Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Intelligenza artificiale e machine learning, sempre più protagonisti delle reti Cisco

pittogramma Zerouno

News

Intelligenza artificiale e machine learning, sempre più protagonisti delle reti Cisco

Il vendor ha annunciato una serie di funzionalità che aiutano l’IT a capire il comportamento delle reti e a costruire network multidominio sicure

01 Lug 2019

di Redazione

Facilitare la gestione e la sicurezza delle reti: con questo obiettivo Cisco ha annunciato le proprie novità sul fronte software. In particolare, il vendor sta introducendo nuove funzionalità di intelligenza artificiale e di machine learning per consentire ai team IT di adattarsi a velocità e scalabilità delle macchine attraverso insights di rete personalizzati. Cisco sta anche introducendo delle innovazioni per gestire in modo più efficace gli utenti e le applicazioni in tutta la rete aziendale – dalle reti di campus e reti ad ampio raggio, ai data center e l’IoT edge.
I team IT si trovano attualmente ad affrontare una sfida impegnativa. Secondo 451 Research, quasi due terzi delle organizzazioni riferiscono che i loro team IT stanno affrontando un aumento del carico di lavoro; ma l’aumento dell’organico IT è nei piani di solo un terzo delle aziende, per quanto riguarda il prossimo anno. Allo stesso tempo, non è mai stato così urgente per l’IT offrire ottime esperienze digitali in questo scenario iper-competitivo. Colmare il divario tra le esigenze di un’azienda e le risorse disponibili richiede strumenti innovativi di automazione e analisi delle reti, basati sui dati e sostenuti da intelligenza artificiale e apprendimento automatico.

Tutte le novità Cisco nel dettaglio

Le nuove funzionalità offerte consentono ai team IT di fruire di una serie di opportunità. Tra queste una maggiore visibilità sulle reti stesse in quanto Cisco raccoglie continuamente i dati rilevanti dalle reti locali e li correla con il set di dati aggregati de-identificati per creare una rete di base altamente personalizzata. Questa rete di base apprende e si adatta costantemente man mano che il numero di dispositivi, utenti e applicazioni evolve e che gli ambienti cambiano.
Inoltre, sono offerti maggiori insights in quanto è utilizzato, come anticipato, il machine learning per correlare l’immensa quantità di dati provenienti dalla rete rispetto alla rete di base customizzata per scoprire quali saranno i problemi che avranno il maggiore impatto sulla rete. Questo comportamento prevede il grado di pertinenza dei problemi, allertando l’IT per quelli che avranno un impatto maggiore. Scopre anche le tendenze e i modelli, in modo che si possa identificare preventivamente i problemi, ancora prima che diventino, appunto, un problema.
Ancora, sono utilizzati algoritmi di ragionamento delle macchine e flussi di lavoro automatizzati per eseguire le fasi logiche di risoluzione dei problemi che un tecnico dovrebbe eseguire per risolvere un problema. Questo aiuta l’IT a rilevare problemi e vulnerabilità.

Le funzionalità per costruire reti multidominio

Cisco sta costruendo un’architettura che abbraccia tutti i domini della rete basata sull’intento: campus, filiali, WAN, IoT, data center e cloud. In particolare, Cisco ha creato soluzioni ottimizzate per soddisfare le esigenze specifiche di ciascuno di questi domini di rete; il vendor sta introducendo nuove integrazioni, in modo che gli utenti abbiano un’esperienza sicura e coerente, non importa dove, quando e come si connettono.
L’integrazione di Cisco SD-Access con Cisco SD-WAN e Cisco Application Centric Infrastructure (ACI) rende più semplice per i team IT autorizzare utenti e dispositivi nei campus, filiali, data center e reti cloud, anche quando gli utenti e le applicazioni cambiano. Grazie a questa segmentazione, l’IT è in grado di proteggersi dall’accesso non autorizzato a dati sensibili e applicazioni critiche.
Inoltre, Cisco trasmette automaticamente i requisiti applicativi tra il data center e la WAN, consentendo alla rete di selezionare il percorso migliore e dare priorità al traffico, anche se le applicazioni si muovono o cambiano. Ciò consente ai team IT di elevare dinamicamente le prestazioni delle applicazioni in tutta l’azienda e nelle filiali.
Cisco, infine, sta potenziando le sue innovazioni in materia di sicurezza in tutti i settori. Estendendo la capacità di rilevare le minacce nel traffico crittografato attraverso i cloud pubblici e proteggendo il campus, le filiali e la WAN dalle minacce, Cisco fornisce la sicurezza end-to-end necessaria.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Argomenti trattati

Approfondimenti

I
Intelligenza Artificiale
I
IoT
Intelligenza artificiale e machine learning, sempre più protagonisti delle reti Cisco

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4