Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Wi-Life Station – Servizi innovativi con il wi-fi nelle stazioni

pittogramma Zerouno

Wi-Life Station – Servizi innovativi con il wi-fi nelle stazioni

02 Dic 2016

di Valentina Bucci

Soluzione che offre una connessione Wi-Fi ai visitatori delle stazioni, permettendo al Gruppo FS e a eventuali terze parti l’erogazione di servizi informativi e la raccolta di dati sul comportamento dei viaggiatori.

Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane (Fs), in collaborazione con la startup Cloud4Wi (provider di servizi cloud e wi-fi) e il suo outsourcer, Almaviva (azienda specializzata nel settore dell’Intelligent Transportation System, che in qualità di system integrator ha facilitato la realizzazione del progetto qui descritto), ha avviato “Wi-Life Station”, un’iniziativa che non solo ha portato il wi-fi nelle stazioni, ma ha attivato una piattaforma che, per coloro che si connettono utilizzando il “Portale Virtuale di Stazione” dedicato, eroga una serie di servizi a vantaggio dei viaggiatori (in 9 lingue, per garantire la massima immediatezza) e allo stesso tempo produce dati e informazioni preziosi per Fs e per le attività commerciali che le stazioni ospitano (figura 1): “Wi-Life Station – spiega Maurizio Levi, It Manager, Ferrovie dello Stato –  offre servizi a valore aggiunto alle persone che stanno all’interno delle stazioni: da cose più semplici, come le previsioni del tempo, a funzionalità innovative, come il Travel Assistant che supporta i viaggiatori nell’organizzazione del proprio viaggio”.

Figura 1 – Gli elementi principali di Wi-Life Station

Approfondisce la descrizione della piattaforma Alessandra Cofini, Responsabile Sistemi Applicativi, Ferrovie dello Stato: “Ad oggi, sono tre i servizi attivi per il viaggiatore che, tramite device mobile, si ‘aggancia’ a Wi-Life Station: il tabellone delle partenze e degli arrivi, per vedere lo stato dei treni e il numero di binario di riferimento; una mappa interattiva che consente al viaggiatore di sapere dove è posizionato all'interno della stazione per capire, di conseguenza, come raggiungere servizi utili [deposito bagagli, biglietteria, toilette ecc. – ndr], prezioso in grandi stazioni come la Stazione Centrale di Milano; il servizio di Travel Assistant, attivato da poco nelle stazioni romane, che aiuta il viaggiatore che arriva in stazione a muoversi in città attraverso un'offerta di mobilità integrata”. La app indica al visitatore come può coprire i tragitti che lo dividono dalla propria meta sfruttando tutte le tipologie di mezzi disponibili intorno alla stazione.

 

Servizi per i viaggiatori, possibilità di nuovi business per le attività nelle stazioni 

Maurizio Levi, It Manager, Ferrovie dello Stato

Per il viaggiatore i vantaggi offerti dalla soluzione sono dunque chiari; come ben riassunto da Cofini: “‘Wi-Life Station’ è un gioco di parole che vuole rappresentare quello che è il nostro obiettivo, cioè far vivere le stazioni in una maniera differente, ponendo il viaggiatore al centro di un nuovo spazio virtuale”. Non meno importanti però sono le possibilità che la soluzione offre a Fs e agli esercizi commerciali delle stazioni; per quanto riguarda il Gruppo Ferrovie dello Stato, spiega la stessa Cofini, “la piattaforma consente di raccogliere informazioni preziose sui flussi di presenza e sui comportamenti di chi frequenta la stazione [informazioni aggregate e anonime sono disponibili anche se i visitatori semplicemente si muovono all’interno della stazione con il Wi-Fi o il Bluetooth abilitato sul proprio device –  ndr] che ci consentono di ragionare su nuovi servizi di pubblica utilità, servizi di sicurezza ma anche, per esempio, di risparmio energetico ed efficientamento delle stazioni”; per ciò che invece riguarda gli esercizi commerciali, Wi-Life Station è una soluzione aperta, che regola in maniera ordinata l’accesso da parte di soggetti terzi: le realtà che orbitano attorno alle stazioni possono esporre le proprie applicazioni sul Portale Virtuale di Stazione, possono arricchire le loro mobile app con contenuti contestualizzati, e possono alimentare in maniera diretta i propri sistemi (per esempio tool di business intelligence) con i dati elaborati da Wi-Life Station.

Alessandra Cofini, Responsabile Sistemi Applicativi, Ferrovie dello Stato

Sul piano strettamente tecnologico, sono quindi quattro le componenti architetturali che concretizzano il progetto:

  1. Infrastruttura di stazione: insieme degli apparati Wi-Fi e beacon installati all’interno delle stazioni (i beacon sono sistemi che sfruttano la tecnologia bluetooth per dialogare con smartphone e tablet che si trovano all'interno del loro raggio d'azione; in questo contesto possono quindi interagire con le mobile app e raccogliere informazioni sul comportamento dei visitatori);
  2. Pannello di controllo: piattaforma di gestione dell’infrastruttura di stazione e dei servizi connessi;
  3. Portale virtuale di stazione: interfaccia attraverso cui i visitatori accedono ai servizi offerti;
  4. Applicazioni: insieme dei servizi informativi integrati visualizzabili attraverso il Portale.

 

Un nuovo paradigma di stazione

La piattaforma abilita un nuovo paradigma di stazione: questa diventa uno spazio virtuale dove si sviluppa un ecosistema virtuoso per il business di tutte le realtà che vi partecipano, oltre che per i viaggiatori che usufruiscono dell’applicazione per informarsi, orientarsi nelle stazioni, pianificare i propri spostamenti. “Siamo attivi su circa 10 stazioni e in un anno abbiamo già accumulato più di 400.000 clienti registrati” dice Cofini, che grazie ai dati raccolti sa dirci anche che i visitatori si dividono equamente tra uomini e donne, che la fascia di età principale di coloro che frequentano la piattaforma è compresa tra i 20 e i 35 anni, e che la modalità più utilizzata di accesso al wi-fi è il Social log-in: sono solo alcuni esempi delle informazioni raccolte dalla soluzione che, studiate e rielaborate, potranno divenire indicazioni preziose nell’attività di sviluppo, gestione e creazione di valore nel business del turismo e delle attività socio-economiche che avvengono in stazione e nei suoi dintorni.

 

 

Presentato da Cloud4Wi

Implementato presso Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane

 

Per vedere tutti i dettagli del progetto vai sul sito Digital360 Awards

Valentina Bucci
Giornalista

Giornalista pubblicista, per ZeroUno scrive dei cambiamenti che la digitalizzazione sta imponendo alle imprese sul piano tecnologico, organizzativo, culturale e segue in particolare i temi: Sicurezza Informatica, Smart Working, Collaboration, Big data, Iot. Master in Giornalismo e comunicazione istituzionale della scienza (Università di Ferrara), laurea specialistica in Culture Moderne Comparate (Università di Bergamo).

Articolo 1 di 5