Cloud networking in sicurezza: la proposizione di Zyxel | ZeroUno

Cloud networking in sicurezza: la proposizione di Zyxel

pittogramma Zerouno

Attualità

Cloud networking in sicurezza: la proposizione di Zyxel

Zyxel lancia Nebula Together per completare la sua soluzione di rete cloud diffusa tra PMI e MSP italiani. Una risposta alle esigenze dei nuovi “uffici diffusi” inaugurati dallo smart working, che però significa anche nuove opportunità per i partner e un ingresso a passo felpato nel mondo della cybersecurity

19 Apr 2021

di Michele Ciceri

Un annuncio importante e atteso, specie in questa fase di rivisitazione dei perimetri aziendali, è l’arrivo della serie Firewall USG Flex a bordo della soluzione di cloud networking Nebula di Zyxel. Un upgrade che chiude il cerchio lato sicurezza a uno strumento per la gestione della rete in cloud molto diffuso tra PMI e managed service provider italiani.

NebulaTogether (questo il nome scelto da Zyxel per aggiornare Nebula) è stata pensata per affrontare le sfide legate alla sicurezza degli “uffici diffusi” e alle richieste di rete del lavoro da remoto. Il firewall UTM, l’anello mancante, la rende una soluzione di infrastruttura e networking completa e totalmente e semplicemente gestibile da remoto.

Security in cloud per gli uffici diffusi

Se avevamo già conosciuto gli hotel diffusi come opportunità creata da internet, ora è il momento di entrare negli uffici diffusi inaugurati dallo smart working. “Il requisito di fornire l’accesso alla rete aziendale dall’esterno dell’ufficio tradizionale crea una serie di nuovi problemi per le PMI e gli MSP che ora devono supportare queste reti distribuite. Nebula Together rimuove le complessità della gestione di più reti e fornisce una sicurezza centralizzata per fornire alle aziende e ai managed service provider una soluzione di rete gestita completa, prima raggiungibile solo dalle imprese più grandi”, ha affermato Valerio Rosano, country manager Itala e Spagna di Zyzel.

WHITEPAPER
Cosa fare per mettere davvero in sicurezza il cloud pubblico, privato e ibrido?
Cloud
foto Valerio Rosano
Valerio Rosano, country manager Italia e Spagna di Zyxel

Monitoraggio da una centrale di controllo

L’aggiunta dei firewall USG FLEX in Nebula offre agli amministratori di rete politiche di sicurezza basate su regole in grado di identificare le anomalie con anti-malware, Intrusion Detection Prevention (IDP) e filtro URL per bloccare le minacce. Se i firewall rilevano una minaccia su uno qualsiasi dei client connessi, si sincronizzano automaticamente con il Nebula Control Center e inviano la security policy a tutti gli AP aziendali nell’intera rete, bloccando o mettendo in quarantena il client compromesso per contenere la minaccia e prevenire ulteriori danni.

Il firmware ZLD5.0 come aggiornamento gratuito

Nell’annuncio si legge che il firmware ZLD5.0 è offerto come aggiornamento gratuito per tutti i firewall della serie Zyxel USG FLEX e può essere scaricato dal cloud attraverso l’interfaccia di gestione del dispositivo. A partire da aprile 2021, la Nebula migrerà verso un modello di licenze basato sul dispositivo per tutti i dispositivi compatibili con Nebula, questo farà sì che il servizio di licensing per la gestione e la sicurezza della rete sia allineato a tutta l’offerta, in modo da offrire all’utente un’esperienza coerente e unificata.

Un passo nel mercato della sicurezza

Rosano ha sottolineato che quattro anni fa, quando Zyxel diceva Zyxel al mondo MSP che il cloud sarebbe stato il futuro, parlava di un business che allora esisteva solo sulla carta. “Oggi le cose sono cambiate – ha aggiunto – ma il partner rimane al centro del nostro progetto. La parte firewall ci permette di entrare nel mondo della security, un mondo molto complesso che richiede know how ed esperienza. Siamo convinti che l’evoluzione di NebulaTogether potrà dare a molti l’opportunità di approcciare anche questo mercato”.

Michele Ciceri

Giornalista

Giornalista professionista, editor, speaker. Redattore e capo redattore in cronaca, oggi mi occupo di realtà tecnologica. Osservo e analizzo le evoluzioni dei mercati ICT ed Energy, credo in un’economia sostenibile che guarda all’Ambiente come a una priorità. Faccio parte dell’ufficio stampa di Cancro Primo Aiuto Onlus perché ne condivido i valori.

Articolo 1 di 4