Intelligenza artificiale nell'healthcare, ecco i 3 progetti 3rdPlace | ZeroUno

Intelligenza artificiale nell’healthcare, ecco i 3 progetti 3rdPlace

pittogramma Zerouno

News

Intelligenza artificiale nell’healthcare, ecco i 3 progetti 3rdPlace

Dopo i progetti “Crimson” e “NewMed”, la società controllata del gruppo Datrix si è aggiudicata, in consorzio, anche il progetto “OrganVision”, diretto dall’Arctic University of Norway che si propone di innovare la ricerca biomedica per conseguire informazioni in tempo reale sullo sviluppo di organoidi e sulle interazioni tra i tessuti che li formano

13 Nov 2020

di Redazione

3rdPlace ha reso noto che sono 3 i progetti finanziati dall’Unione Europea per il settore healthcare in cui è impegnata. La società, controllata del gruppo Datrix, specializzata nello sviluppo di soluzioni di intelligenza artificiale per data governance, data modeling e data platform ha annunciato, nello specifico, di consolidare così il suo ruolo di partner tecnologico nella ricerca & sviluppo a livello continentale, in particolare nell’ambito del medicale.

Dopo i progetti Crimson e NewMed, la Società si è aggiudicata, in consorzio, anche il progetto OrganVision, diretto dall’Arctic University of Norway, che si propone di innovare la ricerca biomedica per conseguire informazioni in tempo reale sullo sviluppo di organoidi e sulle interazioni tra i tessuti che li formano.

I tre progetti hanno come obiettivo quello di coniugare le potenzialità dell’intelligenza artificiale con le applicazioni in ambito medico, per creare nuovi strumenti al servizio dell’innovazione medica in grado di dare un forte contributo alla diagnosi più precoce e per quanto possibile preventiva dei tumori.

I 3 progetti healthcare che vedono protagonista l’applicazione dell’intelligenza artificiale

WHITEPAPER
Data warehouse nel cloud. Come affrontare con successo il percorso di modernizzazione?
Big Data
Cloud

OrganVision è un progetto che, combinando microscopia ed intelligenza artificiale mira a potenziare rapidamente i meccanismi di comprensione su cosa accade ad un organo quando viene aggredito da una malattia come il cancro, rendendo osservabili i processi fisiologici e patologici chiave negli esseri umani. Il progetto è stato finanziato con 3,7 milioni di Euro nell’ambito del prestigioso programma FET Open RIA che coinvolge insieme a 3rdPlace 6 istituti in 4 diverse Nazioni (Italia, Norvegia, Germania, Spagna). Grazie a questo progetto sarà possibile superare un ostacolo centrale come la mancanza di una tecnologia di imaging label-free ad alta risoluzione in tempo reale adatta per gli organoidi e sarà possibile creare nuove opportunità per la ricerca sugli organoidi e sfruttarle.

Il progetto Crimson, guidato dal Politecnico di Milano, è affidato dall’Unione Europea ad un consorzio composto da 10 partner provenienti da Italia, Germania, Francia e UK per costruire microscopi di nuova generazione che promettono di rivoluzionare lo studio dell’origine cellulare delle malattie. In questo progetto, per cui sono stati stanziati oltre ai 5 milioni di Euro, la spettroscopia vibrazionale sarà combinata con l’analisi dei dati spettroscopici tramite intelligenza artificiale, per ottenere una rapida classificazione di cellule o tessuti e con una sensibilità biomolecolare senza precedenti. I microscopi forniranno mappe quantitative tridimensionali dei compartimenti subcellulari presenti nelle cellule e negli organoidi. L’elevata velocità di acquisizione dati consentirà l’osservazione dei cambiamenti e delle dinamiche intracellulari e intercellulari mediante imaging time-lapse. Il progetto dimostrerà la capacità di creare immagini all’interno del corpo, realizzando un endoscopio innovativo e applicandolo a campioni di tessuto spesso. I risultati del progetto avranno un impatto sociale profondo, andando a migliorare la qualità della vita dei pazienti e riducendo i costi dell’assistenza sanitaria pubblica.

NewMed è il progetto, in collaborazione con il Politecnico di Milano e con l’ospedale Humanitas, che ha l’obiettivo di sviluppare nuove tecniche, basate sulla fotonica e sulle nanotecnologie, per la diagnosi e la cura di tumori, malattie cardiache e per la chirurgia addominale, così da aumentarne l’efficacia e ridurne gli effetti collaterali. Il progetto, cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale della Regione Lombardia, si articola in tre fasi di ricerca: lo sviluppo di microscopi Raman per istopatologia intraoperatoria di lesioni tumorali, lo sviluppo di metodi di imaging in fluorescenza per diagnostica e chirurgia di precisione, la formulazione di nanovettori per il rilascio controllato di farmaci nel cuore malato. Nel contesto di questo progetto, 3rdPlace lavora su un modello di analisi di immagini medicali mediante deep learning per identificare la presenza di tessuti tumorali.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Articolo 1 di 5