Enel e Schneider Electric: oltre 200 soluzioni di decarbonizzazione per le città | ZeroUno

Enel e Schneider Electric: oltre 200 soluzioni di decarbonizzazione per le città

pittogramma Zerouno

News

Enel e Schneider Electric: oltre 200 soluzioni di decarbonizzazione per le città

“Net Zero Carbon Cities Toolbox” è la piattaforma che guida gli utenti attraverso un processo volto a identificare e dare priorità alle soluzioni che meglio rispondano alle loro esigenze

11 Ott 2021

di Redazione

In occasione del World Economic Forum, Enel e Schneider Electric hanno presentato la versione beta del Net Zero Carbon Cities Toolbox.

Questa piattaforma digitale contiene una gamma di soluzioni di decarbonizzazione per favorire la trasformazione urbana, mediante la gestione di energia, edifici, mobilità, acqua e rifiuti. Tale strumento guida gli utenti attraverso un processo volto a identificare e dare priorità alle soluzioni che meglio rispondano alle loro esigenze specifiche. Questo database di soluzioni include modelli di politiche, di business e di finanza che si traducono in una riduzione delle emissioni, nonché nella creazione di valore locale come la creazione di posti di lavoro “verdi” e una migliore qualità dell’aria.

La versione beta del Toolbox ha raccolto oltre 200 casi di studio reali e soluzioni da più di 110 città in tutto il mondo. Il Toolbox è aperto a qualsiasi utente e, in particolare, alle principali autorità cittadine e statali e alle imprese. Consente agli utenti di navigare nella banca dati e di cercare soluzioni basate sulle esigenze, e risolvere le sfide locali più urgenti.

Incluso nel Toolbox di soluzioni, gli utenti troveranno soluzioni integrate di Enel che mirano a fornire ecosistemi urbani decarbonizzati, sostenibili e resilienti nelle città di tutto il mondo. Con una particolare attenzione posta sulle infrastrutture energetiche intelligenti, Open Meter di Enel è la nuova generazione di contatori intelligenti che riflette le più recenti evoluzioni del mercato e della tecnologia nel campo della misurazione avanzata e della gestione remota delle reti elettriche.

Solo in Italia, dove la tecnologia raggiungerà oltre 35 milioni di clienti entro il 2025, questo contatore intelligente di seconda generazione consente la raccolta di oltre 7.000 miliardi di dati all’anno, compreso l’utilizzo dei dati quasi in tempo reale e i parametri elettrici per abilitare l’analisi dei big data per la rete.

È un supporto digitale che migliora la consapevolezza e la comprensione da parte dei clienti delle loro abitudini di consumo elettrico e favorisce modelli di consumo più efficienti e sostenibili.

Inoltre, consente ai consumatori di assumere un ruolo proattivo nel monitoraggio e controllo di soluzioni come il tetto solare, la domotica e la mobilità elettrica, favorendo la diffusione di nuovi servizi energetici avanzati. In linea con l’approccio di economia circolare del Gruppo, l’Open Meter è progettato e realizzato utilizzando plastica rigenerata, emettendo il 6% in meno di CO2 e producendo 122g in meno di rifiuti per ogni Open Meter rispetto a un contatore convenzionale.

La piattaforma fornisce anche diverse soluzioni implementate con successo da Schneider Electric. Le soluzioni dell’azienda evidenziano, in particolare, come l’efficienza energetica può favorire risparmi energetici e di materiale che possono essere reinvestiti in infrastrutture cittadine e progetti comunitari, compresi gli ammodernamenti delle infrastrutture e il miglioramento degli edifici comunali, come i sistemi HVAC e i controlli di automazione intelligenti. Ad esempio, a Holland, in Michigan (USA), le autorità cittadine hanno collaborato con Schneider per inserire gli obiettivi energetici nel piano generale più ampio, su come utilizzare il risparmio energetico per affrontare gli ammodernamenti infrastrutturali in modo da raggiungere gli obiettivi di sostenibilità, aiutando tutti i residenti a ridurre il consumo di energia dal 30% al 50%.

Il Toolbox è il terzo prodotto finale del programma Net Zero Carbon Cities, un’iniziativa del WEF il cui obiettivo è allineare e ridimensionare gli sforzi tra imprese, città e governi a livello nazionale per fornire ecosistemi urbani sostenibili, resilienti ed equi. Il Programma è co-presieduto da Jean Pascal Tricoire, Presidente e CEO di Schneider Electric, e Francesco Starace, CEO e Direttore General del Gruppo Enel.

“Come mostrano questo strumento e le soluzioni in esso contenute, la tecnologia per decarbonizzare le nostre città già esiste. Quando si tratta del suo impiego, dobbiamo pensare oltre la semplice infrastruttura pubblica e concentrarci su tutti gli edifici, in particolare il nostro patrimonio edilizio esistente. I programmi di ammodernamento svolgono un ruolo importante nella transizione delle città nel raggiungere la neutralità in termini di emissioni” ha affermato Jean-Pascal Tricoire, presidente e CEO di Schneider Electric.

“L’elettrificazione pulita sta aprendo la strada alla decarbonizzazione dell’economia promuovendo una trasformazione urbana sostenibile e, con le tecnologie e il know-how odierni, abbiamo gli strumenti per riuscire nell’impresa e un’opportunità unica per fare la differenza. Il Toolbox di soluzioni è un ottimo strumento per il mondo del business e i responsabili politici, in quanto fornisce soluzioni energetiche integrate per contribuire a una società più prospera e resiliente. In qualità di leader globale nel settore energetico, Enel lavora costantemente con partner globali per aiutare a guidare azioni su larga scala verso un futuro più sostenibile e inclusivo” ha dichiarato Francesco Starace, CEO e Direttore Generale del Gruppo Enel.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Articolo 1 di 4