larga misura e in varie aree i modelli di ICT as a Service. Tra questi, in particolare, viene utilizzato un pacchetto applicativo dedicato alla gestione dei materiali su vagoni ferroviari nei siti e sulle ferrovie del Nord America e Messico, un servizio chiave per l’azienda. Esso viene erogato e supportato dalla sede di Houston del fornitore ed è collegato all’applicativo gestionale presente in Italia, eliminando quindi per M&G la necessità di disporre di una struttura IT negli USA/Messico che garantisca il supporto agli utenti nella lingua locale ed il presidio dell’applicazione. Il contratto, in essere da quasi 8 anni, è leggermente cambiato nel tempo, soprattutto a valle di evoluzioni tecniche atte a migliorare l’ integrazione con i sistemi aziendali. Il pagamento del servizio avviene per utilizzo complessivo, a cui deve essere aggiunto un costo iniziale di set-up.


In aggiunta alla soluzione che gestisce un servizio core del business, ce ne sono molte altre integrate tra loro e fruite in modalità as a Service relative al CRM, alla fatturazione elettronica, ad alcuni servizi bancari, al payroll per tutto il personale nel mondo oltre a vari servizi tecnici (antispam, video conference, connectivity, pacchetti R&D, ecc.).

Il Cloud Computing è ritenuto un tema complesso, la cui riuscita dipende anche dalla disponibilità delle Line of Business di adottare soluzioni standard realizzando anche cambiamenti organizzativi interni.

Redazione Digital4