Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Microsoft e The Talent Institute insieme per la formazione degli hacker della crescita

pittogramma Zerouno

News

Microsoft e The Talent Institute insieme per la formazione degli hacker della crescita

The Talent Institute, la “fabbrica di talenti digitali” di Startupbootcamp, ha annunciato una partnership con Microsoft per la formazione dei cosiddetti “hackers della crescita”, ovvero i professionisti del digital marketing con competenze tecniche e analitiche in grado di accrescere il business di aziende e startup

13 Mag 2019

di Redazione

The Talent Institute, uno dei più grandi network mondiali di accelerazione di startup, ha reso noto la partnership con Microsoft per la formazione dei cosiddetti Growth Hackers – gli hackers della crescita – ovvero i professionisti del digital marketing con competenze tecniche e analitiche, capaci di far leva su tutti gli strumenti digitali – social media, motori di ricerca, siti ed app – per accrescere il business di aziende, moltiplicando clienti e ricavi e spesso riducendo i costi eliminando gli “sprechi”.

La collaborazione si traduce in “Growth Hacking Training Program”, un corso di “apprendistato digitale” al via a giugno 2019 a Milano, prima città pilota dell’iniziativa – a cui seguiranno una città del centro e una del sud Italia – durante il quale, per sei mesi, gli studenti selezionati alterneranno lezioni in aula ad esperienze dirette all’interno di startup e aziende partner. Questo approccio sperimentale che ha da sempre caratterizzato The Talent Institute si è confermato negli anni di grande efficacia e in grado di preparare professionisti qualificati: il 95% di chi ha partecipato al training, infatti, trova un’occupazione nel giro tre mesi.

“Siamo felici di poter contare su un partner straordinario come Microsoft per accelerare l’innovazione delle aziende Italiane. In questo mondo a rapidissima evoluzione dobbiamo evolvere in primis il modello formativo, passando dall’aula al training-on-the job ed accelerando così il trasferimento di competenze”, spiega Alceo Rapagna CEO di Startupbootcamp, Innoleaps e The Talent Institute Italia.

Senza alcun dubbio crescita e lavoro – specie quello giovanile – rappresentano le più importanti priorità per il nostro Paese. Con una previsione di crescita al ribasso – -0,2% secondo dati OCSE – e un livello di disoccupazione giovanile che supera il 30% e che risulta tra i più alti in Europa – l’Italia occupa ormai da troppo tempo le posizioni più basse delle classifiche internazionali in termini di competitività e sviluppo. Inoltre, se da un lato è ampiamente dimostrato come l’innovazione tecnologica possa costituire uno straordinario motore per la crescita socio-economica del Paese (è stato calcolato che, ad esempio, l’AI può produrre un aumento annuale del PIL pari all’1%), dall’altro, per poterne cogliere davvero il potenziale è necessario puntare sulle competenze, con l’obiettivo di ridurre lo skills mismatch, vale a dire il divario tra le competenze disponibili e quelle richieste dal mercato del lavoro: dai dati della Commissione Europea, per esempio, solo il 44% dei cittadini Italiani dichiara di avere competenze digitali di base, e secondo altre ricerche il 59% delle aziende dichiara di non essere preparata ad affrontare le nuove sfide del digitale proprio per mancanza di skills adeguate.

“I nuovi trend digitali stanno trasformando il mondo del lavoro: alcune professioni in futuro scompariranno ma ne saranno create molte nuove per le quali non siamo ancora sufficientemente preparati. Investire sulla formazione è quindi cruciale per aiutare studenti e professionisti ad abbracciare il cambiamento. La nostra collaborazione con The Talent Institute vuole proprio contribuire a questo importante obiettivo” ha commentato Barbara Cominelli,Direttore Marketing & Operations Microsoft.

Diverse le imprese già interessate al programma: startup come Eatsready, imprese del design come Bonacina 1889, grandi aziende come Purina, società di servizi tecnologici come Sopra Steria e operatori nel campo della formazione come Elis – a dimostrazione del bisogno trasversale di nuovi “hacker della crescita”.

Questa iniziativa rientra nel programma Ambizione Italia, progetto di ecosistema avviato da Microsoft che fa leva sulle opportunità offerte dall’Intelligenza Artificiale e sulla formazione avanzata per accelerare la trasformazione digitale in Italia. L’iniziativa consiste in un articolato programma di formazione, aggiornamento e riqualificazione delle competenze, in linea con i nuovi trend tecnologici e le richieste del mercato del lavoro, che si pone l’obiettivo di raggiungere oltre 2 milioni di giovani, studenti, NEET e professionisti in tutta Italia entro il 2020, contribuendo così all’occupazione e alla crescita del Paese.

Per partecipare al primo programma previsto nel mese di Giugno su Milano e su Roma, imprese e aspiranti hacker possono inoltrare le proprie candidature all’indirizzo email: Italy@thetalentinstitute.nl

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Argomenti trattati

Approfondimenti

D
Digital Marketing
F
Formazione
H
hacker
S
Start Up
Microsoft e The Talent Institute insieme per la formazione degli hacker della crescita

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 3