Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Una selezione dei più interessanti software DCIM

pittogramma Zerouno

Vendor Overview

Una selezione dei più interessanti software DCIM

01 Dic 2017

di Giampiero Carli Ballola - Fonte TechTarget

Strumento indispensabile nella gestione dell’infrastruttura It dell’impresa, il software DCIM si presenta in forme diverse nella struttura e nelle funzionalità. Vediamo come impostare un criterio di scelta e quali prodotti vengono consigliati da TechTarget

Un software DCIM (Data Center Infrastructure Management) è un prodotto, o più spesso una suite di prodotti, pensato per permettere agli amministratori dell’infrastruttura It di una qualsiasi realtà di fare in modo più efficiente ed efficace il loro lavoro. In pratica, il software DCIM raccoglie dati relativi allo stato e al funzionamento di tutti gli elementi che formano l’infrastruttura (quindi non solo sistemi server, storage e rete, ma anche di alimentazione, di raffreddamento e talvolta anche di servizio agli edifici che la ospitano), consolida questi dati in modo da trarne informazioni e riporta queste informazioni in forma adatta ad essere rapidamente interpretate dall’operatore umano. Il tutto, se possibile, in tempo reale ai fatti monitorati e anticipandone l’evolversi in modo da consentire interventi preventivi.

Ciò detto, è facile capire come il software DCIM si sia sviluppato seguendo l’evoluzione parallela della complessità delle infrastrutture e, al crescere di questa, sia diventato uno strumento essenziale ai responsabili I&O (Infrastruttura e Operazioni), ai quali il mercato oggi offre una scelta di soluzioni talvolta molto diverse tra loro. Gli esperti di TechTarget, il noto portale di informazione e di analisi tecnologica con cui Digital360/ZeroUno ha sviluppato una partnership editoriale, hanno affrontato il problema cercando prima di definire le funzionalità che un software DCIM deve oggi poter svolgere e quindi hanno individuato quei prodotti che meglio vi rispondono. Di questi diamo, in ordine alfabetico, la seguente sintesi.

CORMANT-CS

Pioniere nell’uso dell’RFID per il tracciamento degli apparati, Cormant oggi lavora anche su tablet e smartphone. Il software si usa con licenza rapportata agli asset o in SaaS. Esistono opzioni ‘chiavi-in-mano’ a prezzo fisso e il vendor fornisce ogni tipo di assistenza.

Caratteristiche

Il software analizza l’impatto di un nuovo dispositivo sull’infrastruttura e fornisce una serie di opzioni sulla sua collocazione rispetto ad ingombri, alimentazione, raffreddamento e ogni altro requirement; le connessioni sono mostrate sia da grafici sia da report personalizzati, aggiornati automaticamente e archiviati; tutti i dati sono criptati e registrati per un tracciamento e auditing sicuro.

Pregi

  1. l’utente può definire gli attributi dei nuovi sistemi senza attendere che questi vengano forniti dal costruttore, il che ne accelera il deployment;
  2. allo stesso modo si possono importare precedenti disegni da AutoCAD e Visio, così come immagini degli asset, con un semplice drag-and-drop;
  3. Cormant-CS è tra i pochi sistemi DCIM che può integrare tool CFD (computational fluid dynamics) di terze parti per l’analisi prestazionale del raffreddamento.

Limiti

L’ottimizzazione del network non è un obiettivo del software, ma la rete può essere ugualmente monitorata qualora i server siano connessi al DCIM direttamente o via SNMP.

FNT Command

Si tratta di un sistema modulare attivo in cinque aree: gestione degli asset e delle connessioni; workflow; capacity planning; discovery; monitoraggio. Dà una vista 2D o 3D dell’intero data center, compresi sistemazioni e cablaggi in controsoffitto e sottopavimento. Il software è disponibile in acquisto, licenza d’uso, leasing o SaaS.

Caratteristiche

Il prodotto è pensato per dare all’utente la capacità di creare rapidamente da sé il suo modello di data center con la massima flessibilità. Perciò gli strumenti relativi sono acquistabili anche separatamente.

Pregi

  1. si possono creare scenari what-if mostrando le migliori collocazioni per i nuovi dispositivi e proiettandone gli effetti su alimentazione e raffreddamento;
  2. si possono importare schemi da AutoCAD e Visio e immagini da asset-library via drag-and-drop;
  3. i dati per il change management si possono acquisire a mano o automaticamente, via bar-code e RFID;
  4. FNT Command calcola il PUE (power usage effectiveness) e analizza temperatura e umidità degli ambienti

Limiti

Molte funzioni, tra cui la creazione di diagrammi elettrici, il tracciamento dei carichi d’energia e gli allarmi su failure potenziali, richiedono software di terze parti, partner FNT.

INTEL DCM

L’Intel Data Center Manager è un kit di sviluppo plug-in per la gestione energetica e termica di server, rack, sistemi storage e altri dispositivi. La licenza d’uso è calcolata sui nodi monitorati, con modalità per installazioni multiple.

Caratteristiche

Oltre a misurare energia e raffreddamento, il software traccia in tempo reale il traffico tra i dispositivi fornendo dati sull’uso dei sistemi.

Pregi

  1. il DCM esamina i nuovi dispositivi e li aggiunge automaticamente al database, il che permette di costruire rapidamente il modello fisico del data center;
  2. oltre a ricevere dati dai dispositivi in tempo reale, Intel DCM può raccogliere dati da UPS e altri sistemi di alimentazione che comunichino via SNMP.

Limiti

  1. lo schema del floor-plan del centro (solo 2D) dev’essere realizzato manualmente dall’utente sui dati della server library;
  2. i dati storici sono conservati non oltre 365 giorni.

LOGICMONITOR

Si tratta di un tool di monitoraggio disponibile come SaaS e rivolto alle imprese come ai fornitori di managed services. È disponibile con licenza annuale, con una prova gratuita di 14 giorni.

Caratteristiche

Focalizzato sulla gestione dei dispositivi di calcolo e di rete, può integrare dati su alimentazione e raffreddamento da sensori di terze parti, fornendo una visione su tutta l’infrastruttura. LogicMonitor trova automaticamente gli asset, verifica quelli nuovi o cancellati e traccia i carichi di lavoro

Pregi

  1. il modello SaaS elimina l’investimento nel software e nei suoi aggiornamenti;
  2. la piattaforma SaaS funziona anche in caso di caduta del data center, dando all’IT avvisi d’allarme e informazioni;
  3. il tracciamento dei workload è una feature molto utile nelle migrazioni da ambienti legacy a nuove architetture.

Limiti

Il software tratta una gamma completa di protocolli di comunicazione It; non tratta però i più diffusi protocolli per i dispositivi meccanici, come Modbus e BACNet.

NLYTE SOFTWARE

La soluzione Nlyte comprende quattro prodotti: Enterprise, Energy Optimizer, Audit e Goods Receiving. Gli utenti possono impiegare i singoli prodotti come SaaS o tramite licenza rinovabile, dal costo commisurato ai rack gestiti.

Caratteristiche

La lunga presenza sul mercato ha reso i prodotti Nlyte robusti e adatti a supportare l’intero ciclo di vita degli asset di un data center, così come nel monitorare le risorse assorbite e l’ambiente dove l’infrastruttura opera.

Pregi

  1. il database comprende una quantità di rack, armadi, sistemi server e storage, Ups e altro dei quali è dato ogni dettaglio fornito sia dai vendor hardware sia dagli stessi utenti;
  2. si possono creare schemi 2D e 3D o importarli da Visio e AutoCad, così come diagrammi elettrici e meccanici in grado di mostrare i punti critici del complesso;
  3. Nlyte offre dei connettori ai sistemi che sono in vario modo legati al data center, dalla gestione degli edifici ai servizi d’assistenza, che sono così aggiornati e allineati al DCIM;
  4. gli allarmi sono inviati agli smartphone con criteri di priorità per urgenza e per ricevente, che ne può approfondire le cause.

Limiti

L’analisi di TechTarget non evidenzia per questo prodotto alcun limite significativo.

NORLINX GSM

La suite GSM (Global Site Management) è formata da vari prodotti a diversi livelli di completezza e capacità. GSM powerlite, a distribuzione gratuita, è l’entry level. Seguono GSM essential e GSM professional, con capacità più estese, e GSM enterprise al top per ogni funzionalità. A questi Norlinx ha da poco aggiunto GSM custom, che permette l’acquisto separato dei vari moduli funzionali. L’acquirente ha diritto all’uso illimitato del software, ma il supporto tecnico va rinnovato ogni anno.

Caratteristiche

Norlinx è l’unico DCIM che usa Microsoft Visio come interfaccia grafica per l’asset management e il disegno 2D degli impianti.

Pregi

  1. è possibile completare automaticamente la descrizione dei sistemi monitorati importandone i dati da file Excel;
  2. il monitoraggio, gli alert e il reporting sono in real-time, così come il calcolo del PUE;
  3. i dati storici sono archiviati senza limite di tempo

Limiti

  1. Norlinx non monitora né ottimizza il network;
  2. i parametri relativi ai dispositivi It non si possono misurare direttamente dal dispositivo stesso.

SCHNEIDER ELECTRIC STRUXUREWARE

Realizzato da un grande produttore di sistemi di alimentazione e raffreddamento, il punto di forza di questo DCIM sta nelle doti di controllo dei componenti fisici del data center. Il software è disponibile con licenza illimitata per moduli o sistemi monitorati o in leasing annuo rinnovabile. A seconda dei casi, variano importi e periodicità per la manutenzione e l’upgrade.

Caratteristiche

Il sistema poggia su due piattaforme, DC Operation e DC Expert, relative rispettivamente alla pianificazione e gestione del Centro e al suo controllo.

Pregi

  1. il software è completamente vendor-agnostic e si integra perfettamente con soluzioni legacy e di terze parti;
  2. DC Operation incorpora un semplice tool CFD per il calcolo della dinamica dei fluidi che mostra l’efficienza del raffreddamento senza bisogno di strumenti ad hoc;
  3. tramite Tenant Portal, parte di DC Operation, gli utenti in colocation possono accedere ai dati e operare sul layout dei loro sistemi;
  4. un efficace sistema di sicurezza permette di servire più utenti nello stesso tempo.

Limiti

  1. Struxureware non ottimizza la rete, anche se la connessione dei dispositivi è monitorata;
  2. non è compatibile con Visio, i cui disegni non hanno l’accuratezza richiesta per poter essere usati.

SOLARWINDS ORION

Si tratta di una piattaforma specializzata nel monitoraggio delle prestazioni della rete e dei sistemi. I moduli DCIM si acquistano a costi variabili in base al numero di componenti e nodi di rete monitorati.

Caratteristiche

Lo scopo della soluzione è assicurare un uso efficiente dell’infrastruttura di rete e ottimizzarne le prestazioni, identificando le risorse sotto utilizzate e quelle ai limiti delle loro capacità in modo da prevenire gli inconvenienti.

Pregi

  1. SolarWinds fa automaticamente una mappa dell’infrastruttura e delle applicazioni e ne identifica le interdipendenze;
  2. ha un’interfaccia intuitiva che mostra le risorse fisiche e virtuali in rete, anche sul cloud;
  3. analizza il traffico di rete, le prestazioni delle risorse e dei siti web.

Limiti

Il database comprende tutti i sistemi server e storage e le appliance di rete, ma non interi armadi e rack.

SUNBIRD SOFTWARE

L’offerta Sunbird è doppia: DcTrack DCIM Operations copre la gestione quotidiana degli asset e il planning, mentre Power IQ DCIM Monitoring segue la gestione degli eventi; il software si può acquistare, usare in licenza, in leasing o in SaaS a costi dipendenti dal numero di rack o armadi gestiti.

Caratteristiche

Sunbird offre più di 30 mila schemi preconfigurati che l’utente può usare o modificare per creare un nuovo schema e chiedere che sia incluso nell’aggiornamento della library.

Pregi

  1. Sunbird crea raffigurazioni 3D in grado di dare rapidamente un’esperienza di augmented reality;
  2. con la propria Health Map i livelli di temperatura e umidità associati agli asset e alle operazioni sono mostrati con codici di colore che ne facilitano il controllo e il rispetto delle norme;
  3. il dashboard offre oltre 65 tipi di analisi e gafici relativi a un’ampia gamma di KPI, sui quali l’utente può costruire la propria BI.

Limiti

Insieme i due sistemi fanno quasi tutto, tranne il monitoraggio della rete.

Giampiero Carli Ballola - Fonte TechTarget
Giornalista

Giampiero Carli-Ballola, nato nel 1942 e giornalista specialista in tecnologia, collabora con ZeroUno dal 1988. Segue i processi di digitalizzazione del business con particolare attenzione ai data center e alle architetture infrastrutturali, alle applicazioni big data e analitiche, alle soluzioni per l’automazione delle industrie e ai sistemi di sicurezza.

Argomenti trattati

Approfondimenti

D
Dcim
Vendor Overview

Articolo 1 di 4