L’azienda intelligente di X View

pittogramma Zerouno

L’azienda intelligente di X View

Nella strada verso l’azienda intelligente, il percorso tracciato da X View è quello di adottare una soluzione basata sull’integrazione dei dati che metta insieme informazioni presenti in azienda con dati generati dalle applicazioni web, compresi quelli completamente destrutturati derivanti da social media e filmati, testi e immagini presenti nel web.

06 Lug 2012

di Nicoletta Boldrini

L’obiettivo fondamentale nella costruzione di una vera soluzione per i big data, sostiene X View, è quello di costruire un vero strato di integrazione tra le varie isole informative, interne ed esterne all’azienda. La capacità di integrazione dei dati deve estendersi a tutti i tipi di dati e ai domini utilizzati nelle aziende, consentendo al tempo stesso di gestire il crescente volume di informazioni, garantendo sempre velocità nella trasformazione e nella messa a disposizione degli strumenti di analisi e controllo che serviranno per l’interpretazione dei fenomeni in atto e per prendere, di conseguenza, decisioni consapevoli.
L’offerta di X View, in particolare, si basa sulla suite di Data Integration di Oracle perché integra nativamente le tecniche di Hadoop/MapReduce che interfacciano i dati non strutturati insieme al motore Etl tipico degli ambienti data warehouse, generando un framework in cui l’utente finale utilizza in maniera totalmente trasparente tutte le informazioni.
In sostanza, Hadoop consente di effettuare analisi su dati non strutturati mantenendo però i file di log nel loro formato originale senza dover comunque ricorrere all’analisi di terabyte di dati contenuti in log memorizzati in database relazionali. I file non strutturati sono memorizzati in un Cluster File System di Hadoop (HDFS – Hadoop File System) che consente alle organizzazioni di analizzare terabyte, e anche petabyte, di informazioni a un costo sostenibile: se c’è bisogno di incrementare i nodi del cluster è sufficiente aggiungere più server basati su tecnologia x86.

Nicoletta Boldrini

giornalista

Segue da molti anni le novità e gli impatti dell'Information Technology e, più recentemente, delle tecnologie esponenziali sulle aziende e sul loro modo di "fare business", nonché sulle persone e la società. Ha fondato il portale AI4Business di DIgital360 ed è stata direttore di ZeroUno da aprile a dicembre 2019. Il suo motto: sempre in marcia a caccia di innovazione #Hunting4Innovation

L’azienda intelligente di X View

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 2