Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Finaki, ZeroUno, NetConsulting per la Cio community italiana

pittogramma Zerouno

Finaki, ZeroUno, NetConsulting per la Cio community italiana

08 Nov 2012

di Stefano Uberti Foppa, Patrizia Fabbri

Finaki, ZeroUno e NetConsulting collaborano alla realizzazione di un progetto di condivisione di contenuti, di confronto e di lavoro congiunto tra la prestigiosa community di Cio italiani che fanno capo a Finaki (Executive It delle principali top companies operanti in Italia) e tra questa e i principali player dell’offerta. Da questo accordo è scaturito un percorso scandito da diverse tappe con un obiettivo finale: far sentire la voce dei Cio e degli operatori Ict nel processo di digitalizzazione e innovazione del paese

Iniziata lo scorso anno con la partecipazione di ZeroUno agli Incontri Ict 2011, la collaborazione tra la nostra testata e Finaki si è estesa quest’anno alla società di ricerca NetConsulting e ha portato alla definizione congiunta di un progetto editoriale articolato a supporto della storica community di Cio.

Ricordiamo brevemente che, nata in Francia nel 1989 per organizzare momenti di incontro di alto livello tra executive Ict, Finaki è tra i fondatori di EuroCio, associazione no profit che dal 2004 riunisce le organizzazioni analoghe dei principali paesi europei. In Italia, Finaki da oltre un decennio è il promotore degli “Incontri Ict”, giornate di lavoro tra Cio e operatori dell’offerta caratterizzate dalla completa indipendenza da marchi o architetture e dalla più neutrale trasparenza, durante le quali si affrontano i principali argomenti di dibattito e focalizzazione del mondo Ict e non solo. Ogni anno, il Comitato di Programma, costituito da Cio appartenenti a settori merceologici diversi, sceglie il tema conduttore dell’evento e i temi dei workshop. Il tema scelto per il 2012 “Agenda Digitale: il contributo dei Cio” rappresenta una sfida importante per la community, che intende far sentire la propria voce nel momento in cui si delineano le principali linee di sviluppo ed evoluzione dell’Italia digitale.

È in questa cornice che si inserisce dunque il progetto editoriale Finaki, ZeroUno e NetConsulting che, avvalendosi delle diverse ma complementari competenze degli attori coinvolti, intende perseguire alcuni rilevanti obiettivi: garantire organicità e continuo stimolo all’analisi delle tematiche trattate nel corso degli Incontri Ict 2012 svoltisi nello scorso giugno a Taormina; creare durante l’anno occasioni di confronto tra i Cio del circuito Finaki e tra questi e il mondo dell’offerta; integrare nel dibattito le principali linee guida di innovazione definite dall’Agenda digitale per fissare alcune linee di discussione da proporre alla community Finaki nei mesi successivi, nonché formalizzare proposte di innovazione a diversi tavoli istituzionali.

Oltre al supporto fornito da ZeroUno e NetConsulting alla fase preparatoria dell’evento Finaki 2012, al contributo nella definizione dell’agenda delle giornate di incontri e alla realizzazione del documento “I Cio per l’Agenda digitale. Riflessioni e proposte” che ha rappresentato la base di discussione degli incontri di Taormina, il percorso identificato dai tre partner prevede la realizzazione di altre due tappe fondamentali che si completeranno entro la fine dell’anno: 4 Tavole Rotonde con i Cio Finaki e 4 Quaderni “Cio Conversations” che rappresenteranno la base delle proposte di innovazione definite dalla community di Cio e vendor con in aggiunta il Cio Manifesto.

Quattro Tavole Rotonde con i Cio Finaki

Si tratta di tavoli esclusivi composti da Cio Top Level del Comitato di Programma e da altri Cio della community Finaki (oltre a Cio “new entry”), alcuni player dell’offerta, ZeroUno e NetConsulting. Le Tavole Rotonde incrociano tematiche trasversali ai vari segmenti merceologici con le specificità e le regole tipiche dei differenti settori, in aggiunta a una ulteriore “vista” rappresentata dalle guidelines dell’Agenda digitale. Tra gli obiettivi delle Tavole Rotonde: consolidare il dibattito e le proposte dell’evento Finaki 2012; promuovere la continuità del confronto all’interno della Community dei Cio italiani; definire alcune linee di discussione da proporre alla community nei mesi successivi. Le Tavole Rotonde focalizzano le seguenti tematiche:

  • Collaboration e social networking: l’impresa collaborativa – Modelli, tecnologie e organizzazione per la messa a punto di un’impresa dinamica e reattiva al mercato nell’integrazione con le user communities. Partecipazione, co-creazione, gestione delle informazioni, collaborazione attraverso metodi e strumenti diversificati (It consumerization). La rimodellazione continua di infrastrutture e processi in un nuovo modo di rapportarsi con il mercato. Cambiamenti di prospettiva culturale. È possibile, per creare anche continuità di approccio, estendere al settore pubblico questa rimodellazione? (Tenutasi a Roma il 17 settembre 2012).
  • Governance e innovazione di impresa e di ecosistema – Modelli, tecnologie e processi per una governance che guardi all’innovazione di impresa e di sistema. Dal controllo del budget It, dalla valutazione puntuale degli impatti e dei ritorni dell’infrastruttura in un’ottica business value, alla gestione dei progetti e delle performance. La governance orientata a creare e proporre innovazione d’impresa e nuova competitività cercando anche di capire come coinvolgere i soggetti pubblici locali in questo disegno di “governance dell’innovazione”. (Tenutasi a Milano il 19 settembre 2012).
  • Competenze e conoscenza – L’impresa si ridisegna dinamicamente nelle sue componenti tecnologiche, di processo, organizzative e di risorse umane al variare continuo delle opportunità di business. Come governare la complessità di informazioni presenti all’interno e all’esterno dell’azienda e come articolare su queste e sulle strategie di volta in volta definite, le competenze necessarie al business? Come manifestare queste competenze di impresa all’esterno, nell’ecosistema paese, in modo che la competitività venga espressa anche attraverso il catalizzatore dell’iniziativa pubblica? (Si terrà a Milano il 22 ottobre prossimo)
  • Risk management, compliance e creazione di valore – Come armonizzare governance, security aziendale, gestione del rischio e della compliance in funzione di un obiettivo di razionalizzazione organizzativa e di processo nonché di sviluppo e di creazione di opportunità di business. Modelli organizzativi e scelte tecnologiche per trasformare normative e criticità in occasioni di creazione di valore ed efficienza. Come trasformare e agevolare, attraverso più efficaci normative, un’ottimale gestione del rischio con l’aiuto di un’attenzione maggiore da parte dei capitoli dell’Agenda digitale? (Si terrà a Roma il 25 ottobre prossimo).

I Quaderni “Cio Conversations”

I Quaderni saranno allegati ai numeri di novembre e dicembre di ZeroUno. Obiettivo dei Quaderni è rendere esplicite e promuovere a livello nazionale, anche attraverso gli opportuni tavoli istituzionali, le proposte operative di trasformazione organizzativa e tecnologica dei differenti segmenti merceologici attraverso l’innovazione Ict.

Scenari di analisi di mercato e tecnologica in rapporto all’evoluzione dei diversi segmenti merceologici e alle varie tematiche proposte, sintesi dei differenti lavori/workshop effettuati all’evento Finaki 2012, sintesi delle Tavole Rotonde di settembre e ottobre, interviste a player dell’offerta e a Cio caratterizzeranno i primi tre Quaderni mentre il quarto rappresenterà un vero e proprio Manifesto dei Cio per l’attuazione dell’Agenda digitale e riporterà una sorta di decalogo, basato sulle proposte concrete emerse nei diversi momenti di confronto, che i Cio presenteranno ai tavoli istituzionali.

Stefano Uberti Foppa
Direttore Responsabile ZeroUno

Giornalista professionista dal 1989, inizia ad occuparsi di giornalismo nel settore informatico nel 1981, partecipando all'avvio della sede italiana del settimanale Computerworld. Nel 1987 passa al mensile ZeroUno di cui nel 1997 assume la direzione insieme a quella del settimanale PcWeek Italia. Opinion leader riconosciuto nel settore Ict in Italia, attualmente è direttore responsabile di ZeroUno edito da Ict&Strategy, società del Gruppo Digital360.

Patrizia Fabbri
Giornalista

Patrizia Fabbri è giornalista professionista dal 1993 e si occupa di tematiche connesse alla trasformazione digitale della società e delle imprese, approfondendone gli aspetti tecnologici. Dopo avere ricoperto la carica di caporedattore di varie testate, consumer e B2B, nell’ambito Information Technology e avere svolto l’attività di free lance per alcuni anni, dal 2004 è giornalista di ZeroUno.

Finaki, ZeroUno, NetConsulting per la Cio community italiana

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4