Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Il traffico Cloud crescerà di 12 volte entro il 2015

pittogramma Zerouno

Focus

Il traffico Cloud crescerà di 12 volte entro il 2015

02 Dic 2011

di BBJ - superAdmin da Digital4

Secondo i dati della Cisco Global Cloud Index (2010-2015), il traffico derivante dal Cloud Computing passerà dai 130 exabyte del 2010 a 1,6 zettabyte nel…

Secondo i dati della Cisco Global Cloud Index (2010-2015), il
traffico derivante dal Cloud Computing passerà dai 130 exabyte
del 2010 a 1,6 zettabyte nel 2015.

Quando si parla di traffico Internet è meglio ripassare prima
le equivalenze, tale è la mole di “byte”
considerati. In particolare: 1 exabyte è pari a 1 milione di
TB e 1 zetabyte è pari a 1.000 exabyte.

Per capire di cosa si sta parlando, in tutto il mondo si stima
ci siano oggi 800 exabyte di dati.

La crescita del Cloud è dirompente: a oggi si stima che
rappresenti l’11% del traffico data center. Nel 2015
rappresenterà oltre il 33%, con un incremento doppio rispetto
al traffico dei data center.

Il sorpasso dei workload Cloud

Il 2014 segnerà poi il “sorpasso”: il 51% dei
workload (ovvero lo “stack” di software delle
risorse IT, come dati, applicazioni, sistemi operativi,
middleware) avverrà in ambiente Cloud, contro il 49% di
appannaggio degli ambienti IT tradizionali.

E’ interessante notare come nel 2015 la maggior parte del
traffico data center risiederà nel data center stesso (76%),
attraverso attività come ad esempio storage o autenticazione
tramite macchine virtuale.

Del restante 24%, il 17% verrà distribuito all’utente e
il 7% generato fra data center (tipiche attività sono backup e
replicazione).

A sua volta il traffico data center annuale passerà da 1,1
zettabyte nel 2010 a 4,8 zettabyte nel 2015.

BBJ - superAdmin da Digital4

Articolo 1 di 5